Home > Economia e Finanza > F2i investe nel settore della biomassa legnosa: acquisito il 100% di San Marco Bioenergie SpA

F2i investe nel settore della biomassa legnosa: acquisito il 100% di San Marco Bioenergie SpA

Il 100% del capitale di San Marco Bioenergie SpA passa a F2i : la società guidata dall'AD Renato Ravanelli ha portato a termine l'operazione rilevando la quota da Bioenergie, controllata al 60% dal Gruppo Faranda e al 40% dal Fondo Equinox.

F2i

Biomassa legnosa: F2i si espande nel settore con l'acquisizione del 100% del capitale di San Marco Bioenergie SpA

Già operatore leader nelle rinnovabili, F2i si espande anche nel settore della valorizzazione energetica della biomassa legnosa con un'importante operazione. La società guidata da Renato Ravanelli ha infatti rilevato da Bioenergie il 100% del capitale di San Marco Bioenergie SpA, attiva nel comparto attraverso attività di manutenzione forestale, pulizia degli alvei dei fiumi, utilizzazione dei residui agricoli e del verde urbano. San Marco Bioenergie SpA è proprietaria della centrale termoelettrica a biomasse solide di Bando d'Argenta (Ferrara), una delle più grandi in assoluto del Nord e del Centro Italia per capacità installata (21 MW elettrici). Grazie a questa acquisizione, F2i porta a 18 le società che compongono il suo portafoglio, con una copertura di 8 settori differenti in ambito infrastrutturale. L'operazione, in particolare, non offre soltanto opportunità di crescita a livello economico ma genera benefici a livello ambientale: l'incuria nella gestione dei territori boschivi e degli alvei dei fiumi è spesso causa, infatti, di gravi disastri sul territorio nazionale. Nell'acquisizione sono state coinvolte le banche finanziatrici Unicredit, Banco BPM e UBI Banca. F2i ha scelto Chiomenti e Legance come studi legali per l'operazione.

F2i: gli investimenti e le attività della società di gestione del risparmio

Costituita nel 2007, F2i è una società di gestione del risparmio che ha avviato il più grande fondo chiuso in Italia e uno dei più importanti a livello europeo. Tra gli azionisti di riferimento annovera alcune delle principali banche italiane, istituzioni, primari istituti di credito, fondazioni bancarie e casse di previdenza. Autorizzato nell'agosto del 2007, il primo fondo lanciato da F2i è arrivato a raccogliere 1.852 milioni di euro, una cifra investita quasi completamente in diversi comparti infrastrutturali e che ha portato all'acquisizione di quote di rilievo di importanti società quali 2i Rete Gas, Alerion Clean Power, HFV, Gesac, Infracis, Metroweb, Sagat e SEA. Nel luglio del 2012 è avvenuto il lancio del Secondo Fondo, il cui obiettivo di raccolta era pari a 1.200 milioni di euro e la cui raccolta si è chiusa nel luglio del 2015 con una cifra complessiva di 1.242,5 milioni di euro. È notizia di questi giorni che F2i sia pronta per partire con la raccolta di un terzo fondo: il target questa volta è assestato a 3 miliardi, da investire negli aeroporti, nel settore delle energie rinnovabili, nel ciclo idrico integrato e nella distribuzione del gas. La società di gestione del risparmio è guidata dall'Amministratore Delegato Renato Ravanelli e dal Presidente Massimiliano Cesare.

F2i | Renato Ravanelli |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

La Collina Toscana e Fratelli Pagani : si rafforza il Made in Italy nel mondo delle spezie


Cesare Fera: Inaugurazione primo solare termodinamico Fresnel per l’agroalimentare


NUOVO FONDO-FINITURA TRASPARENTE ALL’ACQUA AF 63**/00 SAYERLACK: LA LUNGA BELLEZZA DEL PARQUET


Accordo quadro: Elaris Holding e Foresight Group LLP finanziano infrastrutture per le energie pulite


Alta Ristorazione ad Ostuni: due Stelle Michelin si incontrano al Relais La Sommità


VITTORIO MERLO: “Avrei bisogno di parlarti” è il suo nuovo singolo


 

I più cliccati

Stesso autore

Beatrice Trussardi scelta come curatrice della sezione Design+Art di Yoox

Yoox, store online del gruppo YNAP, svela la nuova area Design+Art: il restyling grafico e la creazione dei contenuti sono stati affidati all'imprenditrice culturale Beatrice Trussardi, la quale ha reinterpretato la sezione come una sorta di galleria virtuale. Beatrice Trussardi: la collaborazione con Yoox "Partendo dall'identità di Yoox come piattaforma, ho progettato uno spazio virtual (continua)

Mauro Ticca: “La calma di un NO, come forma elegante di volersi bene”

Il manager Mauro Ticca è stato di recente invitato all'incontro tenuto dallo Psicologo e Psicoterapeuta Alessandro Megnanensi sull'importanza del conoscersi per combattere lo stress di ogni giorno e migliorare i rapporti interpersonali. Mauro Ticca: i temi dell'incontro tenuto da Alessandro Magnanensi Iperattività, stanchezza, stress, insicurezza: spesso ciascuno di noi deve confrontarsi con (continua)

Vincenzo Paradiso: così IVRI si è trasformata in una società di security

Grazie anche al contributo del suo Direttore Generale, Vincenzo Paradiso, IVRI si conferma società leader nel campo della sicurezza, sempre più attenta alle sfide del futuro. Vincenzo Paradiso e la sfida in IVRI Tra i temi più dibattuti a livello mondiale negli ultimi anni vi è quello della sicurezza. Le trasformazioni in atto su scala globale, in particolare relative anche alla sfera della ri (continua)

Banca Valsabbina compie 120 anni: prosegue il piano d’espansione

Con i suoi 120 anni di storia, Banca Valsabbina rinnova l'impegno per l'innovazione e per l'espansione della propria rete di filiali, rimanendo al fianco di privati e PMI del territorio con un servizio sempre di qualità. Banca Valsabbina: l'ambizioso piano di espansione Banca Valsabbina compie centoventi anni e continua a crescere, portando avanti un ambizioso progetto per rimanere al fianco (continua)

Serenissima Ristorazione presenta il bilancio 2017

La crescita del Gruppo Serenissima, guidato da Mario Putin, non si arresta. Nuovi investimenti in ricerca e sviluppo Vicenza, 13 luglio 2018 - Un anno segnato da premi, incrementi e progetti di successo: il 2017 si chiude in positivo per il Gruppo Serenissima Ristorazione, con un fatturato consolidato di 300.450.031 euro e un utile consolidato di 7.774.096 euro. Il Gruppo Serenissima mantiene cos (continua)