Home > Cultura > Brusciano Festa per il 100esimo Compleanno della ricamatrice Maria Terracciano. (Scritto da Antonio Castaldo)

Brusciano Festa per il 100esimo Compleanno della ricamatrice Maria Terracciano. (Scritto da Antonio Castaldo)

Brusciano Festa per il 100esimo Compleanno della ricamatrice Maria Terracciano. (Scritto da Antonio Castaldo)

 A Brusciano, venerdì 22 settembre 2017, è stata festeggiata per il suo Centesimo Compleanno la ricamatrice Maria Terracciano, vedova di Francesco di Maio (1917-2005) con il quale ha condiviso 60 anni di matrimonio e la genitorialità dei figli Maria Luisa e Antonio detto Willy.

L’incontro con il cronista, Antonio Castaldo, nasce dall’invito delle badanti Viorica Petrica Baciu, che assiste Nonna Maria dal gennaio 2010 e Galia coniugata con il bruscianese Antonio D’Amore. Tutti e tre hanno pensato di fare una sorpresa alla famiglia Terracciano-Di Maio facendo da collegamento anche con l’Amministrazione Comunale di Brusciano che è stata presente alla cerimonia attraverso la partecipazione dell’Assessore alle Politiche Sociali, Licia Mocerino, la quale ha consegnato una pergamena a nome del Sindaco Giosy Romano,  esprimendo gli auguri personali, quelli di tutta l’Amministrazione Comunale e dell’intera Comunità di Brusciano per il Centenario Compleanno alla Signora Maria Terracciano.

I figli della festeggiata, Maria Luisa e Willy, hanno ricordato l’estrema generosità di mamma Maria, grande lavoratrice che al telaio del ricamo si apprestava ogni giorno dalle ore 5 del mattino a sera inoltrata, attiva fino all’età di 80 anni, per consegnare quello che più frequentemente le veniva commissionato: “Il Primo Letto”, la biancheria matrimoniale della prima notte di nozze. L’intraprendente Maria Terracciano è stata anche in America, per circa un anno alla fine degli anni ’50. Più rigida nell’educazione dei figli mamma Maria, più aperto e permissivo papà Francesco, in una famiglia che continua negli affetti e nelle capacità professionali con la figlia Maria Luisa Di Maio, docente di materie letterarie alla Scuola Media “Aliperti” di Marigliano, coniugata con Luigi Napolitano ex dipendente INPS. A loro volta genitori di Ida, Avvocato a Catania da dove ha inviato una pergamena per Nonna Maria; e Maria Pia, scenografa, che da Ciampino ha raggiunto i familiari per il centenario della nonna.

L’altro figlio di Zia Maria, Antonio Di Maio, noto ristoratore, è conosciuto in Italia e all’estero come Willy, presente alla festa con la compagna Carmen Guadagni.

Fra i numerosi presenti a porgere gli auguri, a brindare e consumare il ricco buffet, vi erano amici, vicini di casa e parenti: da Brusciano, Maddalena Di Maio in Masullo, Pasquale Di Maio e Anna Sanicoli, Antonio Di Maio e Maria; Franca Porcaro, Carla Picariello ed il coniuge Tobia Marmorino;

da Marigliano, Elisabetta Romano e la sorella  Rosa, Rosamunda Boschi, Luisa Mundo e Luigi Monaco; Brunella Maione e Gaetano Vivo; i coniugi Sabina Liuzzi e Antonio Corrente con la figlia Katia e suo marito Antonio Petraglia da Paestum.

La nipote Ida, ha fatto pervenire dalla Sicilia dove ridiede, una pergamena a Nonna Maria con un affettuoso messaggio ricordando “Quanta fatica hanno sostenuto quelle braccia, oggi rugose, quanti dipinti sono stati creati, intrecciando fili colorati, dal lavoro di quelle dita oggi deformi. Ricami inestimabili che adornano le nostre case e che portano con sé l’essenza di te. La tua dolcezza, la tua precisione, la tua ospitalità, la tua forza, la tua dedizione il tuo essere donna nelle varie epoche, ma soprattutto il tuo essere  moglie, mamma e nonna” e così concluso: “Grazie di questi 100 anni che hai dedicato in vario modo, alle persone che hanno avuto la fortuna di conoscerti e di amarti. E come avrebbe detto il nonno … per altri 100 anni”.

La bella festa per i 100 anni di Maria Terracciano si è conclusa con il taglio della torta con l’iscrizione “Maria Auguri 100”. Brindisi finale e poi tutti a nanna con l’alone augurale di vivere la propria vita lungamente e piena di soddisfazioni come quella di Nonna Maria, un esempio di laboriosità e dedizione alla famiglia come nella migliore tradizione bruscianese.


