Home > Sport > MARCIALONGA: DOPO IL FULL BOOKING , ORA È LA VOLTA DELLE PISTE

MARCIALONGA: DOPO IL FULL BOOKING , ORA È LA VOLTA DELLE PISTE

MARCIALONGA: DOPO IL FULL BOOKING , ORA È LA VOLTA DELLE PISTE

Problema neve: zero, accumulati già 100.000 mc, a breve lunghi tratti pronti

Marcialonga 2013: un quarantesimo compleanno in stile vintage su un percorso che ha fatto storia

Si sono iscritti gli azzurri, ma occhio a Morandini e a “Zorro” che non molla

Nell’anno del 40° a tutti gli atleti con pettorali che finiscono per 40 premi Ski Skett

 

 

Neve. Se non ci fosse bisognerebbe… spararla. E i 18 cannoni in azione sul percorso Marcialonga (uno ogni 4 km circa) non deludono.

Chiuse le iscrizioni con largo anticipo (7500 gli atleti che saranno al via della granfondo sugli sci stretti il 27 gennaio prossimo), ora gli organizzatori possono compiere la missione “preparazione piste” che, complici le nevicate passate e quelle in arrivo, saranno sicuramente al top per il d-day, quando alle 8.15 ci sarà la partenza mass start per il primo gruppo dei migliori.

Ad oggi – dichiara uno soddisfatto Alfredo Weiss, presidente Marcialonga - abbiamo prodotto più o meno 100.000 metri cubi di neve, entro metà settimana grazie alle temperature rigide ne avremo accumulata circa 150.000 mc, per le necessità totali ne mancano al massimo 50.000, ma confidiamo ovviamente nella neve naturale, per risparmiare risorse economiche. I trasporti della neve incidono marcatamente”.

Una parte di pista è già pronta in alta Val di Fassa (da Campitello a Canazei) e da oggi si comincerà ad innevare sia in Val di Fassa che in Val di Fiemme, iniziando quindi a preparare un tratto fra Lago di Tesero e Masi, che ospiterà il transito del Tour de Ski fino all’innesto con la pista Olimpia III, start della mitica Final Climb, quindi saranno attivati i collegamenti Lago – Predazzo, Masi – Molina e la prossima settimana Moena - Predazzo. In Val di Fassa sarà predisposta innanzitutto la sezione di pista Soraga - Canazei in sinistra orografica dell’Avisio, con Canazei che quest’anno vivrà più intensamente la Marcialonga in quanto la gara penetrerà con ulteriori 700 metri nel centro del paese, a ridosso della nuova piscina.

Nel frattempo si mettono a punto anche i diversi eventi collaterali previsti per i 40 anni della Marcialonga, appuntamento ormai diventato tradizione e test importante in vista dei Campionati del Mondo che poche settimane dopo vedranno la Val di Fiemme ancora protagonista mondiale.

Si inizierà a Tesero la sera di venerdì 25 gennaio presso la Sala Bavarese con un concerto delle bande delle due vallate e con una simbolica premiazione per i “senatori” (coloro che hanno partecipato a tutte le edizioni)  e per le “giacche verdi”, vale a dire i capiservizio storici dei volontari.

Sabato 26 gennaio ci sarà solo l’imbarazzo della scelta: la mattina andrà in scena la “Marcialonga Story”, un tuffo suggestivo nel passato, una sciata da Lago di Tesero a Predazzo utilizzando attrezzature rigorosamente vintage; nel pomeriggio, sempre a Lago di Tesero, sarà la volta della solidarietà con la Marcialonga Stars, appuntamento ormai consolidato, quindi con la Minimarcialonga per i più piccoli e la Marcialonga Young per i giovani. La sera l’appuntamento sarà a Tesero per la cerimonia di apertura.

Ma l’attesa per lo start della gara sarà palpabile nell’aria. In campo maschile le speranze per gli azzurri sono tante, visto che è dal lontano 2000, quando Valbusa tagliò per primo il traguardo, che non si festeggia una vittoria italiana. L’impresa non è delle più semplici. Con l’inserimento della Marcialonga nella Coppa del Mondo lunghe distanze (FIS Marathon Cup) da Nord ci sarà una massiccia discesa di scandinavi e non solo. Lo squadrone nordico lotterà fino all’ultima spinta per conquistarsi il podio e oltre ai “soliti noti” come i fratelli Aukland, Ahrlin, Svaerd e Rezac, che hanno vinto tutte le edizioni disputate in “classico” dal 2003 ad oggi, ci sono gli agguerriti Fredriksson, Svartedal, Oestensen,  Brink, Johnsson, Bajcicac e Jakoubek che sono solo la punta dell’iceberg fra i “top skiers”.

Per l’Italia occhi puntati sul fiemmese Nicola Morandini che corre nel team di Svaerd, settimo lo scorso anno e nel 2010, che si sta sottoponendo a severi allenamenti “double pooling”, anche 80 km al giorno tutti a spinta per assimilare quella tecnica e quella dinamicità caratteristiche di coloro che dominano. E poi ci sono Santus, Kostner, Bonaldi e Paredi, ma c’è anche Zorzi che si sta preparando ad indossare la “maschera” e dimostrare al DT Fauner che forse un posto nella 50 km mondiale ci potrebbe stare.

In campo femminile gara altrettanto attesa e difficile da pronosticare. Due azzurre fra tutte, la fiemmese Antonella Confortola, che aspira come Zorzi a partecipare alla lunga distanza dei 30 km iridati, e Stephanie Santer, ma sono sempre le straniere ad essere in primo piano: Boner, le due Hansson, la Nystroem e la Lintzen.

