Home > News > L'IMPEGNO TOTALE DEI VOLONTARI CONTRO LA DROGA

L'IMPEGNO TOTALE DEI VOLONTARI CONTRO LA DROGA

 L'IMPEGNO TOTALE DEI VOLONTARI CONTRO LA DROGA

 

Con un impegno costante e senza risparmio di energie, anche negli ultimi giorni i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology, hanno distribuito altre migliaia di libretti "La verità sulla droga" informando in questo modo migliaia di persone sulle conseguenze causate dal loro uso.

L'azione è indirizzata alle grandi come ai piccolissimi certri, visto che il problema cinvolge ormai qualsiasi realtà urbana.

Il fatto che il consumo di droghe stia interessando anche studenti delle scuole elementari e delle medie inferiori, ha convinto i volontari a dare particolare attenzione al mondo della scuole, trovando in più di una occasione l'interesse dei docenti e dei direttori didattici.

Negli ultimi giorni aono state fatte distribuzioni a Cagliari, nella centralissima via Roma, Quartu sant'Elena, presso l'ITC "primo Levi", a Olbia, Nuoro, Decimomannu, Isili e Barrali. Particolarmente sorpresi i genitori e i docenti dei bambini della scuola di Barrali, per i quali era la prima volta, che hanno ringraziato i volontari dimostrando interesse e apprezzamento per l'iniziativa.

Se la droga, come scriveva il filosofo L. Ron Hubbard, "è l'elemento più dustruttivo nella nostra cultura attuale" è compito di tutte le forze sane della società, informare i nostri bambini e diffenmderli da questo "elemento distruttivo", affinchè possano vivere una vita libera dalla droga.

 



Commenta l'articolo

 
 

I più cliccati

Stesso autore

SIRINGHE NEL PARCO GIOCHI: L'INDIGNAZIONE E LA MOBILITAZIONE DELLE MAMME DI LUOGOSANTO

SIRINGHE NEL PARCO GIOCHI: L'INDIGNAZIONE E LA MOBILITAZIONE  DELLE MAMME DI LUOGOSANTO
        Un nuovo incubo si aggira nella mente delle mamme di Luogosanto, dopo il ritrovamento di una siringa nel parco giochi: il consumo di droga. E trattandosi di una siringa non si tratta certo dello spinello serale passato di mano tra gli amici. Improvvisamente si è presa coscienza che la droga è arrivata anche nel piccolo centro della Gallura, alle porte (continua)

SARDI UNITI PER I DIRITTI UMANI

   SARDI UNITI PER I DIRITTI UMANI
     I 30 articoli della dichiarazione universale per i diritti umani hanno collegato la Sardegna negli ultimi 7 giorni: con attività capillare di divulgazione di questo documenti, i volontari di Uniti per i Diritti Umani e della Chiesa di Scientology hanno informato centinaia di sardi su questo documento che incita al rispetto e riconoscimento dei reali valori della (continua)

SCIENTOLOGY: L'AIUTO NEL SOCIALE COME PREROGATIVA

SCIENTOLOGY: L'AIUTO NEL SOCIALE COME PREROGATIVA
     Da mesi le principali città e della Sardegna, così come una lunga serie di comuni minori, ospitano iniziative di prevenzione all'uso di droga, divulgazione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e attività di moralizzazione volte ad una vita migliore. A capeggiare queste attività la Chiesa di Scientology della Sardegna.   &nbs (continua)

I LIBRETTI INFORMATIVI SUI DIRITTI UMANI NELLE FAMIGLIE DI VIA VERONESE A OLBIA

 I LIBRETTI INFORMATIVI SUI DIRITTI UMANI NELLE FAMIGLIE DI VIA VERONESE A OLBIA
      Nei giorni nostri, anche nelle nostre città, assistiamo costantemenete alla flagrante violazione dei Diritti Umani. Migliaia di persone vivono ai limiti della sopravvivenza, e spesso anche al disotto, in barba al diritto umano che sancisce il diritto ad una vita dignitosa per tutti. Dal 10 dicembre 1948 abbiamo un'arma che se usata risolvererbbe da sola tutti i pr (continua)

POCHI CRIMINALI INFANGANO IL BUON NOME DI IS MIRRIONIS E SAN MICHELE

 POCHI CRIMINALI INFANGANO IL BUON NOME  DI IS MIRRIONIS E SAN MICHELE
      Ormai non c'è casa dei quartieri di San Michele e Is Mirrionis che non abbia ricevuto i libretti di "la verità sulla droga". Una campagna capillare che sta portando l'informazione corretta a migliaia di persone sulle conseguenze che le droghe, leggere o pesanti, immancabilmente causano al corpo e alla mente di chi ne fa uso. Anche nella serata di (continua)