Home > Cultura > L’INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DELLO SFIORIRE - Una mostra fotografica celebra la “leggera” bellezza delle donne adulte

L’INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DELLO SFIORIRE - Una mostra fotografica celebra la “leggera” bellezza delle donne adulte

L’INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DELLO SFIORIRE - Una mostra fotografica celebra la “leggera” bellezza delle donne adulte

 

Donne e fiori hanno un destino comune: profumare il mondo e sfiorire con classe.

 

È ciò che dimostreranno le foto della mostra che oggi viene inaugurata a Rocca di Botte, all’interno del Festival della Piana del Cavaliere

 

“L’Insostenibile leggerezza dello sfiorire” vuole, attraverso le immagini di Annarita Contu, Piero Fadda e Luca Corsetti, con un percorso di accostamento tra fiori agée e donne over 50, sfatare uno dei miti più radicati e pericolosi della nostra società: quello che bellezza e gioven siano inscindibilmente legati.

 

Quando non si è più giovanissime, la bellezza non è più un peso ma diventa leggerezza. Superati i 50 anni si può esprimere una bellezza diversa frutto di serenità acquisita, esperienza di vita, equilibrio interiore. Con questo lavoro fotografico, che mette in parallelo dei bellissimi fiori che hanno superato il momento della fioritura, e donne che sono nella stessa fase, vogliamo lanciare un messaggio importante, che speriamo, venga apprezzato e compreso. Le donne sono fiori d’acciaio se riconoscono se stesse, come le splendide strutture realizzate dalla LF Italy.

 

Protagoniste indiscusse di questa mostra sono, quindi, le Donne, a prescindere dalla razza, provenienza sociale e orientamento sessuale o religioso, che porteranno una testimonianza forte, in contrapposizione con i canoni dell’estetica moderna, che vede nelle rughe il male, e non i solchi di una vita vissuta pienamente e consapevolmente.

 

Il mito della Eterna Giovinezza è presente nella nostra cultura fin dagli albori.

 

Si favoleggiava di una Fonte Magica, in grado di far tornare giovani e forti coloro che vi si immergevano.

 

La società del ventunesimo secolo si è impadronita di questo concetto e l'ha reso imperativo per tutti coloro che non vogliano farsi escludere da una immersiva società dell'immagine”, provocando un fenomeno di estremo rifiuto dell'idea dell'invecchiamento, del decadimento fisico, in una parola: dello sfiorire.

 

Mostra coraggiosa questa, che tenta dinfrangere un tabù, che spinge a riflettere e a rivedere i nostri canoni di bellezza, ma in generale il modo di percepire la realtà e di focalizzare l’attenzione.

 

E che ci ricorda come il profumo pintenso sia della rosa che appassisce.

Per Info
Associazione I Fotografi Ambulanti, www.fotografiambulanti.it 

Annarita Contu, annarita@fotografiambulanti.it, cell. 338.1326144
Piero Fadda, piero@fotografiambulanti.it, cell. 3483801852
Eugenio Bernardi, eugenio.bernardi@tin.it, cell. 335.6276549
 

Chi siamo

 

“I Fotografi Ambulanti”. L’Associazione ha come scopo la condivisione della cultura attraverso larte e la fotografia in particolare, promuovendo corsi, workshop di Fotografia e ha al suo attivo numerose mostre e collaborazioni.

La stampa delle foto, su carta Hahnemühle Photo Matt Fibre, è realizzata dall’Associazione. (http://www.fotografiambulant

mostra fotografica | Associazione “I Fotografi Ambulanti” |


Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Alberto Stylòo PEACH


Occhiali, da necessità a must have per le fashioniste


GUARDARE LE STELLE NON È COME LEGGERE IL GIORNALE: il secondo singolo di Stefano Vergani in rotazione radiofonica


Donne e motori...mostra su Gianni Bertini a cura di Raffaella A. Caruso inaugura con EXPOARTE la stagione delle fiere d'arte


Le Cinque Anime della Scultura | Roberto Piaia in mostra a Como


L'ARTISTA CLARA DE SANTIS ALLA PRO BIENNALE MAGGIO 2017 CON VITTORIO SGARBI


 

I più cliccati

Stesso autore

Marco Tullio Barboni e il suo “…e lo chiamerai destino” a Trevignano, Roma e Anzio

Marco Tullio Barboni e il suo “…e lo chiamerai destino” a Trevignano, Roma e Anzio
Un Agosto interessante per la cultura, con tre incontri ravvicinati e da non perdere con Marco Tullio Barboni: sceneggiatore, regista, scrittore all'esordio letterario con "...E lo chiamerai destino", un percorso suggestivo tra conscio, inconscio, visioni, cinema e altre dimensioni del reale. Come dice egli stesso, Marco Tullio, "appartiene ad una famiglia di cinematografari&rd (continua)

INCONTRIAMOCI ad Anzio II edizione, Attraverso Le Pieghe del Tempo

INCONTRIAMOCI ad Anzio II edizione, Attraverso Le Pieghe del Tempo
Numerosi i nomi dei professionisti premiati ad Anzio il 7 luglio scorso, quando  si è svolta  una delle varie tappe annuali itineranti della kermesse italiana Photofestival Attraverso Le Pieghe Del Tempo, giunta oramai alla VII edizione e diretta dall'Associazione culturale Occhio dell'Arte. A condurre, il regista e presentatore radiofonico e televisivo Anthony Peth, coadiuvato d (continua)

...E LO CHIAMERAI DESTINO: un anno di successi e recensioni

...E LO CHIAMERAI DESTINO: un anno di successi e recensioni
Marco Tullio Barboni, soggettista, sceneggiatore, regista, e da oltre un anno anche romanziere di successo con la sua opera prima "...e lo chiamerai destino" (Edizioni Kappa), fa un bilancio più che positivo della sua nuova veste di scrittore.  "Sono davvero soddisfatto" - dichiara l'Autore - "Mesi di esperienze, incontri, confronti... e, soprattutto, un grand (continua)

Anche Marco Tullio Barboni ospite a EscaMontaEditorial

Anche Marco Tullio Barboni ospite a EscaMontaEditorial
Si è tenuta il  27 giugno 2017, presso la prestigiosa sede FUIS (Federazione Unitaria Italiana Scrittori) di Roma, in Piazza Augusto Imperatore 4, la presentazione EscaMontaEditorial di Stretti sentieri, raccolta di Haiku Senryu Tanka e Waka di Lorenzo Poggi e di EscaMontage Magazine N.0, III numero. Molti gli illustri ospiti del mondo dell’arte e della cul (continua)

Centro del Bandoneón di Roma GRANDE CONCERTO -LA MUSICA SUDAMERICANA: DAL MALAMBO AL TANGO - Martedì 18 luglio, ore 19.30 - Auditorium CasACLI

Centro del Bandoneón di Roma GRANDE CONCERTO -LA MUSICA SUDAMERICANA: DAL MALAMBO AL TANGO - Martedì 18 luglio, ore 19.30 - Auditorium CasACLI
Auditorium CasACLI di Roma  (Vicolo del Conte, 2   incrocio Via Bravetta - Via Cassetta Mattei) Martedì 18 luglio, ore 19.30 La Musica Sudamericana: dal Malambo al Tango Orchestra Sinfonica Giovanile "J.G. Artigas del Sodre dell'Uruguay con Héctor Ulises Passarella e Roberto Passarella (bandoneón) e la partecipazione di Ensemble del Centr (continua)