Home > News > Bando Cre-Attivi. Dalla Camera di commercio di Monza e Brianza in arrivo 250mila euro per le giovani imprese culturali e creative della Brianza

Bando Cre-Attivi. Dalla Camera di commercio di Monza e Brianza in arrivo 250mila euro per le giovani imprese culturali e creative della Brianza

I nuovi creativi brianzoli sono giovani (33,8%), donne (26,8%) e artigiani (43,3%)

 

Monza, 15 aprile 2013. Al via il bando Cre-Attivi, promosso dalla Camera di commercio di Monza e Brianza che ha stanziato 250mila Euro per sostenere le giovani imprese e gli aspiranti imprenditori nei settori culturali e creativi della Brianza.

Il bando si colloca all’interno della linea strategica “Innovazione e Impresa” del Distretto Culturale Evoluto, che vede come capofila la Provincia di Monza e Brianza, uno dei sei distretti sostenuti dal progetto Distretti culturali ideato e realizzato da Fondazione Cariplo, con il duplice obiettivo di valorizzare il patrimonio culturale e di promuovere lo sviluppo del territorio, attraverso un sostegno di quasi 4 milioni di euro solo sul territorio brianzolo (www.fondazionecariplo.it/distretticulturali).

 

Il bando Cre-Attivi  è rivolto ad aspiranti imprenditori e PMI iscritte nel Registro Imprese della Camera di commercio di Monza e Brianza a partire dal 1° gennaio 2012,  che operano o intendano operare nei settori ad alto contenuto culturale, creativo e innovativo. L’agevolazione concedibile complessivamente per azienda consiste in un contributo in conto capitale pari al 50% delle spese riconosciute ammissibili. Gli investimenti proposti dovranno avere un valore pari o superiore a € 5.000 (al netto dell’IVA) pena l’inammissibilità della domanda di partecipazione al Bando. Il contributo massimo concesso è pari a € 20.000 (al lordo delle ritenute del 4%). Le domande di contributo potranno essere presentate dal 15 aprile 2013 al 15 luglio 2013.

 

Il Bando si rivolge alle imprese o agli aspiranti imprenditori che operano o che intendono operare in uno dei seguenti settori ad alto contenuto culturale, creativo e innovativo:

-          MEDIA E INDUSTRIE CULTURALI (cinema e audiovisivo, attività editoriali, musica trasmissioni radiotelevisive, videogiochi)

-          SERVIZI CREATIVI (design, architettura e ingegneria, fotografia, informatica, pubblicità e comunicazione) 

-          ATTIVITA’ CULTURALI ED ARTISTICHE (turismo culturale, incoming turistico, conservazione e fruizione del patrimonio culturale)

-          ICT (INFORMATION & COMMUNICATION TECHNOLOGY), PRODUZIONE DI SOFTWARE, PRODUZIONI WEB, WEB DESIGN

-          TESSILE, MODA, ABBIGLIAMENTO E ACCESSORI CON ALTO GRADO DI INNOVATIVITA’ E CREATIVITA’ (fashion design, bijoux design, jewellery  design, ecc.)

-          ATTIVITA’ AD ALTO CONTENUTO CREATIVO (wedding planning, event management, flower design, garden design, cake design, food design, style coaching, ecc.)

 

Per informazioni: creattivi@mb.camcom.it; 039-2807571/7410; www.mb.camcom.it

 

Durante la fase di promozione del bando sono previsti incontri formativi realizzati e promossi da Camera di commercio di Monza e Brianza e Provincia. Il Distretto Culturale Evoluto punterà invece su canali più smart, come gli “aperitivi dell’innovazione” SPRITZ IT UP, quali  occasioni di incontro non convenzionale con la platea di potenziali nuovi imprenditori nel campo creativo e culturale.

“Per la Camera di commercio questa iniziativa ha un valore strategico perché ci permette di stimolare la nascita di nuove imprese culturali e creative, ad elevato know how, andando al contempo a incrementare l’attrattività del territorio – ha dichiarato Carlo Edoardo Valli, Presidente della Camera di commercio di Monza e BrianzaQuesto bando finalizzato a stimolare il mettersi in proprio, in un settore in cui ci sono ancora margini di sviluppo, valorizza la portata innovativa dei progetti con una attenzione specifica nei confronti dei giovani, delle donne e dell’occupazione, nella logica che il fare impresa, valorizzando le competenze in modo innovativo e sostenibile, possa essere una risposta matura alle difficoltà occupazionali del momento”.

 Vogliamo far crescere nel nostro territorio giovani talenti, vogliamo che i nostri ragazzi non scappino dall’Italia in cerca di fortuna, vogliamo offrire loro un’opportunità concreta. E’ questo lo spirito del bando che presentiamo, una risposta “brianzola”a tutti coloro che hanno voglia di mettersi in gioco in un settore come quello culturale dalle mille potenzialità oggi purtroppo dai più ancora sottostimate – spiegano Dario Allevi, Presidente della Provincia MB, insieme all’Assessore Provinciale alla Cultura e al Lavoro Enrico ElliCosì la Provincia scommette,  insieme alla sua Camera di Commercio, sulla creatività della Brianza e offre ai giovani una casa: a Biassono sta nascendo infatti un vero incubatore di imprese culturali e creative dove, già dall’anno prossimo, si insedieranno le idee capaci di generare impresa e lavoro”.

Le imprese culturali e creative in Brianza Le imprese culturali e creative in Brianza nel 2012 sono 2.210 in crescita rispetto allo scorso anno dell’1,8% con una concentrazione nel settore della programmazione, produzioni di software e attività informatiche (675 imprese) e nelle attività del design specializzate (337 imprese che crescono del 5,3% in un anno).

