Home > Primo Piano > Un calcio alla droga per dire si alla vita!

Un calcio alla droga per dire si alla vita!

Un calcio alla droga per dire si alla vita!

 

E’ proprio il caso di dirlo, per il calcio d’inizio

del Torneo di Calcetto a 5 “Coppa Dico NO alla Droga”

che si è disputata oggi a Padova.

Questa mattina, al Centro Sportivo di Pontevigodarzere, alla presenza di alcune Autorità locali, provinciali, rappresentanti di associazioni di volontariato e oltre 100 giocatori, si è dato il via alla 5a edizione del Torneo “Coppa Dico NO alla Droga”. Particolare “calcio d’inizio” dal messaggio “Un calcio alla droga per dire si alla vita!”

L’iniziativa, dell’associazione di Volontariato “Mondo Libero dalla Droga”, attiva da oltre 20 anni nell’ambito della prevenzione alle droghe, è stata organizzata in occasione del 26 giugno 2013, Giornata Internazionale per la lotta alla Droga.

Come parte della nuova Federazione “Insieme Volontariamente contro le Dipendenze”, l’associazione in questa occasione, oltre al torneo, ha anche realizzato un momento d’incontro per parlare di progetti per il nuovo anno.

Ne sentiamo parlare tutti giorni dai media, le droghe sono ben più di un mero problema sociale, come scrisse anche L. Ron Hubbard, “La scena della droga è mondiale, sguazza nel sangue e nella sofferenza umana”. Oggi, circa 210 milioni di persone di ogni ceto sociale assumono droghe illegali. Quasi 200.000 persone ogni anno muoiono a causa della droga.

Realtà vissuta anche dalla consigliera Raffaella Cabbia Fiorin del comune di Noventa Padovana - che durante il suo intervento ha detto di aver perso due amici per droga vent’anni fa, trasmettendo il suo messaggio veramente in modo sincero e sentito.

Mentre il Sindaco di Grantorto Dott. Luciano Gavin ha ribadito la necessità di essere sempre presenti e partecipi a sostegno di iniziative come quella organizzata in questa occasione, consegnando anche una targa in segno di riconoscimento per l’impegno e la dedizione dei volontari nel condurre costantemente attività di tale valore.

Un netto segno per Dire No alla droga è anche arrivato dall’assessore Provinciale al Volontariato Enrico Pavanetto che ha parlato ai giovani sportivi menzionando l’importanza di vivere una vita libera dalla droga e dall’alcol spronando i ragazzi a sperimentare le emozioni in modo sano e senza uso di sostanze.

Purtroppo - ha sottolineato la portavoce della Chiesa di Scientology Tiziana Bonazza - ogni 12 secondi, un minore in età scolastica sperimenta per la prima volta un qualche tipo di droga illegale. Il consumo di droga in questa fascia di età è aumentato in modo costante negli ultimi dieci anni e l’età dei minori a rischio si è abbassata. Studi hanno dimostrato che quando ai giovani viene fornita la verità sulla droga, che cosa è veramente e che cosa causa, la percentuale di consumo cala proporzionalmente. Ed è per questo che ci impegniamo in tutto il mondo per diffondere gratuitamente i materiali informativi della Verità sulla droga a milioni di persone tramite enti governatvi sociali, educativi e iniziative come quella di oggi.” In questa occasione ha presentato la nuova rivista patrocinata a livello internazionale “Scientology: IN CHE MODO AIUTIAMO - LA VERITA’ SULLA DROGA”.

Grande emozione quando l’assessore Enrico Pavanetto, accompagnato da due giovanissimi “mini calciatori” hanno dato il Calcio d’inizio ad un pallone che riportava la scritta NO ALLA DROGA, dando inizio non solo al torneo ma al nuovo anno d’impegni e lotte delle associazioni per creare un mondo migliore.

Via G.B. Viotti n. 4 35132 Padova email: mondoliberodalladroga@email.it Tel. 345 03662036  www.mondoliberodalladroga.it


 

L R Hubbard | Padova | No alla Droga | calcetto | volontari |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

6° EDIZIONE DEL TORNEO CALCIO A 5 COPPA DICO NO ALLA DROGA


Daniele Biffi, velocista: sono più forte del vento mi dico e dico sempre


FESTEGGIATO A BRESCIA IL 105° ANNIVERSARIO DELLA NASCITA DI L. RON HUBBARD


Approfondimenti sull’ ALCOL


I RAGAZZI DELLA COMUNITA' “L'AQUILONE” VINCITORI DEL TORNEO CONTRO LA DROGA


Mariglianella Un successo il Convegno “Campioni nella Vita e nello Sport. No a violenza, droga e bullismo” promosso dall’Amministrazione Comunale.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Ieri...

Stesso autore

SI PUO’ FARE QUALCOSA A RIGUARDO….

 La Chiesa di Scientology ed i suoi parrocchiani sono impegnati in attività di miglioramento sociale e forniscono aiuto tramite una vasta gamma di attività, in ogni parte della società.   Gli scientologist che mettono la loro esperienza al servizio della comunità sono davvero volontari che offrono ben più della loro disponibilità e determinazio (continua)

"PRENDIAMOCI CURA DEI NOSTRI RAGAZZI PRIMA DEGLI SPACCIATORI"

 Si è tenuto a Padova, a villa Francesconi Lanza, nuova sede di Scientology, il primo incontro operativo di associazioni operanti nel settore della prevenzione e del recupero dalle dipendenze. L'incontro, ha visto tra gli animatori l'assessore del comune di Padova Marina Buffoni, il conduttore televisivo Massimo Martire, il presidente della Federazione "Insieme volontariamente co (continua)

Un consiglio riguardo ai Bambini

   Alla maggior parte dei genitori non viene insegnato come crescere un figlio   sano e felice. Molti di loro, infatti, benché mossi dalle migliori intenzioni,   commettono degli errori nel corso dell’intero processo educativo. Di   conseguenza, è sin troppo comune trovare situazioni familiari infelici, dove la   tensione f (continua)

CHE COSA SONO LE DROGHE E COS’E’ IL PROGRAMMA DI PURIFICAZIONE DI L. RON HUBBARD?

  Svuluppato da L. Ron Hubbard, il Programma di Purificazione è un regime esatto che libera un individuo dai devastanti effetti mentali e spirituali di droghe e sostanze tossiche del passato. E’ l’unico programma del suo genere e offre il dono inestimabile di restituire la vita.     Viviamo in un mondo infestato da droghe e prodotti chimici. Le droghe da strad (continua)

Qual è la sorprendente scoperta di L. Ron Hubbard in merito all’accumulo di droghe e residui tossici nel corpo?

  Negli anni Sessanta e Settanta l’abuso di sostante stupefacenti era diventato assai diffuso nella nostra cultura. A quel tempo, all’interno delle sue più ampie ricerche sulle potenzialità spirituali dell’Uomo, L. Ron Hubbard notò che queste sostanze ostacolavano il progresso spirituale di una persona. Lavorando con svariati ex-tossicodipendenti, fece (continua)