Home > Cibo e Alimentazione > Il primo Panettone Bio Senza Glutine con lievito naturale è di Fraccaro Spumadoro

Il primo Panettone Bio Senza Glutine con lievito naturale è di Fraccaro Spumadoro

articolo pubblicato da: serenacomunicazione | segnala un abuso

Il primo Panettone Bio Senza Glutine con lievito naturale è di Fraccaro Spumadoro

Battesimo a Parigi per il primo Panettone Bio Senza Glutine con lievito naturale dell’azienda dolciaria artigianale Fraccaro Spumadoro. Sarà presentato in anteprima dal 16 al 20 ottobre nella più grande esposizione del mondo sull’innovazione alimentare.

Prodotto solo con ingredienti biologici selezionati e seguendo la tradizionale ricetta del classico dolce natalizio: nasce così il Panettone Bio Senza Glutine dell’azienda artigianale Fraccaro Spumadoro, il primo al mondo realizzato con lievito naturale e pensato per tutte quelle persone intolleranti al glutine o celiache.

Questa novità realizzata dai Pastry Chef Fraccaro sarà presentata davanti agli operatori di settore e ai buyer mondiali in anteprima fra le grandi tendenze e innovazioni alimentari che caratterizzeranno l’industria agroalimentare di domani, alla fiera Sial di Parigi dal 16 al 20 ottobre al Padiglione 1 Stand D110 all’interno dell’area “Il Buon Gusto Italiano”.
Per le festività natalizie il Panettone Bio Senza Glutine Fraccaro è disponibile sugli scaffali delle migliori pasticcerie di tutta Italia a partire da € 17,90 (nel formato da 500 g) ed è inoltre un prodotto acquistabile dalle persone affette da celiachia con i ticket mensili rilasciati dal Servizio Sanitario Nazionale.

Straordinariamente buono e soffice, il Panettone Bio Senza Glutine Fraccaro, è nato per accompagnare le festività di tutti gli italiani soprattutto degli amanti della cucina biologica e naturale che quest’anno potranno trovare sotto l’albero, oltre ai classici panettoni e pandori della linea Pasticceria Fraccaro realizzati con farina di frumento, anche quello biologico senza glutine, prodotto con farina di riso, fecola di patate e amido di mais, burro, uova, uvetta e frutta candita, tutto da agricoltura bio.

“In Italia sono sempre più le persone affette da celiachia o coloro che soffrono di intolleranza al glutine – afferma Luca Fraccaro, CEO dell’azienda – ed è proprio per loro che, con l’avvicinarsi delle festività, abbiamo voluto realizzare il tradizionale dolce natalizio, ma senza glutine: un panettone prodotto artigianalmente con lievito naturale ed ingredienti gluten free di prima qualità e biologici certificati”.

Questo nuovo Panettone Fraccaro Spumadoro è infatti certificato Bio da Icea ed è inoltre inserito nel registro dei prodotti senza glutine rilasciato dal Ministero della Salute, in quanto per la sua produzione l’azienda dolciaria veneta si è dotata di un laboratorio a parte e di un forno apposito, al fine di evitare qualsiasi tipo di contaminazione con prodotti e farine contenenti glutine.
Una dolce novità che permetterà a tutti di festeggiare il Natale in famiglia, nella maniera più tradizionale!
www.fraccarospumadoro.it
www.shop.fraccarospumadoro.it

 



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Acquistare Yogi Tea scontato


FRACCARO SPUMADORO OPEN FACTORY DAY


I PANETTONI E I DOLCI FRACCARO DA OGGI TRA LE SPECIALITÁ DI EATALY


AL VILLAGGIO DI NATALE FLOVER DEGUSTAZIONE E VENDITA DEI PANETTONI FRACCARO


FRACCARO SPUMADORO IN ONDA SULLA TV NAZIONALE UNGHERESE


31 Ottobre 2016: Fraccaro Café festeggia il secondo anno di apertura


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

IDB GROUP A TUTTOFOOD IL LIEVITATO DA RICORRENZA TRA ESPERIENZE DI GUSTO E SAPER FARE ITALIANO

IDB GROUP A TUTTOFOOD  IL LIEVITATO DA RICORRENZA TRA ESPERIENZE DI GUSTO E SAPER FARE ITALIANO
 Un concept tutto nuovo con emozionanti soluzioni espositive, con colori e materiali ricercati e raffinati. Ampie scaffalature a vista, moduli e vetrine di prelibatezze costruite con eleganza secondo i migliori criteri di merchandising. Una impareggiabile gamma di dolci da ricorrenza capace di ingolosire chiunque per sontuosità e gusto, e che si prospetterà come di consueto di t (continua)

VENETO: BECHÈR SPA AMPLIA LO STABILIMENTO PRODUTTIVO

VENETO: BECHÈR SPA AMPLIA LO STABILIMENTO PRODUTTIVO
 VENETO: BECHÈR SPA AMPLIA LO STABILIMENTO PRODUTTIVO   Un’importante operazione industriale ha messo in campo Bechèr Spa del Gruppo Bonazza con l’ampliamento di uno dei due stabilimenti produttivi di Ponzano Veneto (Treviso). Un investimento di 2 milioni di euro che vede un incremento di forza lavoro e un forte potenziamento della capacità produttiva. (continua)

Manuel Caffè e FISAR insieme a Vinitaly per promuovere la cultura del caffè

Manuel Caffè e FISAR insieme a Vinitaly per promuovere la cultura del caffè
 Sarà la 53°edizione di Vinitaly a diffondere la cultura del caffè. L’azienda veneta Manuel Caffè, produttore d’eccellenza di miscele e FISAR, una delle più autorevoli associazioni di sommelier professionisti, si danno appuntamento per un confronto di esperienze, culture e analogie tra due mondi: caffè e vino.   A Vinitaly 2019 la 1&de (continua)

Alla Treviso Marathon l’energia in una tazza di caffè Manuel

Alla Treviso Marathon l’energia in una tazza di caffè Manuel
 La caffeina aumenta la concentrazione e riduce il senso di affaticamento. Alla 16° edizione della Treviso Marathon, lo sponsor Manuel Caffè invita gli atleti e il pubblico a fare il pieno di energia prima del “via”. Ai blocchi di partenza della storica maratona di Treviso, che si svolgerà domenica 31 marzo, Manuel Caffè sarà in prima linea per dar (continua)

Chiusura bilancio 2018: Bechèr Spa traina il fatturato del Gruppo Bonazza, leader nella produzione di salumi in Veneto

Chiusura bilancio 2018: Bechèr Spa traina il fatturato del Gruppo Bonazza, leader nella produzione di salumi in Veneto
 Gruppo Bonazza Spa chiude il 2018 con 50 milioni di fatturato: + 5% rispetto all’anno precedente. Ad incidere la quota di Bechèr Spa, con un giro d’affari pari a 34 milioni di euro. Crescita a doppia cifra per Gruppo Bonazza Spa, che chiude il 2018 con un fatturato record di 50 milioni di euro e una crescita del 5% rispetto all’anno precedente. Di tutto rilievo la q (continua)