Home > Moda e fashion > Brandimarte al Salviatino con Show Your Silver

Brandimarte al Salviatino con Show Your Silver

Brandimarte al Salviatino con Show Your Silver
“SHOW YOUR SILVER” L’argento di Brandimarte al Salviatino Venerdì 22 settembre l’evento “Show Your Silver” al Salviatino organizzato da Marco Milocco, Managing Director dell’Hotel Salviatino, “esperienza al servizio del lusso” come lo definisce Genius People Magazine, che ha creato per gli ospiti, in un processo di “osmosi con la natura”, un evento dove l’arte e l’artigianato di Brandimarte incontrano la grande bellezza del luogo. E Show Your Silver è stato l’evento di Bianca Guscelli Brandimarte, dove l’argento ha fatto da primo attore, la musica ha avvolto gli spettatori trascinandoli, senza distoglierli, quasi una magia, in un mondo popolato da giovani donne bellissime, protagoniste di storie indossate e narrate da loro stesse, gli argenti Brandimarte, un totale cortocircuito con la realtà attuale, quella di Bianca Guscelli, la nipote, bella e coraggiosa, diventata imprenditrice per amore, nostalgia, tenerezza……..Un linguaggio, donne che mostrano al collo e ai polsi i bagliori freddi dell’argento, che sembra apparentemente solo effetto ma mostra in realtà segni e codici di un Rinascimento dell’artigianato e del “fatto a mano” che ha fatto sognare Firenze, e che la nipote ripropone, con puntiglioso orgoglio, la libertà di espressione e l’invito a rompere con le regole del pezzo d’argento, prezioso, per dissacrarle ma non annullarle, solo riscrivendole, l’argento di Bianca Guscelli Brandimarte, di oggi, attuale, che sa di tradizione e radici, rimandi e allusioni. Come un giocoliere Bianca Guscelli Brandimarte centra anche la comunicazione e il messaggio di questo evento, colpisce nel centro con una immaginaria freccia, scoccata per riproporre sempre, di nuovo, continuamente, il concetto aziendale e la filosofia del nonno Brandimarte e lo fa con garbo, senza sperimentare ma studiando effettivamente la materia, l’argento, nella sua anima, lo scompone e lo seziona, tirando fuori una nuova modernità, pulita, lineare, sobria, gioca con i suoi gioielli fantastici, bagliori freddi e sensuali che sembrano nascondersi fra la natura affascinante del Salviatino, abbandonandosi alle mille declinazioni del verde, crea una gara, un gioco, davanti ad una giuria costituita da giornalisti, dall’attore Gaetano Gennai, Kagliostro, la regista Cinzia TH Torrini e dall’Artista Elisabetta Rogai facendo sfilare 8 modelle vestite dalla giovane stilista Giulia Bechi per trovare la testimonial de “Il volto Brandimarte”, per la stagione autunno inverno 2017/2018. E Bianca Brandimarte ha voluto presentare inoltre un maestro artigiano che si è esibito con tecniche di cesello e sbalzo, dimostrando la tradizione e l’innovazione di oggi, con i decanter e i bicchieri della “Linea Vino” di Brandimarte abbinata all’immagine della “Donna Silver” di Elisabetta Rogai, un volto femminile dipinto usando per la prima volta l’aceto di vino, ottenendo dunque l’immagine di donne nuove per una evoluzione progettuale che spinge a costruire un legame tra tradizione e innovazione proprio per dare all’espressione Made in Italy non solo i contenuti ma soprattutto i valori dell’esclusivo, della personalizzazione e dell’originalità. www.brandimarte.com press: Cristina Vannuzzi

fashion | artigianato | arte | cultura |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

La cooperativa Cearpes, oggi gestito dalla coop LILIUM. non era un lager ma un centro di eccellenza a livello nazionale.


La cooperativa Cearpes, oggi gestito dalla coop LILIUM. non era un lager ma un centro di eccellenza a livello nazionale.


Esce il nuovo album di Carmelo Amenta " I gatti se ne fanno un cazzo della trippa"


Moda donna Autunno/Inverno 14.15


I Re “Platinum” di ACSI sono Marzocchi e Giacometti, Gianluca Faenza best team dello Zero Wind Show


Rai Pubblicità chiude il 2015 con risultati positivi: soddisfazione di Piscopo


 

I più cliccati

Stesso autore

Outfit perfetto Kyara calzature

Outfit perfetto Kyara calzature
KYARA Calzature per sognare......sono solo scarpe? Kyara, capolavori da indossare, un brand che vuol dire ricerca, artigianalità, eccellenza….ed è nella creatività in cui la stilista ha sempre creduto e cercato, in quanto ha perfettamente compreso che, anche se l’abito può essere low cost o meno appariscente, sono proprio le scarpe che rimangono il vero accessorio fashion, la donna che si r (continua)

Le Bal de la Baronne

Le Bal de la Baronne
LE BAL DE LA BARONNE 3a edizione del Ballo della Baronessa Béatrice, organizzato dall'Associazione culturale monegasca AIDA, evento che si è svolto a Villa Ephrussi de Rothschild a Saint-Jean-Cap-Ferrat, tema di questo anno “Gli splendori della Corte dai tempi di Luigi XV”. Una folla di ospiti internazionali si sono ritrovati in Costa Azzurra, venerdì 6 luglio 2018, per far rivivere (continua)

KIARA CALZATURE PER SOGNARE

KIARA CALZATURE PER SOGNARE
KIARA Calzature per sognare......sono solo scarpe? Kiara, capolavori da indossare, un brand che vuol dire ricerca, artigianalità, eccellenza….ed è nella creatività in cui la stilista ha sempre creduto e cercato, in quanto ha perfettamente compreso che, anche se l’abito può essere low cost o meno appariscente, sono proprio le scarpe che rimangono il vero accessorio fashion, la donna che si r (continua)

Revenge a Capri

Revenge a Capri
REVENGE LA BELLEZZA COME ARTE A Capri un viaggio di “revange” nella bellezza La moda più bella, fantasiosa, innovativa é fatta da artisti e che, come diceva Picasso, l'artista é un bambino e quel bambino diventa magicamente uno stilista capace di giocare con l'ispirazione rubata alla natura e con le sperimentazioni più contemporanee grazie alla poesia, che genera disegni per prodotti del fu (continua)

A Caltagirone la Personale del Maestro Lorenzo Chinnici

A Caltagirone la Personale del Maestro Lorenzo Chinnici
Caltagirone (Sicilia). Luglio 2018. Palazzo Comunale personale del maestro Lorenzo Chinnici, “Angeli a Calatagèron”. Il ricordo dello spirito irrequieto del Caravaggio, che visse tra il 1608 ed il 1609 nella città calatina, sarà presente alla mostra, attraverso la mediazione del famoso Craig Warwick “L’uomo che parla con gli Angeli ha captato vibrazioni provenienti proprio da Caltagirone. (continua)