Home > Economia e Finanza > F2i investe nel settore della biomassa legnosa: acquisito il 100% di San Marco Bioenergie SpA

F2i investe nel settore della biomassa legnosa: acquisito il 100% di San Marco Bioenergie SpA

Il 100% del capitale di San Marco Bioenergie SpA passa a F2i : la società guidata dall'AD Renato Ravanelli ha portato a termine l'operazione rilevando la quota da Bioenergie, controllata al 60% dal Gruppo Faranda e al 40% dal Fondo Equinox.

F2i

Biomassa legnosa: F2i si espande nel settore con l'acquisizione del 100% del capitale di San Marco Bioenergie SpA

Già operatore leader nelle rinnovabili, F2i si espande anche nel settore della valorizzazione energetica della biomassa legnosa con un'importante operazione. La società guidata da Renato Ravanelli ha infatti rilevato da Bioenergie il 100% del capitale di San Marco Bioenergie SpA, attiva nel comparto attraverso attività di manutenzione forestale, pulizia degli alvei dei fiumi, utilizzazione dei residui agricoli e del verde urbano. San Marco Bioenergie SpA è proprietaria della centrale termoelettrica a biomasse solide di Bando d'Argenta (Ferrara), una delle più grandi in assoluto del Nord e del Centro Italia per capacità installata (21 MW elettrici). Grazie a questa acquisizione, F2i porta a 18 le società che compongono il suo portafoglio, con una copertura di 8 settori differenti in ambito infrastrutturale. L'operazione, in particolare, non offre soltanto opportunità di crescita a livello economico ma genera benefici a livello ambientale: l'incuria nella gestione dei territori boschivi e degli alvei dei fiumi è spesso causa, infatti, di gravi disastri sul territorio nazionale. Nell'acquisizione sono state coinvolte le banche finanziatrici Unicredit, Banco BPM e UBI Banca. F2i ha scelto Chiomenti e Legance come studi legali per l'operazione.

F2i: gli investimenti e le attività della società di gestione del risparmio

Costituita nel 2007, F2i è una società di gestione del risparmio che ha avviato il più grande fondo chiuso in Italia e uno dei più importanti a livello europeo. Tra gli azionisti di riferimento annovera alcune delle principali banche italiane, istituzioni, primari istituti di credito, fondazioni bancarie e casse di previdenza. Autorizzato nell'agosto del 2007, il primo fondo lanciato da F2i è arrivato a raccogliere 1.852 milioni di euro, una cifra investita quasi completamente in diversi comparti infrastrutturali e che ha portato all'acquisizione di quote di rilievo di importanti società quali 2i Rete Gas, Alerion Clean Power, HFV, Gesac, Infracis, Metroweb, Sagat e SEA. Nel luglio del 2012 è avvenuto il lancio del Secondo Fondo, il cui obiettivo di raccolta era pari a 1.200 milioni di euro e la cui raccolta si è chiusa nel luglio del 2015 con una cifra complessiva di 1.242,5 milioni di euro. È notizia di questi giorni che F2i sia pronta per partire con la raccolta di un terzo fondo: il target questa volta è assestato a 3 miliardi, da investire negli aeroporti, nel settore delle energie rinnovabili, nel ciclo idrico integrato e nella distribuzione del gas. La società di gestione del risparmio è guidata dall'Amministratore Delegato Renato Ravanelli e dal Presidente Massimiliano Cesare.

F2i | Renato Ravanelli |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

La Collina Toscana e Fratelli Pagani : si rafforza il Made in Italy nel mondo delle spezie


Cesare Fera: Inaugurazione primo solare termodinamico Fresnel per l’agroalimentare


NUOVO FONDO-FINITURA TRASPARENTE ALL’ACQUA AF 63**/00 SAYERLACK: LA LUNGA BELLEZZA DEL PARQUET


Accordo quadro: Elaris Holding e Foresight Group LLP finanziano infrastrutture per le energie pulite


Alta Ristorazione ad Ostuni: due Stelle Michelin si incontrano al Relais La Sommità


VITTORIO MERLO: “Avrei bisogno di parlarti” è il suo nuovo singolo


 

Ieri...

Stesso autore

L’impegno di Frabemar a sostegno dei Caricatori Gabonesi riconfermato durante la riunione annuale

La riunione annuale dei Mandatari del Consiglio dei Caricatori Gabonesi è ormai un appuntamento fisso per Frabemar Srl, che presenzia anche all'ottava edizione per riconfermare il suo impegno a sostegno degli imprenditori e degli esportatori coinvolti. Frabemar Srl: il seminario di Casapozzano e le sue tematiche principali L'ottava riunione annuale dei Mandatari del Consiglio dei Caricatori G (continua)

Mauro Ticca: le considerazioni del manager sulla gestione del reso in e-commerce

La percentuale di resi sul totale dei prodotti venduti è destinata a salire, principalmente a causa delle politiche adottate dai principali siti di e-commerce. Mauro Ticca spiega l'importanza di gestire efficacemente le dinamiche legate alla reverse logistics, sia per ridurre i costi che per soddisfare il cliente. Mauro Ticca: le cause che innescano il processo di reverse logistics "Contr (continua)

L’economista Geminello Alvi ospite della serata organizzata da Andrea Mascetti

Una visione apocalittica quella che emerge dalle parole di Geminello Alvi: l'economista è intervenuto in una serata organizzata da Terra Insubre, presieduta da Andrea Mascetti, e ha parlato della decadenza della "nostra civiltà". Geminello Alvi risponde ad Andrea Mascetti: la "Fenomenologia del presente" "La rete dà il diritto a tutti di sentirsi (continua)

“Too Big to Fail” di Sorkin: per Andrea Sutto è un “instant classic”

Andrea Sutto, classe 1993, laureato in Scienze Economiche e Scienze Sociali presso l'Università Bocconi, è un appassionato e uno studioso di finanza: in una recente recensione si è occupato di "Too big to Fail", romanzo di Sorkin dedicato al grave crac finanziario della Lehman Brothers. "Too Big to Fail" secondo Andrea Sutto: l'instant classic di un enf (continua)

Primo semestre 2018 positivo per Banca Valsabbina: chiusura con otto milioni di utile

È stata approvata dal Consiglio di Amministrazione di Banca Valsabbina la situazione patrimoniale ed economica semestrale al 30 giugno 2018: in miglioramento tutti i principali risultati economici. Banca Valsabbina: i risultati del primo semestre 2018 Numeri che fanno guardare con fiducia al futuro: il primo semestre di Banca Valsabbina si chiude con un miglioramento di tutti i principali ris (continua)