Home > Altro > Pietro Salini racconta il progetto Valfornace: la ricostruzione dopo il terremoto

Pietro Salini racconta il progetto Valfornace: la ricostruzione dopo il terremoto

 "Abbiamo lavorato bene con l'amministrazione locale - ha detto Pietro Salini - e siamo riusciti ad aprire la struttura prima dell'anno scolastico. È un bel segnale", che sottolinea come "si può ricostruire un paese". L'amministratore delegato di Salini Impregilo ha inaugurato con queste parole la nuova scuola per i 120 alunni di Valfornace (Macerata). La struttura accoglierà bambini e ragazzi dalla scuola dell'infanzia alla secondaria di primo grado e che va a sostituire il vecchio istituto "Ugo Betti", reso inagibile dal sisma. L'edificio è stato donato da Salini Impregilo e dal 15 settembre ospiterà gli alunni che lo scorso anno hanno frequentato le lezioni sotto a tendoni o in strutture provvisorie.

Pietro Salini | Salini Impregilo |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

NEVRUZ, 4 anni dopo l’esperienza XFACTOR si rilancia con il singolo LA PROTESTA


NEVRUZ, 4 anni dopo l’esperienza XFACTOR si rilancia con il singolo LA PROTESTA


Valfornace, si inaugura la scuola donata da Salini-Impregilo


Pietro Salini: 2017 in linea con i target


Pietro Salini: "Ripartiamo dalla scuola"


Valfornace, si torna a scuola dopo il sisma


 

I più cliccati

Stesso autore

Salini assume 50 ingegneri italiani. Per gli Stati Uniti

Salini Impregilo punta sugli Stati Uniti. Il general contractor, che proprio negli Usa si è aggiudicato importanti contratti (qui il focus di Formiche.net) assumerà 50 giovani ingegneri italiani per lavorare negli Stati Uniti. Cifra che potrebbe anche aumentare se si considera il maxi-piano per le infrastrutture appena lanciato dal presidente americano,  (continua)

Salini Impregilo, innovazione: sfida per paese è programma a lungo termine

"La vera sfida per il nostro Paese e' fare un programma sul modello di sviluppo futuro. Quando visito Paesi anche piccoli, e vado a Doha o a Dubai, mi rendo conto che tutti hanno un programma al 2030 o al 2050. La nostra sfida e' il futuro". Cosi' Pietro Salini, amministratore delegato di Salini Impregilo, parlando di innovazione nel suo intervento alla tavola rotonda organizzata da Radi (continua)

Salini Impregilo. Cinquanta giovani ingegneri italiani negli Usa

Cinquanta giovani ingegneri italiani saranno assunti da Salini Impregilo per lavorare negli Stati Uniti. Lo annuncia il gruppo in una nota. «Salini Impregilo continua ad immaginare il suo futuro insieme con i giovani talenti che saranno i nostri nuovi manager», afferma Pietro Salini, amministratore delegato della società, lanciando il nuovo piano di selezione per giova (continua)

Innovazione e infrastrutture: più spazio ai privati

Banche e imprese intorno al tavolo. Con un filo rosso: spingere su infrastrutture e innovazione, con un sistema bancario che sappia accompagnare questa evoluzione. Tutti concordi nel chiedere un quadro di regole certe. «L’Italia ha una sfida: il modello di sviluppo del futuro. Va pensato oggi», dice Pietro Salini, ad del gruppo Salini-Impregilo. Il rilancio delle infrastrutture h (continua)

Salini Impregilo: visione a lungo termine per le infrastrutture per stimolare gli investimenti

Una visione a lungo termine per le infrastrutture e un sistema regolatorio al servizio di trasparenza e redditività del settore, per cavalcare la ripresa anche in Italia. Questa la formula per stimolare la crescita economica e l’innovazione nel settore infrastrutturale espressa da Pietro Salini, Amministratore Delegato Salini Impregilo, durante il 24esimo Congresso Assiom Forex svolto (continua)