Home > Altro > Terremoto, Valfornace riparte dalla scuola

Terremoto, Valfornace riparte dalla scuola

 Oggi è il primo giorno di scuola anche a Valfornace. Gli alunni del plesso Ugo Betti entrano nella nuova struttura, ricostruita dopo il sisma delle Marche. Un risultato ottenuto grazie alla collaborazione tra pubblico e privato. La scuola è infatti stata donata da Salini Impregilo. L'ad del gruppo Pietro Salini: "È un bel segnale per l'Italia". La struttura ospiterà 120 alunni, che nei mesi scorsi hanno seguito le lezioni in tendoni e soluzioni provvisorie.



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Terremoto, Salini Impregilo dona una scuola nella Marche


Terremoto nelle Marche: a settembre l'inaugurazione della nuova scuola a Valfornace


Terremoto MArche, Salini Impregilo ricostruisce una scola in 22 settimane


Giovedi 24 maggio: Comincia il CARROPONTE 2012.. prima serata con il famoso jazzista etiope Mulatu Astatke


Insediato il nuovo consiglio comunale di Tarquinia


Mariglianella Manifesto 2 Giugno Festa della Repubblica


 

I più cliccati

Stesso autore

Scopri Milano con i bus turistici di Open Tour Milan

Scopri Milano con i bus turistici di Open Tour Milan
Il Teatro e il Museo alla Scala, il Duomo con le sue terrazze, la Pinacoteca di Brera, il Museo Nazionale delle Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci. Queste sono solo alcune delle attrazioni di Milano, che potrai raggiungere comodamente con i bus a due piani di Open Tour Milan. Due percorsi e oltre 37 fermate per scoprire gli angoli più suggestivi e nascosti della città, (continua)

Salini assume 50 ingegneri italiani. Per gli Stati Uniti

Salini Impregilo punta sugli Stati Uniti. Il general contractor, che proprio negli Usa si è aggiudicato importanti contratti (qui il focus di Formiche.net) assumerà 50 giovani ingegneri italiani per lavorare negli Stati Uniti. Cifra che potrebbe anche aumentare se si considera il maxi-piano per le infrastrutture appena lanciato dal presidente americano,  (continua)

Salini Impregilo, innovazione: sfida per paese è programma a lungo termine

"La vera sfida per il nostro Paese e' fare un programma sul modello di sviluppo futuro. Quando visito Paesi anche piccoli, e vado a Doha o a Dubai, mi rendo conto che tutti hanno un programma al 2030 o al 2050. La nostra sfida e' il futuro". Cosi' Pietro Salini, amministratore delegato di Salini Impregilo, parlando di innovazione nel suo intervento alla tavola rotonda organizzata da Radi (continua)

Salini Impregilo. Cinquanta giovani ingegneri italiani negli Usa

Cinquanta giovani ingegneri italiani saranno assunti da Salini Impregilo per lavorare negli Stati Uniti. Lo annuncia il gruppo in una nota. «Salini Impregilo continua ad immaginare il suo futuro insieme con i giovani talenti che saranno i nostri nuovi manager», afferma Pietro Salini, amministratore delegato della società, lanciando il nuovo piano di selezione per giova (continua)

Innovazione e infrastrutture: più spazio ai privati

Banche e imprese intorno al tavolo. Con un filo rosso: spingere su infrastrutture e innovazione, con un sistema bancario che sappia accompagnare questa evoluzione. Tutti concordi nel chiedere un quadro di regole certe. «L’Italia ha una sfida: il modello di sviluppo del futuro. Va pensato oggi», dice Pietro Salini, ad del gruppo Salini-Impregilo. Il rilancio delle infrastrutture h (continua)