Home > Moda e fashion > Tubolari metallici e lacche, la nuova collezione ArTchitecture di Catuma è un’ode al design di interni di Eileen Gray

Tubolari metallici e lacche, la nuova collezione ArTchitecture di Catuma è un’ode al design di interni di Eileen Gray

Tubolari metallici e lacche, la nuova collezione ArTchitecture di Catuma è un’ode al design di interni di Eileen Gray

 Ancora una volta la “Maison au bord de la mer” o E-1027, splendida dimora in Costa Azzurra progettata da Eileen Gray, architetto, designer, fotografa irlandese, ha guidato la realizzazione degli occhiali Catuma.   

Lo stile architettonico della perla bianca arroccata sul litorale di Rocquebrune-Cap-Martin, aveva già ispirato la special edition “E-1027: Tribute to Eileen Gray”, che il brand aveva dedicato al genio di questa donna, capace di influenzare le moderne tecniche di progettazione, nonché l’intera collezione ArTchitecture, lanciata da Catuma nel 2016.  
La casa ‘au bord de la mer’ è infatti un omaggio d’amore per l’architettura e per Jean Badovici, architetto 10 anni più giovane e amante della Gray. Questa volta però, protagonisti della nuova collezione ArTchitecture, sono i mobili polifunzionali che arredano la casa, arredi disegnati da Eileen Gray per far sì che “anche nella casa più piccola uno potesse sentirsi solo, completamente solo”, inneggiando all’indipendenza e alla libertà.  
La poltrona “No Conformism”, la splendida seduta “Bibendum”, il divano “Montecarlo”, le sedie, i tavolini ispirati al Bauhaus, anime della villa, hanno come elemento ricorrente l’utilizzo dei tubolari in acciaio. I complementi sono parte integrante della casa: ruotano, scorrono e si racchiudono in sé stessi, seguendo l’esposizione solare, tematica amatissima dalla Gray.  
A questi gioielli del design dell’epoca moderna, Catuma dedica la nuova collezione ArTchitecture: cinque modelli inediti in cui l’acciaio sembra seguire le linee immaginarie delineate dalla mente del designer. Forme voluttuose ma essenziali, leggere, si aprono in cigliari quasi aerodinamici. Montature rotonde, esagonali, quadrate, spigolose e complesse, divengono eteree grazie a linee curve e diritte che si contrappongono e si rincorrono, arricchite da giochi geometrici di pieni e vuoti. Ciascuna montatura viene resa preziosa da lacche a contrasto o inserti in essenze pregiate, applicate manualmente da artigiani pugliesi, omaggio alla tecnica di decorazione dei mobili che Eileen Gray ereditò dal maestro Sugawara nel 1909 a Parigi. 
Anche i nuovi modelli, insieme a Levante, anticipazione della collezione che verrà lanciata in occasione di Silmo 2017, portano i nomi dei venti del Mediterraneo: Ponente, Libeccio, Grecale, Ostro, Scirocco, richiamo all’imponente mappa nautica posta in una delle sale della villa E-1027, “deturpata” da Le Corbusier con uno degli otto murales denigratori nei confronti della Gray.  
Ogni elemento della nuova serie ArTchitecture è dotato di lenti con marchio Zeiss e antiriflesso interno, ed è reso immediatamente riconoscibile da una preziosa U incisa a laser e riempita con lacca oro posta sul terminale sinistro.   
 
 

occhiali | accessori | catuma | eyewear | fashion | moda | eileen gray | Architettura |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Catuma lancia “E- 1027 – Tribute to Eileen Gray”, la capsule collection ispirata al design moderno e voluttuoso della pioniera dell’estetica


Rivoluzionaria, surrealista, innovativa: Catuma lancia la capsule collection ispirata allo stile di Elsa Schiaparelli


Catuma svela “Levante”, forte come l’acciaio e leggiadro come il vento


Il ‘Lightwall’ disegnato da Mark Anderson per Laurameroni Design Collection, un prodotto che incorpora architettura, arredamento ed illuminazione


Laylight presenta White Inspiration, tutte le sfumature del bianco


Made Expo 2013: in Fiera tutte le novità di Resstende


 

Ieri...

Stesso autore

Dadà presenta la special edition “Kiki”: omaggio all’iper femminilità con un tocco di spregiudicatezza

Dadà presenta la special edition “Kiki”: omaggio all’iper femminilità con un tocco di spregiudicatezza
 In occasione del Natale 2018, Dadà Eyewear lancia sul mercato un piccolo gioiello dell’occhialeria italiana. Si tratta di “Kiki”, una montatura che prende il suo nome da Kiki de Montparnasse, la celebre modella amante di Man Ray che infiammò gli anni ’20 con la sua eleganza, anticonformismo e bellezza.   Kiki, La Reine, fu ritratta anche da Mo (continua)

Casa AB by m12 AD: un’alternanza di lucido e opaco, di colori caldi e riflessi metallici per un appartamento studiato come uno scrigno

Casa AB by m12 AD: un’alternanza di lucido e opaco, di colori caldi e riflessi metallici per un appartamento studiato come uno scrigno
 Un sapiente lavoro di esaltazione degli interni, di ridefinizione degli stessi, per regalare spazio e un look contemporaneo a un appartamento costruito negli anni ’70. Per il progetto Casa AB, di m12 AD, l’architetto Michelangelo Olivieri ha puntato contemporaneamente su due fronti: sulla composizione degli spazi e sulla commistione di differenti pattern materici. La committenz (continua)

Casa AB by m12 AD: un’alternanza di lucido e opaco, di colori caldi e riflessi metallici per un appartamento studiato come uno scrigno

Casa AB by m12 AD: un’alternanza di lucido e opaco, di colori caldi e riflessi metallici per un appartamento studiato come uno scrigno
 Un sapiente lavoro di esaltazione degli interni, di ridefinizione degli stessi, per regalare spazio e un look contemporaneo a un appartamento costruito negli anni ’70. Per il progetto Casa AB, di m12 AD, l’architetto Michelangelo Olivieri ha puntato contemporaneamente su due fronti: sulla composizione degli spazi e sulla commistione di differenti pattern materici. La committenz (continua)

DADA’ lancia Ri-Vista: contrasti tattili e visivi tra differenti consistenze materiche, per una collezione ludica e raffinata

DADA’ lancia Ri-Vista: contrasti tattili e visivi tra differenti consistenze materiche, per una collezione ludica e raffinata
La carta stampata, il suo profumo, la consistenza tattile. Il fruscio che provocano le pagine quando sfogliate…per anni il digitale ha rimpiazzato il piacere della cellulosa e il mondo sensoriale legato ad essa. Nell’epoca del Dadaismo, la carta stampata era carica di significato. Le riviste erano veicoli attraverso i quali potevano diffondersi le idee, contrarie alle opinioni corrent (continua)

Masseria Faraona partner del progetto “Save The Olives”: insieme per combattere la Xylella

Masseria Faraona partner del progetto “Save The Olives”: insieme per combattere la Xylella
Luglio 2018- Masseria Faraona, azienda produttrice di vino e olio di elevata qualità, sin dalla sua fondazione nel 2010, ha come valori aziendali la difesa e la valorizzare di vitigni e uliveti autoctoni pugliesi. Attraverso cure quotidiane, quasi maniacali e piene di amore per la terra, dei vigneti che si distendono ordinati ai piedi del Castel del Monte e degli uliveti attigui, Masseria (continua)