Home > Cultura > Art & Tattoo: Alessandro Fanton - L'Arte oltre la Pelle

Art & Tattoo: Alessandro Fanton - L'Arte oltre la Pelle

Art & Tattoo: Alessandro Fanton - L'Arte oltre la Pelle

Con un’opera d’arte bisogna avere il comportamento che si ha con un gran signore: mettersi di fronte e aspettare che ci dica qualcosa. (Arthur Schopenhauer).

Non dobbiamo attendere invece molto, ogni volta che ci troviamo di fronte ai capolavori epidermici di Alessandro Fanton. Epidermici, sì, perché l’artista in questione è un vero maestro nell’arte del tatuaggio e candidato ideale ad essere uno dei nuovi rappresentanti italiani dell'arte contemporanea, tanto è degno di nota il suo lavoro. Alessandro ha il vero dono artistico, la genialità e la fantasia che convogliano la sua arte ad esprimersi e sperimentare vari supporti, spesso presenti in natura. Chiamarlo tatuatore oggi è riduttivo e i suoi capolavori, in supporti multistrato di Betulla o tiglio, la dicono lunga e confermano che quando l'artista è puro, la sua arte non può avere un limite espressivo, in questo caso la pelle.

Nato a Varese il 3 Gennaio del 1970, Alessandro Fanton è un artista schivo che non ama parlare di se. Proprietario dello studio Sottopelle Tattoo 2.0 di Busto Arsizio (VA), insieme alla socia e bravissima tatuatrice Tania Ruffato, crea vere e originali proprie opere d’arte sulla pelle dei suoi clienti che vengono da tutta Italia e anche dall'estero per vantare sul proprio corpo la sua firma indelebile.

Eppure lui ama la clientela di nicchia, non partecipa a gare e non pubblicizza la sua arte. Solamente chi ha fiuto può scoprire sulla propria pelle, cosa significa farsi tatuare da un vero artista dell'ago. L'arte fa la differenza!

Punto di forza di Fanton sono indubbiamente i tatuaggi in stile Trash Polka, testati su se stesso, dei quali ne va molto fiero, ma anche le meravigliose opere realistiche che realizza con grande passione e trasporto.

Qualche gallerista contemporaneo ha iniziato carpire ciò che si muove dentro le sue meravigliose pirografie su legno multistrato a cui l’artista si dedica nei momenti liberi, e chissà se tutto questo non porterà ad un nuovo connubio tra Arte contemporanea e tatuaggi spingendo ancora l'arte verso l'oltre.

Per Contatti: 0331/ 1629893 - 

Tania +39 340/7992542 - Alessandro +39 348/3003221



Commenta l'articolo

 
 

I più cliccati

Stesso autore

CALCHI PRADA: l'Arte del pancione esplode in Italia

CALCHI PRADA: l'Arte del pancione esplode in Italia
Nel 2013 due geniali signori inglesi, CJ Munn e Andre Masters, lanciano l’idea di produrre calchi in gesso dei pancioni di alcune loro amiche e conoscenti in dolce attesa. Un regalo davvero originale per queste donne, che per prime, hanno ora un ricordo permanente e tangibile del loro periodo gestazionale. La notizia non ha tardato a diffondersi e, ben presto, i due vengono tempestati di ri (continua)

Mosca - Due opere italiane di Giorgetti battute all'asta a 3.069.293 di Rubli Russi

Mosca - Due opere italiane di Giorgetti battute all'asta a 3.069.293 di Rubli Russi
Mosca - Settembre 2017 - All'asta sperimentale, organizzata dalla Art House & Contemporary ZilArt di Mosca, parte di un evento speciale di Sotheby's, erano presenti collezionisti privati e curatori di tutto il mondo. Le due opere retro illuminate, vendute dell'artista e facenti parte della collezione Point de Suture del 2014, sono state battute al prezzo record, per un contemporaneo emergente (continua)

Mosca - Due opere italiane di Giorgetti battute all'asta

Mosca - Due opere italiane di Giorgetti battute all'asta
Mosca - Settembre 2017 - All'asta sperimentale, organizzata dalla Art House & Contemporary ZilArt di Mosca, parte di un evento speciale di Sotheby's, erano presenti collezionisti privati e curatori di tutto il mondo. Le due opere retro illuminate, vendute dell'artista e facenti parte della collezione Point de Suture del 2014, sono state battute al prezzo record, per un contemporaneo emergente (continua)

L'Arte sta morendo, fecondiamola! Ecco i buchi di Giorgetti

L'Arte sta morendo, fecondiamola! Ecco i buchi di Giorgetti
L'astrattista Alessandro Giorgetti punta il dito, con un attacco in piena regola, inferto a mani nude, al mondo dell'arte, persa nel vuoto inespressivo, dalla ripetitività conformata e ormai reggente. "The Hole" si chiama l’ennesima provocazione che l’artista impiega, per dare una scossa e un’impronta indelebile all’arte contemporanea. Squarcia le sue tele (continua)

Arte a Verona: La mostra di Giorgetti prorogata a fine Giugno

Arte a Verona: La mostra di Giorgetti prorogata a fine Giugno
Visto il successo Veronese, che negli ultimi mesi ha portato migliaia di visitatori, a Casa Mazzanti Art café alla mostra “L’evoluzione dell’astrattismo” del maestro Alessandro Giorgetti; gli organizzatori in accordo con la curatrice Roberta Tosi e l'artista, a seguito delle insistenti richieste, hanno deciso di protrarre l'esposizione le opere, quindi, rimarranno an (continua)