Home > Turismo e Vacanze > Viaggiare informati: cosa fare e soprattutto cosa non fare quando si va all'estero

Viaggiare informati: cosa fare e soprattutto cosa non fare quando si va all'estero

Viaggiare informati: cosa fare e soprattutto cosa non fare quando si va all'estero

Ogni Paese ha le sue abitudini e tradizioni: in Marocco, ad esempio, non si può toccare il cibo con la mano sinistra perché è impuro, se vi trovate in un ristorante o in un bar della Germania e non ci sono più posti liberi, non è un’eccezione condividere il tavolo con estranei, mentre se siete in Scandinavia e volete regalare un fiore ad un’ amica, chiedete prima al fioraio il significato del fiore per non trovarvi di fronte a una situazione imbarazzante. HolidayCheck, portale europeo per le recensioni di hotel, vi spiega come evitare brutte sorprese all’estero e farsi sempre apprezzare in vacanza.

 

Svizzera
La Svizzera si divide in tre principali regioni linguistiche (romancio a parte): Svizzera tedesca, francese e italiana. Questo significa anche tradizioni e culture differenti. Ma ci sono alcune abitudini che restano uguali in tutto il territorio: l’amore per il formaggio con le sue simpatiche usanze è una di queste. Ad esempio, se dividete la fondue con degli amici e lasciate cadere un pezzo di pane nel formaggio colante aspettatevi di fare una sorta di “penitenza”. Una delle penitenze più popolari? Fare il giro del giardino a piedi nudi nella neve. Durante il brindisi ci si guarda sempre negli occhi, ma attenzione: mai incrociare i bicchieri o fare il brindisi con bevande analcoliche, porta sfortuna. Quando salite su un mezzo di trasporto prima di sedervi, è cortese chiedere alla persona già seduta se il posto accanto è libero. Infine, se dovete andare ad un appuntamento, non presentatevi mai in ritardo: gli svizzeri sono famosi in tutto il mondo per la loro puntualità.

 

Inghilterra
Se decidete di andare in Inghilterra, ricordatevi che le buone maniere sono molto importanti. Dimenticare un “per favore” o un “grazie” è segno di maleducazione come pure superare la fila. Quindi, sia che si tratti di una fila per entrare al museo che di una coda alla cassa di un negozio, è meglio attendere con pazienza il proprio turno. Sulle scale mobili della metropolitana restate sempre sulla destra, la sinistra è tenuta libera per chi vuole camminare. Se accidentalmente, mentre passeggiate per la città, andate a sbattere contro qualcuno dite sempre “sorry”, anche se la colpa non è vostra. Per i saluti gli inglesi sono molto riservati: niente baci, meglio una semplice stretta di mano e un abbraccio forte agli amici e parenti. Evitate di fissare a lungo qualcuno e non fate mai delle domande troppo personali. La privacy è un grande valore per gli inglesi e deve essere rispettata.


Paesi Bassi
Un aspetto molto importante della cultura dei Paesi Bassi è il rispetto verso gli altri e lo stare insieme. Quando qualcuno parla lo si ascolta con attenzione senza mai interromperlo. Chi blocca una conversazione è ritenuto poco cortese. Quando si riceve un regalo, è consuetudine scartarlo subito per mostrare a tutti i presenti il suo contenuto. Se siete invitati a cena a casa di un amico è usanza portare fiori o cioccolato. Se volete essere particolarmente apprezzati dai padroni di casa, regalate un prodotto tipico del vostro Paese, gli olandesi vanno pazzi per i prodotti tipici degli altri Paesi.

 

Francia
I francesi hanno un occhio di riguardo particolare per l’aspetto fisico. Che si tratti di una cena in un ristorante oppure di una semplice passeggiata tra negozi, è sempre importante curare il proprio look. Andate in giro ben vestiti: abiti eleganti, niente capelli fuori posto e pelle curata. L’abbigliamento “trasandato” non è molto apprezzato. Anche in Francia le buone maniere sono importanti: gli uomini aprono la porta alle signore e quando si incontra un amico in compagnia di un gruppo di amici, è segno di rispetto stringere la mano a tutti. La tradizione francese vuole inoltre che quando si cena a casa di amici, la padrona di casa sia la prima ad iniziare a mangiare.

HolidayCheck | Viaggiare | Cultura e tradizioni |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Ieri...

Stesso autore

HolidayCheck e airberlin stringono una partnership

HolidayCheck e airberlin stringono una partnership
Per ogni recensione pubblicata su HolidayCheck l’utente guadagna miglia topbonus airberlin     Nuovo accordo di partnership tra HolidayCheck e la compagnia aerea airberlin. Per ogni recensione di hotel pubblicata su HolidayCheck.it  l’utente colleziona 150 miglia per volare gratis con la principale compagnia area low cost in Germania.    Georg Ziegle (continua)

Dall’era glaciale... ai migliori laghi d’Europa

Quando vogliamo staccare la spina e prenderci qualche giorno di riposo spesso pensiamo al mare, dimenticandoci che anche i laghi possono procurarci gli stessi effetti benefici. A questo proposito HolidayCheck.it presenta i più bei laghi d’Europa che possiamo visitare uscendo dal Belpaese. Ohrid Il lago di Ohrid, che si trova al confine tra Macedonia e Albania, è stato di (continua)

Londra: tra principi, matrimoni e ospiti sgraditi

Il prossimo 29 aprile si celebrerà a Londra il matrimonio dell’anno tra il Principe William e Kate Middleton. La città si sta già popolando di curiosi che non vogliono perdersi l’evento. Tra questi anche ospiti non proprio graditi: le cimici che invadono gli hotel di Londra, come testimoniano i turisti sul portale HolidayCheck.it . Piccole, disgustose e pericolo (continua)

Quando la gastronomia è arte

Siete buongustai? Adorate mangiare? Ovunque andiate, vi interessate delle abitudini culinarie del posto? Siete appassionati di fornelli oppure date molta importanza agli aspetti nutrizionistici? HolidayCheck.it vi fa conoscere alcuni tra i più importanti musei gastronomici.                     (continua)

Neve, Spa, relax... Perché no?

Prendere una pausa dalla routine ma ancora non sai se portare il tuo partner a sciare oppure alle terme? Per sfruttare l’ultima neve e allo stesso tempo rilassarsi HolidayCheck.it, il più grande portale europeo di recensioni d’hotel, ha selezionato alcune location che accontentano tutti.                 (continua)