Home > Ambiente e salute > Alcolismo malattia o no?

Alcolismo malattia o no?

Alcolismo malattia o no?

“L’alcolismo è una malattia progressiva, inguaribile e mortale”. Così sostengono vari medici esperti di alcolismo.

L’alcolismo peggiora decisamente con il passare degli anni, si può fermare e curare, ma non si può guarire. Infatti non si può ritornare ad essere bevitori normali o come si dice in gergo “bevitori sociali” a causa della composizione chimica del corpo dell’alcolista che non può essere mutata. Non esistono trattamenti psicologici e medici per guarire questa che ormai abbiamo capito essere considerata una malattia a tutti gli effetti.

E’ una malattia mortale, certo! Migliaia e migliaia di alcolisti che non hanno mai smesso di bere sono morti a causa dei danni provocati dall’alcol (qui linko un interessante risorsa da scaricare che riguarda i danni che l’alcol provoca al nostro organismo ) oppure che sono morti per cause ad esso correlate, nonostante le cause non fossero ufficialmente attribuite all’alcolismo (incidenti, infarti, suicidi ecc.), ma che l’alcolismo stesso ha portato al verificarsi di tali eventi fatali.

C’è da dire,però, che molte persone sono riuscite a fermarsi prima dell’ultimo stadio dell’alcolismo cronico al contrario di altre che non vogliono rendersi conto della loro triste realtà, che non vogliono saperne di curarsi quindi muoiono, spesso soffrendo. Quelle persone che hanno detto basta, si sono accettate come “alcolisti” e hanno seguito un percorso di disintossicazione fisica e mentale proprio per evitare di morire di alcol.

Ci sono fattori psicologici, genetici e sociali che possono giocare un ruolo molto importante nello sviluppo dell’alcolismo. E’ facile abbandonarsi all’alcol per non pensare ai problemi, per divertirsi, per giustificare una propria condizione negativa, così come è facile protrarre nel tempo l’ausilio di questo “amico” per arrivare poi a dover fare i conti con il nostro fisico e con la nostra mente.

I sintomi dell’alcolismo includono il desiderio di assumere alcol, l’incapacità di averne il controllo una maggiore tolleranza ai suoi effetti, e negli stadi più avanzati sintomi di astinenza durante i periodi di lontananza dall’alcol. Purtroppo molti alcolisti negano di avere un problema e sono convinti che possano smettere quando e come vogliono. In molti casi è necessario intervenire al fine di convincerli ad iniziare un trattamento.

Il trattamento di solito comprende la disintossicazione, e la psicoterapia, così come il trattamento di problemi medici associati, e programmi di recupero e di sostegno. L’alcolismo può comportare dipendenza fisica e psicologica , e diventa spesso una forma cronica progressiva. Ci sono situazioni in cui può diventare fatale, quando il consumo di alcol comincia ad interferire con la vostra salute, la vostra vita sociale o con il vostro lavoro.

Gli alcolisti spesso continuano a consumare alcol in grandi quantità nonostante le molteplici conseguenze negative della malattia. Al giorno d’oggi, l’alcolismo è la più grave forma di abuso di alcol. Se una persona ha un problema con il bere, lo può portare semplicemente a problemi di salute o sociali (guida ubriaco, per esempio), ma questo non lo rende ancora dipendente dall’alcol e questo non vuol dire che ha completamente perso il controllo come nel caso dell’alcolismo.

L’alcolismo non ha confini, non conosce età o classe sociale; colpisce tutti, dai giovanissimi agli anziani e tutti i settori della vita possono essere influenzati. Attraverso programmi di recupero come istituti specializzati, terapisti autorizzati e gruppi di sostegno, molte persone stanno scoprendo che ottenere un trattamento per la loro dipendenza è molto facile e possono trovare un valido sostegno. Molte persone non cercano un trattamento per abuso di alcol a causa delle preoccupazioni per la percezione associata al frequentare molti dei tradizionali programmi di recupero offerti in tutto il paese.

Questi programmi di trattamento della dipendenza, però, vengono visti da molti come la “cosa giusta da fare” e un “segno di forza” per aver avuto il coraggio di essersi iscritti in un gruppo di sostegno. Per chi si trova ad avere problemi con l’alcol potrebbe essere utile la mia guida per smettere di bere.  

Concludo,dopo aver visto in queste poche righe una panoramica generale sul significato di alcolismo, invitando le persone che hanno in qualsiasi modo a che fare con un alcolista, a non abbandonarlo a se stesso, ma di tentare il tutto e per tutto per cercare di farlo uscire dal tunnel perchè l’alcolista non è un vizioso, ma una persona malata.

Claudio Bongiovanni

Scarica il report omaggio!

Iscriviti alla newsletter del sito per ricevere periodicamente curiosità, aggiornamenti, offerte www.cambiareadesso.com

smettere di bere | alcolismo | alcol |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

La spirale dell'alcolismo


Intervista a Francesco Codato sul suo nuovo saggio Che cos’è la malattia mentale - Edizioni Psiconline


Francesco Gulli Novartis vaccino contro meningite B parere europeo positivo


Che cos’è la malattia mentale di Francesco Codato - Edizioni Psiconline è in libreria


Premio Carlo Riccardi: arte, moda, spettacolo e beneficenza


Francesco Gulli: “Food and Drug Administration approva vaccino Novartis contro il meningococco B”


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Ieri...

Stesso autore