IESUS Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali - Brusciano NA -

Brusciano 100 Anni di Maria Terracciano |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

BRUSCIANO GRANDIOSO INIZIO 140ESIMA FESTA DEI GIGLI IN ONORE DI SANT'ANTONIO DI PADOVA. di Antonio Castaldo


BRUSCIANO LA QUESTUA DEL GIGLIO AMICI DEL PARULANO


BRUSCIANO LA QUESTUA DEL GIGLIO GRUPPO DI AMICI PER SANT'ANTONIO


BRUSCIANO HA ELETTO GIOSY ROMANO A SINDACO di Antonio Castaldo


BRUSCIANO IL 21 AGOSTO INIZIA LA FESTA DEI GIGLI di Antonio Castaldo


BRUSCIANO L'ASSOCIAZIONE GIGLIO ORTOLANO 1875 PRESENTA IL PROGETTO PER LA BALLATA 2014 CON LO SCENOGRAFO " PASQUALE TERRACCIANO AUTORE DI "ARABESQUE" di Antonio Castaldo


 

I più cliccati

Stesso autore

Scisciano “Libero Negro” al Teatro Comunale Sabato 24 Febbraio alle ore 20,00. Autoproduzione La Carrozza D'oro Prog (Scritto da Antonio Castaldo)

Scisciano “Libero Negro” al Teatro Comunale Sabato 24 Febbraio alle ore 20,00. Autoproduzione La Carrozza D'oro Prog (Scritto da Antonio Castaldo)
 A Scisciano giunge ad una nuova prova di impegno civile e culturale l’associazione “YaBasta-Restiamo Umani” i cui promotori e attivisti dal sito http://www.yabasta.net/chi-siamo/ si qualificano come  “costruttori di utopie concrete” la cui missione in progress è quella di “recuperare un luogo dopo l’altro e riempirlo di contenuti, di soli (continua)

Napoli Gruppo Operario ‘E Zezi dopo 50 di assenza riporta la “Cantata della Zeza” in città. Patrocinio Comunale e collaborazione Associazione Sedili di Napoli. (Scritto da Antonio Castaldo)

Napoli Gruppo Operario ‘E Zezi dopo 50 di assenza riporta la “Cantata della Zeza” in città. Patrocinio Comunale e collaborazione Associazione Sedili di Napoli. (Scritto da Antonio Castaldo)
 La sfilata di Carnevale a Napoli, in Centro Storico e Decumani, ha visto il ritorno, dopo 50 anni di assenza di rappresentazione, della “Cantata della Zeza” messa in scena dal “Gruppo Operaio ‘E Zezi” di Pomigliano d’Arco fondato e diretto da Angelo De Falco, “O’ Prufessore”. L’evento Carnevale 2018 è stato voluto dall&rsquo (continua)

Napoli: Il “Gruppo Operario ‘E Zezi” dopo il 36° Corteo di Carnevale a Scampia porta martedì 13 “La Cantata della Zeza” nel Centro Storico. (Scritto da Antonio Castaldo)

Napoli: Il “Gruppo Operario ‘E Zezi” dopo il 36° Corteo di Carnevale a Scampia porta martedì 13 “La Cantata della Zeza” nel Centro Storico. (Scritto da Antonio Castaldo)
A Napoli Scampia, domenica  febbraio è stata svolta con grande partecipazione, nei mille colori partenopei, regionali e nazionali, la 36esima edizione del corteo di Carnevale del quartiere a Nord di Napoli sul tema "Mezzogiorno di fuochi, chi appiccia, chi soscia e chi stuta". La sfilata è partita da Via Monte Rosa, dal centro sociale fondato da Felice Pignataro e Mi (continua)

Napoli: Il Gruppo Operaio “E Zezi” partecipa al Carnevale 2018 con “La Canzone di Zeza”. (Scritto da Antonio Castaldo)

Napoli: Il Gruppo Operaio “E Zezi” partecipa al Carnevale 2018 con “La Canzone di Zeza”. (Scritto da Antonio Castaldo)
A Napoli l’Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco Luigi De Magistris, con l’Assessorato alla Cultura retto da Nino Daniele, e la Municipalità 4 comprendente i Quartieri di San Lorenzo, Vicaria, Poggioreale e Zona Industriale, ha concesso il Patrocinio per il Carnevale 2018 nel Centro Storico e dei Decumani che vedrà la partecipazione del Gruppo Operaio ‘E Zez (continua)

Napoli: OdG Campania "Giornalismo e deontologia professionale". Il saluto del Cardinale Sepe. (Articolo scritto da Antonio Castaldo)

 Napoli: OdG Campania
Presso la sede RAI di Napoli, sabato 3 febbraio scorso i giornalisti della Campania  hanno partecipato ad corso di sul tema: “Periferie dell’informazione e periferie delle città nella deontologia professionale”. Dopo il saluto di benvenuto di Antonio Parlati, Vice Direttore del Centro Rai di Napoli e la presentazione del Presidente dell’Ordine regionale dei gior (continua)