Home > Economia e Finanza > Yuan in ripresa contro il dollaro. Occhio ai dati macro in arrivo

Yuan in ripresa contro il dollaro. Occhio ai dati macro in arrivo

Per lo Yuan è stata una settimana positiva nei confronti del dollaro. La valuta cinese ha infatti guadagnato molto terreno, e alla fine la chisura settimanale di venerdì del cross USD / CNH è stata al di sotto del livello di supporto chiave di 6.7377. Nel corso della seduta di giovedì, l'istituo centrale cinese (PBOC) è intervenuto rafforzando la correzione dello Yuan al 6.7307 (pari a 222 pips), ossia il livello più basso visto da ottobre 2016. Il cambio USD / CNH continua a muoverso lungo un trend ribassista da maggio, e ci stiamo avvicinado al territorio di ipervenduto identificabile con l'indicatore RSI. Per questo motivo potrebbe esserci una ripresa la prossima settimana. Occhio anche alla formazione di Harami e engulfing pattern trading.

La Cina non toccherà il tasso di interesse

yuanA livello di appuntamenti macro, verrano pubblicati il dato sulle PMI cinesi e il Caixin PMI che potrebbero essere dei driver primari per i movimenti dello Yuan. Nel frattempo i leader politici della Cina si sono riuniti per definire la strategia economica della seconda metà del 2017. Da questo meeting è emerso che il paese si focalizzerà sull'obiettivo di "cercare progressi pur mantenendo la stabilità". In termini di politiche, la Cina continuerà ad attuare "una politica fiscale proattiva e una politica monetaria prudente". Questo significa che la PBOC non dovrebbe toccare il tasso di interesse, ne' in aumento ne' in diminuzione nei prossimi due trimestri. Questo vuol direche chi opera con il trading online miglior broker forex italiano dovrà guardare soprattutto ai dati macro per definire le strategie sullo Yuan.

Ricordiamo che nella prima metà del 2017, il PMI ufficiale si è fermato nell'intervallo tra 51,2 e 51,8, quindi in zona espansione. Il report di luglio dovrebbe rimanere in questa fascia, forse a quota 51,5 secondo la previsione di consenso di Bloomberg. Per quanto riguarda invece il PMI di Caixin, che è andato in contrazione a maggio (meno di 50), dovrebbe esserci uan ripresa fino a 50,4. Tuttavia nel settore manifatturiero non sono stati osservati miglioramenti sostenibili, per cui difficilmente potremmo avere un forte sostegno alla quotazione dello Yuan.

trading | forex | yuan | usd |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Euro, altra giornata positiva sui mercati valutari


WOC 2014: A FOLGARIA LA SPRINT RELAY EMOZIONA ANCHE TECNICI E RAPPRESENTANTI FISO


Nuovi scenari per i mercati finanziari


Le botti, custodi del vino


Mercato valutario, la BNS ci ha provato ma il franco resta forte


Eurozona ancora frenata dall'inflazione. Sale, ma quanto può reggere da sola?


 

I più cliccati

Stesso autore

Bitcoin fa ricco Wikileaks: guadagno del 50000%

Per un motivo o per l'altro, il Bitcoin è destinato sempre a far discutere. L'ultima notizia riguarda però un fatto davvero curioso. Julian Assange, il fondatore di Wikileaks, ha infatti ammesso di aver accumulato una fortuna investendo nella criptovaluta più nota del pianeta. La cosa curisoa è che non è stata una grande intuizione finanziaria a fargli accumulare (continua)

Mercato del greggio, avvio di settimana in rialzo

Comincia con il segno positivo la settimana sui mercati petroliferi. Lunedì mattina infatti i future sul greggio statunitense WTI (West Texas Intermediate) salgono così come il petrolio Brent. Peraltro il mercato sta inviando dei segnali di aumento della volatilità. Secondo i dati, di una delle migliori app trading con bonus, i future sul WTI vengono negoziati a $ 49,83, mentr (continua)

Broker: HSBC multato pesantemente dalla FED

Arrivano sanzioni molto pesanti per uno dei broker più noti del pianete, ovvero Hsbc Holdings. Il colosso dei mercati finanziari è infatti stato multato dalla Federal Reserve lo scorso fine settimana, per una cifra pari a 175 milioni di dollari. Il motivo è connesso all'indagine in corso da anni per la manipolazione del mercato del Forex. Peraltro Hsbc non è il solo ope (continua)

Sterlina in calo: prese di profitto. Occhi puntati su Carney

La sterlina scivola contro le altre principali valute del Forex in questo avvio di settimana. A spingere gli investitori alle vendite sono soprattutto due driver. In primo luogo le prese di profitto a seguito dei rialzi della settimana scorsa, e in secondo luogo il dibattito a distanza tra il segretario degli affari esteri Boris Johnson e il capo delle statistiche U.K David Norgrove riguardo al co (continua)

BCE, anche Coeure avverte: "Rischio QE prolungato"

Dopo i giorni intensi vissuti dalla BCE settimana scorsa, quando c'è stato il meeting di politica monetaria, stamane ha parlato Benoit Coeure, membro del consiglio esecutivo della Banca Centrale Europea. Il tema caldo rimane chiaramente l'inflazione. Secondo Coeure infatti il rischio che si assista ad un nuovo calo dei prezzi al consumo è concreto, specie se l'euro continuerà (continua)