 

Identikit nuove imprese culturali e creative Tra chi ha aperto un’attività culturale e creativa in Brianza lo scorso anno uno su tre era giovane (33,8%) e più di 1 su 4 donna (26,8%). Tra i nuovi creativi pochi stranieri (3,8% in Brianza, 8,8% in Lombardia), tanti artigiani (quasi la metà in Brianza).

 

I dati, elaborati dall’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese, sono stati diffusi in occasione della presentazione del bando Cre-Attivi, alla presenza di Carlo Edoardo Valli Presidente della Camera di commercio di Monza e Brianza e Dario Allevi Presidente della Provincia di Monza e Brianza.

 

 

 

 

Identikit delle imprese culturali e creative iscritte nel 2012

 

Monza e Brianza

Lombardia

Imprese straniere (in %)

3,8%

8,8%

Imprese femminili (in %)

26,8%

23,9%

Imprese giovani (in %)

33,8%

37,7%

Imprese artigiane (in %)

43,3%

37,7%

 

 

 

Fonte: Elaborazione Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese

 

Imprese culturali e creative in provincia di Monza e Brianza

Settore di attività economica

Attive 31.12.2012

Var. % 2012 / 2011

Attività creative, artistiche e di intrattenimento

155

4,0%

Attività dei servizi di informazione e altri servizi informatici

22

83,3%

Attività di design specializzate

337

5,3%

Attività di produzione, post-produzione e distribuzione cinematografica, di video e di programmi televisivi

85

11,8%

Attività di programmazione e trasmissione, produzione di software, consulenza informatica e attività connesse

675

bando creattivi | camera commercio monza brianza | imprese creative | imprese culturali | imprese brianza | innovazione e impresa | distretto culturale evoluto | provincia monza brianza | fondazione cariplo | aperitivi innovazione | spitz it up | carlo edoardo |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Inferriate di sicurezza: solidità e bellezza di grate per porte e finestre per sentirsi più sicuri.


19/10: CONFERENZA La Casa della Poesia di Monza - Noble Restaurant


Facile.it: ecco quanto spendono le famiglie a Monza


26 ottobre 2012 - FIDAPA presenta la Convention Business Women Forum


“Cre-Attivi”: Fuorisalone di Milano, 12 aprile 2013. Opportunità per aspiranti imprenditori nel settore creatività e cultura


Inferriate per finestre e porte : quanto è importante sceglierle in base alle classi di sicurezza?


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Ieri...

Stesso autore

“Robots & Rinascimento”, l’intelligenza artificiale si connette con il patrimonio creativo italiano e la visione 4.0

“Robots & Rinascimento”, l’intelligenza artificiale si connette con il patrimonio creativo italiano e la visione 4.0
Il meeting svoltosi il 30 gennaio 2018 ha visto protagonista il robot NAO della Scuola di Robotica che ha interagito con gli ospiti. L’incontro, presentato da “LA LOGICA DEL FLUIRE. CHE MERCATO SAREMO” e “COPERNICO”, ha incluso gli interventi di Fiorella Operto, Fabrizio Bellavista e Stefano Lazzari e un saluto di benvenuto di Federico Lessio mentre Luisa Cozzi ha (continua)

“Water Brands” e “Super Brands”: il 21 ottobre 2017 a Milano due grandi eventi al Festival della Crescita

“Water Brands” e “Super Brands”: il 21 ottobre 2017 a Milano due grandi eventi al Festival della Crescita
Al Palazzo delle Stelline di Milano (il primo alla Cult Library, il secondo alla Visions Hall), sabato 21 ottobre alle ore 17 e alle 18.30 si svolgeranno due eventi, all’interno del Festival della Crescita: il primo tratterà di “Water Brand” e del libro “La logica del fluire. Che mercato saremo”, il secondo di “Super Brands” e del volume "S (continua)

Milano Food City 2017. Gifasp premia la prevenzione dello spreco alimentare

Milano Food City 2017. Gifasp premia la prevenzione dello spreco alimentare
Durante l’evento Milano Food City #famedivero, il 9 maggio 2017 presso lo Spazio BASE, nell’epicentro del ‘fuorisalone’ della Food Week, Francesca Meana, designer e membro del comitato esecutivo di Gifasp, ha consegnato un doppio riconoscimento ai migliori lavori presentati per il progetto-laboratorio “140 caratteri o un'immagine” a due classi della Scuola p (continua)

#famedivero: un evento alla scoperta di cultura, socialità e cibo genuino all’interno di Milano Food City 2017

#famedivero: un evento alla scoperta di cultura, socialità e cibo genuino all’interno di Milano Food City 2017
Il food blog Famelici, in collaborazione con la Social Street  “Abitanti intorno al parco Solari”, organizza martedì 9 maggio alle 18.30 presso Spazio Base a Milano, in via Bergognone 34, Zona Tortona, un evento-percorso alla scoperta  del reale significato del termine “genuino” nell’alimentazione e nelle relazioni La Milano Food City 2017 ( (continua)

Uno chef, appartenente al network della Camera di Commercio Italiana in Giappone, ha portato l’agroalimentare italiano nel paese nipponico

Uno chef, appartenente al network della Camera di Commercio Italiana in Giappone, ha portato l’agroalimentare italiano nel paese nipponico
Intervista a Elio E. Orsara, appartenente al network della Camera di Commercio Italiana in Giappone. Lo chef italiano è proprietario di un ristorante, di un forno e di una società di catering; esporta inoltre in Giappone vino e olio italiani e qui ha avviato una produzione di salami, formaggi e prodotti tipici calabresi, insieme ad un’attività di e-commerce. E’ (continua)