Home > Altro > MILANO GOLOSA: LA MATERIA, PRIMA DI TUTTO

MILANO GOLOSA: LA MATERIA, PRIMA DI TUTTO

MILANO GOLOSA:  LA MATERIA, PRIMA DI TUTTO

 Dal 15 al 17 ottobre al Palazzo del Ghiaccio prende il via il viaggio del Gastronauta tra gli artigiani del gusto con approfondimenti su farina, luppolo, miele, latte e cacao. Espositori: tante adesioni, tutto esaurito

La materia prima come punto di partenza. Dal 15 al 17 ottobre a Palazzo del Ghiaccio di Milano torna per il quinto anno Milano Golosa, la manifestazione ideata da Davide Paolini dedicata alle eccellenze regionali del paese. 200 gli espositori artigiani confermati, tanti in lista di attesa, in una tre giorni di incontri, laboratori, ricette per un racconto gastronomico che mette al centro il concetto di purezza in cucina e l' importanza di qualità degli ingredienti.

Il programma, in particolare, darà voce a un approfondimento su cinque ingredienti: il cacao, raccontato da Claudio Corallo, agricoltore italiano a Principe- São Tome, considerato il produttore numero uno al mondo di cacao; il latte, con Roberto Rubino presidente Anfosc (Associazione Nazionale Formaggi Sotto il Cielo), Associazione che difende il latte prodotto esclusivamente con il latte di animali al pascolo; il luppolo, rappresentato da Eugenio Pellicciari di Hops Company Italia, la prima azienda italiana a produrre e commercializzare luppolo, principalmente luppoli di origine americana, ma impegnata anche nella ricerca di diversi genotipi autoctoni per selezionare inedite varietà sperimentali di origine italiana.; il miele, con la testimonianza di dell'apicoltore Andrea Paternoster della Mieli Thun che con la sua azienda è impegnato nel promuovere le qualità dei mieli attraverso la ricerca di siti di raccolta sempre più isolati e puri, in grado di offrire mieli mono-origine prima sconosciuti.. E infine la farina, ingrediente alla base della nostra cultura alimentare.


Tra gli ospiti presenti confermate:
Valeria Mosca, nota forager, anima del centro ricerche Wood-ing sui cibi selvatici e Alice Agnelli, fondatrice del blog Gipsy in the kitchen che unisce una cucina leggera a viaggi e moda.

Cibovagando tra i corridoi di Milano Golosa sarà inoltre possibile conoscere tanti prodotti caseari, tra cui il Frant friulano, i formaggi di capra, le caciotte di latte vaccino, il Castelmagno d’alpeggio, il raviggiolo. Tra le novità di questa edizione c’è il trombolotto, un condimento naturale la cui ricetta affonda le sue radici nelle antiche preparazioni dei monaci cistercensi. Il trombolotto è una salsa ai profumi di olio, limone trombolotto e varie erbe. Sarà presente il crunch di Renato Bosco, delle bevande fermentate non alcoliche; tanti vini come il Lambrusco di Modena, il Chianti, il Chiaretto. Tra i salumi: la galantina di pollo, il salame d’oca, il prosciutto di Parma, di San Daniele, di Saint Marcel, di Sauris; la mortandela; la carne, il capocollo di Martina Franca, la porchetta di suino nero lucano; la testa in cassetta ligure. Molte le chicche ittiche, quali la trota affumicata, il salmone la bottarga di muggine. Tanti i panettoni realizzati con la pasta madre.

L’evento sarà aperto al pubblico sabato 15 ottobre (dalle 14.30 alle 22), domenica 16 ottobre (dalle 10 alle 20) e lunedì 17 ottobre (dalle 10 alle 17.30). Tanti gli eventi che coinvolgeranno anche altri luoghi – ristoranti ed enoteche del centro – con il programma di Fuori Milano Golosa. Il biglietto d’ingresso, come nelle passate edizioni sarà di 10 euro a persona, 5 euro per i bambini dai 6 ai 12, bambini minori di 6 anni gratuito. Il programma sarà presto disponibile sul sito della manifestazione (www.milanogolosa.it).