Bisognerà solo essere pronti a godersi lo spettacolo, perché quello, come la neve…, è di certo assicurato.

Spettacolo che sarà seguito da Rai Sport con diretta dalle 9.30 alle 12.00 con l’utilizzo anche di un aereo ponte per migliorare la distribuzione del segnale, oltre agli elicotteri.

Dulcis in fundo un’iniziativa dell’azienda produttrice Ski Skett che, come la Marcialonga, festeggerà in modo originale i suoi primi 40 anni: per i concorrenti della Marcialonga 2013 che avranno il pettorale che termina con il numero 40 la Crestani Sport metterà a disposizione un premio (Ski roll Ski Skett, borse e zaini porta ski roll, casacche rifrangenti per l’allenamento, abbigliamento tecnico, berretti etc) che sarà assegnato presso lo stand Ski Skett una volta ritirato il proprio pettorale (per le modalità consultare il sito www.marcialonga.it).

 



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

PRESENTAZIONE DEL TROFEO TOPOLINO SCI DI FONDO, 30 ANNI DI SPORT E MAGIA


Mons Dal Covolo: Università Lateranense, una fucina per i giovani di domani”


BINARI PRONTI PER LA MARCIA GRAN PARADISO. ZORZI, HJELMESET E MORANDINI A COGNE (AO)


TAPPA TRENTINA PER IL CHALLENGE GIORDANA. A PREDAZZO (TN) LA TERZA GARA DEL CIRCUITO


MARCIALONGA CYCLING CRAFT NEL SEGNO DI SORRENTI. NUOVI RECORD PER LA GARA TRENTINA


RAGNOLI E GHEZZO PIÙ…”FORTI” A LAVARONE. SPETTACOLO ANCHE CON CATTANEO E BIANCHETTA


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Ieri...

Stesso autore

“LA SPORTIVA EPIC SKI TOUR” ATTO TERZO. ITALIA VS FRANCIA TRA CERMIS E BELLAMONTE

“LA SPORTIVA EPIC SKI TOUR” ATTO TERZO. ITALIA VS FRANCIA TRA CERMIS E BELLAMONTE
  “La Sportiva Epic Ski Tour” il 22 e 23 febbraio in Val di Fiemme Domani start sull’Alpe Cermis dopo il ‘pleasure tour’, sabato a Bellamonte Programma allettante ricco di iniziative di contorno al Palafiemme di Cavalese Oggi - giovedì 21 febbraio - ultimo giorno per iscriversi     Due giornate da non perdere fra gare di scialpinismo sco (continua)

“BUONE NUOVE” ALLA ORTLER BIKE MARATHON. CRESCONO GLI ISCRITTI E TOP ATLETI AL VIA

 “BUONE NUOVE” ALLA ORTLER BIKE MARATHON. CRESCONO GLI ISCRITTI E TOP ATLETI AL VIA
  Ortler Bike Marathon il 1° giugno nella venostana Glorenza Iscritti gli specialisti Urs Huber e Maria Cristina Nisi Il 29 marzo presentazione della gara in compagnia di Konny Looser Aumento della quota di iscrizione dopo il 28 febbraio     100 giorni circa alla Ortler Bike Marathon, tante buone notizie in vista della quinta edizione del 1° giugno nell’altoat (continua)

BIATHLON CHE PASSIONE IN VAL MARTELLO. DUE SPRINT E SUSPENSE ALLA MASS START 60

BIATHLON CHE PASSIONE IN VAL MARTELLO. DUE SPRINT E SUSPENSE ALLA MASS START 60
  IBU Cup in Val Martello dal 14 al 17 marzo Centro del Biathlon innevato e all’avanguardia Doppia prova sprint e Mass Start 60 domenicale Russi favoriti alle ultime tappe della stagione     La Val Martello si trova nella parte occidentale dell’Alto Adige ed è una piccola valle laterale della Val Venosta, è celebre per la produzione di fragole, p (continua)

LE “VOLPI BIANCHE” DEL TEAM FUTURA. BINOMIO ITALIA-RUSSIA E GRANDE LAVORO SUI GIOVANI

LE “VOLPI BIANCHE” DEL TEAM FUTURA. BINOMIO ITALIA-RUSSIA E GRANDE LAVORO SUI GIOVANI
  Buoni risultati per la squadra trentina nella prima parte di stagione Un team fondato negli anni ’80 da un gruppo di amici e divenuto grande Sfilata di campioni olimpici con i colori del Team Futura, ma under 30 in primo piano Dementiev si prende la Moonlight Classic, ad Alexey Chervotkin la GF Val Casies     ASD White Fox – Team Futura, un nome una garanzia (continua)

EPIC SKI TOUR AD UN PASSO DAL TRAGUARDO. CHIUSURA ISCRIZIONI GIOVEDÌ 21 FEBBRAIO

EPIC SKI TOUR AD UN PASSO DAL TRAGUARDO. CHIUSURA ISCRIZIONI GIOVEDÌ 21 FEBBRAIO
  “La Sportiva Epic Ski Tour” il 22 e 23 febbraio in Val di Fiemme Tanti protagonisti iscritti alla terza edizione tra Alpe Cermis e Bellamonte Festa anche… sul percorso con ristori in musica Iscrizioni a 79 euro comprensive di un Base Layer UYN in scadenza     “La Sportiva Epic Ski Tour” in avvicinamento, con una miriade di protagonisti e app (continua)