Home > Primo Piano > Gruppi di Parola

Gruppi di Parola

Gruppi di Parola, il bisogno di essere ascoltati. Presentazione dei GRUPPI DI PAROLA per figli di genitori separati GIOVEDI’ 23 MARZO 2017 ORE 15 E ORE 18 Istituto Salesiani, Via del Ghirlandaio 40, Firenze Istituto Salesiani, Via del Ghirlandaio 40, Firenze I "Gruppi di Parola" diffusi in Italia di recente, nascono dalla ricerca di un metodo di ascolto e supporto dei minori che stanno vivendo la separazione dei propri genitori; nati in Canada come "Groupe confidences" organizzati da Lorraine Filion presso il Tribunale di Montreal, sono un valido aiuto per dare spazio alla parola dei figli di genitori separati. Per evitare il rischio della banalizzazione dell'evento separativo, la mediatrice canadese ideò questo intervento dalla forte valenza preventiva, dove erano affrontati i rischi, le ferite, la fatica presenti nella vita pratica e nell'esperienza emotiva dei figli di separati. La parola, che diventa dunque uno strumento, offerta ai figli di genitori separati, affinché questi abbiano la possibilità di accedere ad una loro narrazione dei fatti dolorosi legati al divorzio. Si tratta di un'esperienza in cui il minore può costruire liberamente una rappresentazione verbale dell'esperienza del conflitto vissuto quotidianamente, può dar voce ai suoi desideri e reperire con l'aiuto del gruppo di pari e con la guida protettiva del conduttore, strategie possibili per gestire le relazioni all'interno del suo sistema familiare in cambiamento. Il percorso è strutturato in quattro incontri di due ore ciascuno con cadenza settimanale e all'ultima ora dell'ultimo incontro vengono invitati (con invio di lettera personale) entrambi i genitori per "raccontare" attraverso la lettura di gruppo quanto è emerso negli incontri precedenti (i contenuti vengono scritti sotto forma anonima attraverso semplici frasi o domande rivolte ai genitori). Il numero dei bambini, di età compresa tra 6/12 anni o 13/16 anni, non dev'essere troppo elevato, affinché il dialogo non risulti né troppo personale, né troppo dispersivo (si va dai quattro agli otto partecipanti). Gli incontri si svolgeranno a Firenze, in via Gioberti 37/A dalle 17,00 alle 19,00. Il Gruppo di parola è uno strumento di sostegno per la famiglia che sta attraversando una separazione o un divorzio e che desidera dare al proprio figlio l’opportunità di affrontare più serenamente le trasformazioni familiari in atto. La presentazione, a cura delle Dott.sse Grazia Molesti e Maria Claudia La Volpe, illustrerà i benefici, i contenuti e le date del percorso. Le conduttrici del Gruppo di parola sono professioniste formate presso l’Università Cattolica di Milano, in collaborazione e con la supervisione del Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia. Per informazioni e iscrizioni contattare: Dott.ssa M. Claudia La Volpe mediatrice familiare, counselor e formatrice del Metodo Gordon. Tel 055.494568 – 338.766 83 76 Email:mclavolpe@gmail.com www.palestrapergenitori.it www.alberodeicambiamenti.it Gruppo di parola per figli di genitori separati ”Finché esisteranno relazioni di parola, non saremo mai soli” Silvia Vegetti Finzi Presentazione dei “GRUPPI DI PAROLA” per figli di genitori separati GIOVEDI’ 23 MARZO 2017 ORE 15 E ORE 18 Istituto Salesiani, Via del Ghirlandaio 40, Firenze


Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

ULTIMO APPELLO PER LA MARCIALONGA, ANCORA QUALCHE PETTORALE PER IL 40°


A dieta: Orientamenti sull'attività fisica per adulti


A Dieta: Orientamenti sull'attività fisica per gli anziani


Agenda Personalizzata Regalo 2013


LA THUILE, COGNE, COURMAYEUR E RHÊMES IN VETRINA. EVENTI DI SPESSORE NEL 2013 IN VALLE D’AOSTA


LA VIA CRUCIS DI MARIGLIANELLA IN PROVINCIA DI NAPOLI


 

I più cliccati

Stesso autore

Montecitorio 25 settembre Filippo Cogliandro e la sua Calabria

Montecitorio 25 settembre Filippo Cogliandro e la sua Calabria
FILIPPO COGLIANDRO E LA SUA CALABRIA Palazzo Montecitorio 25 settembre 2017 Palazzo Montecitorio 25 settembre 2017….tantissimi sono i premi e le onoreficenze tributate a Filippo Cogliandro, dal Premio Paolo Borsellino per la sua azione civile e sociale, rivolta prevalentemente agli studenti, alla nomina di Ambasciatore della Ristorazione Antiracket nel mondo - nel 2012 ha creato il progetto (continua)

ATTENTI A NON ASSUMERE TROPPE PROTEINE!

ATTENTI A NON ASSUMERE TROPPE PROTEINE!
Attenti a non assumere troppe proteine! L'assunzione esagerata di proteine distrugge la flora batterica e vi manda facilmente in disbiosi. Il consiglio è di assumere alimenti proteici in giusta maniera , regolarmente e di grande qualità ma soprattutto di non mescolare proteine nel solito pasto altrimenti il segnale che la vostra bocca darà al pancreas per la produzione ed erogazione enzimatica (continua)

Infezioni in gravidanza, articolo 2

Infezioni in gravidanza, articolo 2
INFEZIONE IN GRAVIDANZA ARTICOLO 2 Qualsiasi taglio nello spicchio rende l'attività dell'aglio più forte. Pertanto, maggiore è la superficie interna dello spicchio , maggiore è la dose. Ogni donna dovrebbe conoscere la dose che funziona meglio per lei, dalla dose più bassa, un chiodo di garofano non inciso, ad uno spicchio con una o più piccole fessure della misura di una unghia, ad un ta (continua)

Infezioni in gravidanza

Infezioni in gravidanza
INFEZIONE IN GRAVIDANZA Articolo 1 Usare l'aglio per controllare lo streptococco beta emolitico? L'aglio per contrastare lo streptococco beta emolitico per il quale si fa un tampone a fine gravidanza per verificarne la presenza. In questo modo si evitano infezioni al neonato e si evita l’utilizzo di antibiotici. Lo spicchio di aglio fresco può facilmente curare una infezione dovuta a m (continua)

VIGAN MUSTAFA' E BRANDIMARTE

VIGAN MUSTAFA' E BRANDIMARTE
Vigan Mustafà, l’argento Brandimarte e Firenze sullo sfondo….. Settembre, una notte di stelle, lo scintillare dell’argento di Brandimarte, un insolito ospite, Vigan Mustafà, nel mese di gennaio 2018 lo sfidante ufficiale al titolo italiano categoria mediomassimi, un boxeur con la testa piena di sogni, il cuore rimasto al suo paese, un atleta arrivato da un mondo difficile, ricordi di un mon (continua)