Home > Cultura > ENRICO NADAI- L'ASSASSINO DEL MONDO

ENRICO NADAI- L'ASSASSINO DEL MONDO

ENRICO NADAI- L'ASSASSINO DEL MONDO
Un uomo amava nuocere la sua vita giornaliera ripetendosi frasi abominevoli come: “Un giorno qualcuno mi ucciderà! Non sarà un tumore… No, no… Per quello ho il vischio di quercia. Non è la malattia che mi angustierà… è quel Qualcuno pronto a piantare il suo coltello nella mia carne. È già dietro l’angolo il tremendo sicario. Lo sento! Lo sento!” Per quanto egli fosse umbratile, non era pazzo. Odiava il mondo: lo tormentava l’assenza di perfezione e beltà. Allora si doleva ingannandosi e rimuginando un delitto perfetto, di cui lui fosse la vittima. Ma quella pienezza sanguinaria che sembrava raggiungibile solo con il trasporto del suo pensiero paranoide, non si traduceva mai in realtà. Per questo le sue torbide fantasticherie si direzionavano verso mete ben più ampie: erano violente, spietate, spaventevoli. L’invasamento lo portava ad immaginare distruzioni abnormi, gemiti collettivi, angosce e pianti senza fine, furori divini, sofferenze inascoltate di nazioni e popoli in fiamme. In una simile mescolanza era espressa tutta la grandezza del Dolore, il solo compagno saldo del genere umano. Ma quanto ancora avrebbe dovuto attendere prima di una così gloriosa devastazione? Non vedeva l’ora di assistere allo spietato assassinio del grande mosaico terrestre. Voleva che la fine della propria vita o dell’esistenza dell’intera umanità sulla terra – in una realtà orrenda come quella quotidiana – raggiungesse l’acme della magniloquenza. Era convinto che se non si poteva essere all’altezza di una grande costruzione, lo si doveva essere per un enorme abbattimento. E lui, che giorno dopo giorno macchinava nella sua mente il simultaneo soffocamento di tutte le cose, lo era.

CULTURA | RELIGIONE | MUSICA | POESIA |



Commenta l'articolo

 
 

I più cliccati

Stesso autore

A TRIESTE INSEGNAMENTO PADMANSAMBHAVA

 A TRIESTE INSEGNAMENTO PADMANSAMBHAVA
 A TRIESTE INSEGNAMENTO PADMANSAMBHAVA Nei giorni 28 – 29 ottobre 2017 il Ven Khenpo Tashi Sangpo abate dei centri Sakya per l’ Europa , visiterà il Centro Sakya Kunga Choling di Trieste dando insegnamenti e iniziazione su PADMASAMBHAVA DETTO ANCHE GURU RINPOCHE , considerato il secondo Buddha che portò il Buddhismo dall’ India al Paese delle nevi il Tibet (continua)

FARRA DI SOLIGO (TV)- BELLISSIMO CONCERTO AL "BON BOZZOLLA" PER LA FESTA DEI NONNI

FARRA DI SOLIGO (TV)- BELLISSIMO CONCERTO AL
Per organizzare certi eventi, senza che venga il sospetto che si tratti del mero rispetto di una ricorrenza da calendario, ci vuole una buona dose di sensibilità. L'attitudine non manca certo all'Istituto Bon Bozzola di Farra di Soligo (Tv) che, festeggiando anche il suo 25° anno di fondazione, ha organizzato, in occasione della “Festa Nazionale dei Nonni”, lunedì 2 ottobre 2017, la manifestaz (continua)

“HILDEGARD’S VISION” E “PATER NOSTER”

“HILDEGARD’S VISION” E “PATER NOSTER”
 DUE PRIME ASSOLUTE DI GIORGIO BLASCO Mercoledì 4 ottobre alle ore 19 a Trieste, presso la Cattedrale di S. Giusto ed alla presenza di S.E. Monsignor Giampaolo Crepaldi Arcivescovo di Trieste, si terrà l’atteso concerto del “Trieste Flute Ensemble”, fondato e diretto dal M° Giorgio Blasco, noto flautista e musicista triestino. Il concerto inaugura la Ras (continua)

Grande successo a Pieve di Soligo (TV) per CantoeRidoShow in dialetto veneto

Grande successo a Pieve di Soligo (TV) per CantoeRidoShow in dialetto veneto
Ciò che -per dirla in modo informale- non è né carne né pesce, viene spesso mal visto. Se si tratta di eventi, poi, non ne parliamo! Si preferisce, nel timore di creare confusione e spaesamento nel pubblico, poter usare etichette univoche, finendo per presentare sempre il solito spettacolo comico, la serata danzante, il concerto e via dicendo... "Canto e Rido", invece, si propone al di fuori di q (continua)

SEGNATEVI QUESTO NOME: ELENA LUCCA

SEGNATEVI QUESTO NOME: ELENA LUCCA
Segnatevi questo nome: Elena Lucca. Tenetevelo ben in mente perché è una promettente cantante di Refrontolo (Tv), dell'associazione musicale "Toti dal Monte" (Solighetto) e allieva della professoressa Loredana Zanchetta. Una giovane stella di soli 17 anni, che, di consensi ne ha accumulati parecchi, partecipando, addirittura, nel 2015, al concerto “Lux Beata”, dedicato a Papa Francesco. L'ultimo (continua)