Home > News > DROGA = DEGRADO SOCIALE. UN NO DECISO DAGLI ESERCENTI DEL QUARTIERE SAN MICHELE.

DROGA = DEGRADO SOCIALE. UN NO DECISO DAGLI ESERCENTI DEL QUARTIERE SAN MICHELE.

DROGA = DEGRADO SOCIALE.  UN NO DECISO DAGLI ESERCENTI DEL QUARTIERE SAN MICHELE.

 

Venerdì 21 aprile è ripresa nel quartiere di San Michele a Cagliari, la campagna di prevenzione alle droghe dei volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology.

Nei numerosi negozi, bar e circoli privati presenti nel quartiere si è ripreso a parlare dei pericoli legati alla droga, attraverso la distribuzione dei libretti "La Verità sulla Marijuana", e il dibattito tra i volontari e i cittadini presenti soprattutto nei circoli, è stato animato e interessante, riscontrando molti punti di convergenza sulla necessità di non abbassare la guardia sul consumo della marijuana facendo una netta distinzione tra uso terapeutico e uso ricreativo.

In un quartiere dove il degrado sociale è strettamente legato al consumo e spaccio di droga, è sempre più presente tra gli esercenti e la popolazione la necessità di mettere un freno al problema e in tanti di essi individuano nell'informazione un'arma efficace ed incisiva per una prevenzione responsabile e duratura, condividendo e collaborando apertamente con i volontari.

 

È opinione dei volontari impegnati nella campagna su tutto il territorio regionale, che la lotta allo spaccio e al consumo di droga, con tutti i crimini ad essa collegati, sarà molto più incisiva se nelle azioni verranno attivamente coinvolti tutti i protagonisti presenti nel tessuto sociale, come le Istituzioni, le scuole, le associazioni di volontariato e sportive, le parrocchie, i commercianti e i cittadini sensibili al problema, che sono coloro che subiscono in prima persona i disagi causati da questa piaga sociale.

 

I volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology, nelle prossime settimane saranno presenti nei quartieri di San Michele, Is Mirrionis e San'Avendrace, per promuovere ai cittadini il messaggio di vivere una vita libera dalla droga perchè, come scriveva il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard: "le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l'unica ragione di vivere".

info: www.drugfreeworld.it

fb: fondazioneperunmondoliberodalladroga-cagliari

MARIJUANA | SAN MICHELE | CAGLIARI | HUBBARD |


Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

PER GLI ABITANTI DI SAN MICHELE E' LA DROGA IL PROBLEMA PRIORITARIO DA AFFRONTARE.


A IS MIRRIONIS SI VUOLE VOLTARE PAGINA.


SPACCIATORI E TOSSICI SEMPRE PIU' SFRONTATI IN VIA QUIRRA.


Padova: cittadini, associazioni e residenti contro il degrado


Il 25 giugno, a San Miniato Basso verrà commemorata la Giornata Internazionale contro l'Abuso e il Traffico Illegale di Droga” indetta dall'ONU


 

I più cliccati

Stesso autore

SI FA PREVENZIONE ALLA DROGA NEI CENTRI DELLE VACANZE IN GALLURA

 SI FA PREVENZIONE ALLA DROGA NEI CENTRI DELLE VACANZE IN GALLURA
    Con lo spirito del servizio e di volersi prendere cura dei turisti e villeggianti, i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Missione della Chiesa di Scientology di Olbia, nella serata di mercoledì 16 agosto hanno portato la corretta conoscenza sulla droga nelle località di vacanza di Poltu Quatu, Multa Maria e Porto San Paolo, ridenti locali& (continua)

I TOSSICI? SI FANNO LA COCAINA IN VENA

 I TOSSICI? SI FANNO LA COCAINA IN VENA
  Nuovi risvolti dalle attività di prevenzione contro l'uso di droga: durante la distribuzione di materiali informativi effettuata nella serata di mercoledì 16 agosto, i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology sono stati informati del fatto che i tossici stanno usando farsi la cocaina in vena. Motivo di questo è il fatto ch (continua)

PREVENIRE PENSANDO AL FUTURO DELLE GIOVANI GENERAZIONI

 PREVENIRE PENSANDO AL FUTURO DELLE GIOVANI GENERAZIONI
    Il dovere primario di genitori, amministratori, educatori e di coloro che sono preposti alla educazione dei giovani è quello di creare le condizioni perchè il loro futuro sia il più possibile sereno e sicuro. Dando anche solo un rapido sguardo alla società e alla situazione giovanile in particolare, non si può non essere preoccupati. In nome (continua)

NO ALL'ALCOOL A S. ANDREA FRIUS

NO ALL'ALCOOL A S. ANDREA FRIUS
  Se è vero che, come dice un noto proverbio "l'ozio è il padre dei vizi", la mancanza di attività culturali e ricreative, che spesso sono carenti nei piccoli centri di periferia, porta ad occupare il tempo con diversivi più o meno leciti. Così, un bicchiere in più per refrigerare le serate noiose di questa caldissima estate, lo si appre (continua)

RENDIAMO QUARTU LIBERA DALLA DROGA

RENDIAMO QUARTU LIBERA DALLA DROGA
        qualche settimana fa alcuni cittadini di Cagliari hanno lanciato un vero e proprio SOS: "stanno tornando le scene drammatiche già viste negli anni '80, ha dichiarato un anziano signore ai volontari che facevano una campagna di prevenzione alla droga – in quegli anni in preda all'effetto della droga, i tossicodipendenti andavano andavano in g (continua)