 

 

OkNotizie

Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

MILANO GOLOSA 2016: PIACERI DEL CIBO E CUCINA RESPONSABILE


MILANO GOLOSA: IL MIGLIOR PANINO CHIUDE UN'EDIZIONE DA INCORNICIARE


Intervista di Alessia Mocci a Mario Raso ed al suo Morgete fragranze incise d’agave


AleX Bevilacqua Tratto dal nuovo album “VISIONI D’INSIEME”, dal 4 ottobre in radio il primo singolo “Vita prima di te”


http://rinopruiti.wordpress.com/2012/11/30/buccinasco-una-maschera-di-guy-fawkes-per-rino-pruiti-tagentalopoli/


Le novità per l’autunno/inverno 2016 di Fjällräven


 

I più cliccati

Stesso autore

CONCORSO ORO DEL GARDA 2017: PREMIATI I MIGLIORI OLI GARDA DOP

CONCORSO ORO DEL GARDA 2017: PREMIATI I MIGLIORI OLI GARDA DOP
 Il concorso ha visto confrontarsi gli oli Garda DOP esaminati da una giuria tecnica. Primo premio per la categoria fruttato leggero nella zona orientale, tra i fruttati medi primeggia un trentino   Sono Turri Fratelli Srl di Cavaion Veronese (Vr), per la categoria fruttato leggero, e l'Agraria Riva del Garda di Riva del Garda (Tn), per la categoria fruttato medio, i migliori Olio Gard (continua)

GOURMANDIA 2017: SONO 13 LE MIGLIORI ENOTECHE ITALIANE

GOURMANDIA 2017: SONO 13 LE MIGLIORI ENOTECHE ITALIANE
 Lunedì 15 maggio sarà consegnato il Premio Gastronauta – Cantina Tramin alle migliori enoteche d’Italia. Tra le premiate: Mascareta di Venezia, Al Risanamento di Bologna, Banco Vino e Alimenti di Torino Sono tredici le migliori enoteche in Italia che a Gourmandia – Le Terre Golose del Gastronauta riceveranno il Premio Gastronauta – Cantina Tramin. Un p (continua)

VARIETÀ MINORI: UN PATRIMONIO DA PRESERVARE

VARIETÀ MINORI: UN PATRIMONIO DA PRESERVARE
 La FIVI chiede una deroga per mantenere le vigne di 30 anni di età anche se non conformi ai disciplinari. Si rischia di perdere un patrimonio culturale e di biodiversità Una deroga per salvare dall’espianto le vigne di almeno trenta anni d’età nelle Denominazioni di Origine, anche se non conformi ai disciplinari. È questa la richiesta che FIVI, invita (continua)

UN DECENNALE DA RECORD PER ITALIA IN ROSA

UN DECENNALE DA RECORD PER ITALIA IN ROSA
 Dal 2 al 4 giugno torna in scena Italia in Rosa. La vetrina dei Rosé di Moniga del Garda festeggia la decima edizione con molte novità e con numeri da guinness   Italia in Rosa prepara un decennale da record: la rassegna dei Rosé italiani e dei Chiaretti torna nel ponte della Festa della Repubblica (2-4 giugno) schierando 132 cantine per un totale di 194 etichette (continua)

GELATE NEI VIGNETI: FIVI CHIEDE LA CONTA DEI DANNI

GELATE NEI VIGNETI: FIVI CHIEDE LA CONTA DEI DANNI
 A più di due settimane dal fenomeno ancora nessuna stima ufficiale. I Vignaioli Indipendenti chiedono una comunicazione ufficiale da parte degli enti preposti   La FIVI chiede la conta dei danni delle gelate tardive che hanno colpito a macchia di leopardo i vigneti di quasi tutta Italia nelle scorse settimane. Ad oggi infatti non si ha ancora una percezione precisa della percen (continua)