Home > Cibo e Alimentazione > Dolcetti di mandorla: comprati in pasticceria?? No no…..preparati facilmente a casa!

Dolcetti di mandorla: comprati in pasticceria?? No no…..preparati facilmente a casa!

articolo pubblicato da: gioegio | segnala un abuso

Dolcetti di mandorla:  comprati in pasticceria?? No no…..preparati facilmente a casa!

E tra le infinite leccornie che l’italica tradizione dolciaria propone, si torna sempre a prediligere in senso assoluto quelli che comunemente vengono definiti “ dessert di mandorla “: qualunque siano le tentazioni delle creme, il richiamo delle diverse  decorazioni, le accattivanti forme che le altre prelibatezza possono assumere, ma quella morbidezza e nel contempo quella fragranza che li contraddistingue, il sapore buono ed esclusivo della tradizione, il ricordo di tempi andati, della semplicità e della spensieratezza, di passate  primavere, dell’aria di festa, …..e tanto altro ancora, che ci fa tornare su un classico della nostra pasticceria.

 
Ed una volta tanto possiamo anche noi “osare”, tentando di prepararceli in casa…che ne dite??? Non fosse altro per una gratificazione di tipo personale, affinché quando ce ne deliziamo  e/o li offriamo possiamo godere del particolare retrogusto che ci regala il “…questo l’ho fatto io”!!
Forza, allora….diamoci da fare, navigando in rete e consultando siti e blog di cucina per reperire la ricetta ottimale: sicuramente ci imbatteremo in “scegli delle mandorle di buona qualità, scottale, pelale, macinale sino a farle diventare farina”….e quant’altro ancora: ma sono passi che possiamo superare a piè pari, visto che in commercio, anche sul web in particolare,  sono disponibili i panetti di pasta di mandorla, un concentrato di mandorle zuccherate ed aromatizzate, molto conosciuto nelle regioni del sud del nostro Bel Paese, visto che è utilizzato prevalentemente durante il periodo estivo per la preparazione del dissetante “Latte di mandorla” e della gustosissima “Granita alla mandorla”; ma che, all’occorrenza, può ben essere utilizzato come materia prima per la preparazione degli ammiccanti dolcetti di mandorla di cui stiamo parlando.
 
Allora, come procediamo?? Dotiamoci, anzitutto, di quanto necessario.
 
- Panetto di pasta di mandorle da 250gr
- Un albume di uovo
- Aroma vaniglia
- Sacca a poche
- Carta da forno
 
Lavoriamo (impastando anche manualmente, se preferiamo) il panetto di mandorla, già zuccherato di suo, con l’albume di uovo e l’aroma vaniglia, sino ad ottenere un composto omogeneo, ma nel contempo alquanto morbido e discretamente denso ed attaccaticcio. Lasciamolo riposare in frigo almeno per un’oretta, dopo di che, con l’aiuto della sacca da pasticceria, creiamo sulla carta da forno dei tocchetti non troppo corposi, avendo cura di tenerli distanti tra loro, visto che durante la cottura ne aumenta il volume. A preferenza possiamo guarnirli con la classica ciliegina (rossa o verde), una mandorla, un chicco di caffè,....
Riponiamoli in forno preriscaldato a 180°, lascandoli sin quando non cominciano a “prendere colore” (una decina di minuti circa), avendo cura di levarli tempestivamente affinché non diventino eccessivamente “secchi”; pazientiamo che si  raffreddino e, se preferite, rifiniamoli con una buona spolverata di zucchero a velo che gli regala quel “tocco in più”!!
 
Visto???....nulla di difficile, insomma!! Buone delizie di mandorla a tutti.

vendita on line prodotti tipici calabresi | ricetta pasticcini di mandorle | uso panetto pasta di mandorla |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Corsi di pasticceria a Roma


Bibite tradizionali del nostro meridione: il latte di mandorla.


SIGEP 2017: BRAVO FESTEGGIA I 50 ANNI


OMIA, una crema corpo per ogni pelle


Il talentuoso Ruggiero Carli nuovo Pastry Chef di Emporio Borsari


....quella tradizione di artigianalità & delizia della gastronomia calabrese che si rinnova anche nei dolci di pasticceria.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Ieri...

Stesso autore

Le confetture calabresi al cioccolato: perché di tanto in tanto un "peccatuccio di gola" è concesso!!

Le confetture calabresi al cioccolato: perché di tanto in tanto un
Ormai gli acquisti su internet sono diffusissimi: chi vi ricorre per libri,  per viaggi, chi ancora per capi d’abbigliamento,….sperando di “riuscire a spuntare” prezzi ottimali, cogliendo buone occasioni e proposte sulle vetrine virtuali della rete. Ma ancora, c’è chi vi ricorre in genere cercando qualcosa che non si riesce facilmente a reperire nella dif (continua)

Fichi secchi calabresi: quando l'innovazione si sposa con la più assoluta tradizione artigianale!!

Fichi secchi calabresi: quando l'innovazione si sposa con la più assoluta tradizione artigianale!!
Quando si parla di enogastronomia calabrese subito la mente richiama sapori decisi, quali quelli regalati dal peperoncino, dalla ‘nduja, dai salumi in genere…e di quelli “naturalmente aromatici”, retrogusti intensi racchiusi negli splendidi agrumi dei quali la regione può dirsi fiera. Eppure girovagando tra delizie regionali si scoprono eccellenze anche nel campo d (continua)

Chicche di gusto : il formaggio "ubriaco"!!

 Chicche di gusto : il formaggio
Formaggio e vino, un accostamento rinomato e sicuramente gradito tra i sopraffini intenditori della buona tavola…ma tutto sommato diffuso anche tra l’infinito pubblico dei comuni consumatori. Se poi si tratta di ricercati formaggi dell’italica tradizione gastronomica, affinati ed aromatizzati per un certo periodo di tempo in vinacce di vitigni tipici delle nostre regioni beh, (continua)

Kiwi in Italia: "quali-quantitativamente" la Calabria ne detiene il primato nazionale!!

Kiwi in Italia:
Dite la verità, quando si parla di kiwi (…chissà perché!!) viene spontaneo immaginare ambienti esotici o comunque orientaleggianti; in realtà questo sfizioso frutto dal sapore acidulo, ma al tempo stesso gustoso e rinfrescante, deriva da una coltivazione cinese plurisecolare (…700 anni almeno!!): delizia preferita dagli Imperatori del Sol Levante e la cui (continua)

La confettura di Cipolla rossa, una delizia che stuzzica la curiosità...e la gola!!

La confettura di Cipolla rossa, una delizia che stuzzica la curiosità...e la gola!!
Dite la verità…chi di voi non ha mai sentito parlare delle eccellenti qualità della Cipolla calabrese, quella di Tropea in particolare?? Anche chi non è particolarmente”addentrato” nell’argomento gastronomico avrà sentito decantare le peculiarità di questo prodotto tipico calabrese, ritenuto di una spanna superiore rispetto ad altri (continua)