Home > Economia e Finanza > Yuan in ripresa contro il dollaro. Occhio ai dati macro in arrivo

Yuan in ripresa contro il dollaro. Occhio ai dati macro in arrivo

Per lo Yuan è stata una settimana positiva nei confronti del dollaro. La valuta cinese ha infatti guadagnato molto terreno, e alla fine la chisura settimanale di venerdì del cross USD / CNH è stata al di sotto del livello di supporto chiave di 6.7377. Nel corso della seduta di giovedì, l'istituo centrale cinese (PBOC) è intervenuto rafforzando la correzione dello Yuan al 6.7307 (pari a 222 pips), ossia il livello più basso visto da ottobre 2016. Il cambio USD / CNH continua a muoverso lungo un trend ribassista da maggio, e ci stiamo avvicinado al territorio di ipervenduto identificabile con l'indicatore RSI. Per questo motivo potrebbe esserci una ripresa la prossima settimana. Occhio anche alla formazione di Harami e engulfing pattern trading.

La Cina non toccherà il tasso di interesse

yuanA livello di appuntamenti macro, verrano pubblicati il dato sulle PMI cinesi e il Caixin PMI che potrebbero essere dei driver primari per i movimenti dello Yuan. Nel frattempo i leader politici della Cina si sono riuniti per definire la strategia economica della seconda metà del 2017. Da questo meeting è emerso che il paese si focalizzerà sull'obiettivo di "cercare progressi pur mantenendo la stabilità". In termini di politiche, la Cina continuerà ad attuare "una politica fiscale proattiva e una politica monetaria prudente". Questo significa che la PBOC non dovrebbe toccare il tasso di interesse, ne' in aumento ne' in diminuzione nei prossimi due trimestri. Questo vuol direche chi opera con il trading online miglior broker forex italiano dovrà guardare soprattutto ai dati macro per definire le strategie sullo Yuan.

Ricordiamo che nella prima metà del 2017, il PMI ufficiale si è fermato nell'intervallo tra 51,2 e 51,8, quindi in zona espansione. Il report di luglio dovrebbe rimanere in questa fascia, forse a quota 51,5 secondo la previsione di consenso di Bloomberg. Per quanto riguarda invece il PMI di Caixin, che è andato in contrazione a maggio (meno di 50), dovrebbe esserci uan ripresa fino a 50,4. Tuttavia nel settore manifatturiero non sono stati osservati miglioramenti sostenibili, per cui difficilmente potremmo avere un forte sostegno alla quotazione dello Yuan.

trading | forex | yuan | usd |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Euro, altra giornata positiva sui mercati valutari


WOC 2014: A FOLGARIA LA SPRINT RELAY EMOZIONA ANCHE TECNICI E RAPPRESENTANTI FISO


Nuovi scenari per i mercati finanziari


Le botti, custodi del vino


Mercato valutario, la BNS ci ha provato ma il franco resta forte


Eurozona ancora frenata dall'inflazione. Sale, ma quanto può reggere da sola?


 

I più cliccati

Stesso autore

Valute digitali, si fa sentire il contraccolpo dal Giappone

Sono giorni pesanti per il settore delle valute digitali. A rendere il clima poco propenso per il trading su questo asset sono le notizie giunte dal Giappone. E' stato infatti messo a segno un attacco hacker, a causa del quale sono letteralmente spariti 500 milioni di dollari. L'annuncio è stato dato da Coincheck, che aveva deciso anche di sospendere tutte le contrattazioni sulle criptovalu (continua)

Quotazione del platino, il sostegno arriva dalla gioielleria?

Se il re dei metalli è senza dubbio l'oro, ce n'è un altro che sta cercando di rifarsi una vita dopo la crisi del 2008: il platino. A differenza di quanto successo al metallo giallo, la quotazione del platino non è mai più riuscita a tornare ai livelli che aveva raggiunto prima dello scoppio della crisi. Nel 2008 infatti valeva 2.200 dollari l’oncia, poi è (continua)

Materie prime, ottime prospettive sui mercati nel 2018

Il mercato delle materie prime potrebbe avere un grosso slancio nel 2018. Secondo alcuni analisti ci sarebbero quattro ragioni che lo fanno pensare. Anzitutto la crescita economica molto solida che si registra nei paesi sviluppati e in via di sviluppo. In secondo luogo la debolezza del dollaro statunitense. In terzo luogo la presenza di ulteriori stimoli fiscali e infine una offerta limitata, vist (continua)

Titoli azionari, ecco l'alternativa redditizia al Bitcoin

Nel 2017 il grande protagonista dei mercati finanziari, quello che tutti gli appassionati di trading ricorderanno, senza dubbio sarà Bitcoin. Ma ci sono titoli azionari che hanno fatto anche meglio. Lo vedremo tra poco. Non c'è dubbio che la performance della valuta digitale sia stata strepitosa. Da poco ha raggiunto anche quota 17mila dollari, salvo poi precipitare verso i 13mila a (continua)

Mercati, calano le Borse Europee. Euro tonico sul dollaro

Il primo giorno settimanale di contrattazioni sui mercati finanziari si è chiuso con un calo diffuso per le piazze europee. Piazza Affari è scesa dello 0,76%, mentre Londra ha perso lo 0,35% e Francoforte lo 0,46%. Non è andata bene neppure Wall Street. Per quanto riguarda invece i mercati asiatici, dopo che c'era stata una prima spinta iniziale è arrivata una improvvis (continua)