Home > Spettacoli e TV > Un “favoloso” inizio 2018: l’attore Al Fenderico ci racconta l’esperienza nel piccolo regno di San Domenico Maggiore.

Un “favoloso” inizio 2018: l’attore Al Fenderico ci racconta l’esperienza nel piccolo regno di San Domenico Maggiore.

Un “favoloso” inizio 2018: l’attore Al Fenderico ci racconta l’esperienza nel piccolo regno di San Domenico Maggiore.

Al Fenderico, classe '92, è un attore nativo di Napoli con una formazione soprattutto estera. Dopo essersi diplomato, infatti, presso la palestra dell’attore del Teatro Diana, si sposta a Montreal in Canada per seguire un laboratorio teatrale e si diploma cinematograficamente alla ASM Performing Arts diretto da Chip Chuipka. Il suo percorso professionale prosegue al Tom Todoroff Conservatory di NY che lo porta a continuare la formazione a Londra presso la London Actors Workshop affiliata alla Royal Academy of Dramatic Arts. In questi giorni, dal 24 novembre 2017 e fino al 7 gennaio 2018, lo troviamo ad interpretare il personaggio del lupo ne "Il piccolo regno incantato" in scena nel suggestivo Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore, a Napoli. Proprio in questa meravigliosa città lo abbiamo incontrato e intervistato durante le feste di Natale per approfondire i suoi prossimi progetti in cantiere.

Come si è ambientato questo Lupo ne il PICCOLO REGNO INCANTATO? Ci racconti le tue impressioni sul peculiare, innovativo e perfettamente riuscito "esperimento teatrale"? Il lupo si è ambientato bene nella sua fiaba seppur agli occhi di tutti resta sempre un personaggio antagonista. Nella storia dello spettacolo “Il Piccolo Regno Incantato” svolge un ruolo di pari importanza rispetto agli altri “antagonisti” e ai protagonisti delle nostre conosciute fiabe. Per quanto mi riguarda, ho trovato entusiasmante l'interpretazione di un ruolo (il lupo) che non era proprio facile sviluppare; con un duro training che ho eseguito tramite ricerche e un lavoro continuo sul personaggio durante gli spettacoli giornalieri, devo dire che ho notato un buon riscontro fra il pubblico sia degli adulti che dei bambini.

Avresti preferito un ruolo differente in cui immedesimarti? Mentirei se dicessi di no; volevo da sempre mettermi nei panni di Peter Pan perché è il mio personaggio preferito in assoluto e in lui ritrovo molto di me. Ho avuto comunque il piacere di poterlo interpretare alcune volte nel corso delle giornate di spettacolo e la cosa mi ha reso davvero felice:rimarrà per me l’esperienza più bella, insieme naturalmente a quella...Del lupo!

Come ti sei trovato con gli altri "personaggi delle fiabe" in questo lungo e fitto periodo di lavoro? Credo che questa domanda andrebbe fatta ai colleghi con i quali ho avuto l’onore di lavorare, anche perché dovete sapere che il lupo durante il periodo di lavoro si divertiva a fare frequenti scherzetti a tutti. Io, comunque, mi sono trovato davvero bene con loro e spero di rivederli nuovamente in qualche prossima avventura!

Autore dell'articolo: ROBERTA NARDI Ufficio stampa di Al Fenderico.

 

Cultura | Spettacolo | Al fenderico | Napoli | attore |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Marigliano-Pomigliano d'Arco. L’omaggio camminante alla XIV Giornata Nazionale del Trekking Urbano. (Scritto da Antonio Castaldo)


"Domenica In " - Mara Venier e Gianni Boncompagni i più amati della fortunata trasmissione. Lo dice il Web!


Intervista di Alessia Mocci a Pietro De Bonis ed al suo Tempeste Puniche – Il Profumo della quiete


ANDREA TARQUINI “DISCO ROTTO” È IL NUOVO ALBUM CON DISTRIBUZIONE FISICA SELF E DIGITALE MADE IN ETALY


Pietro Moro: Avis Marathon mi ha fatto conoscere un Pietro che non conoscevo


Massimiliano De Luca: Non pensavo di riuscire a correre per 42 chilometri


 

I più cliccati

Stesso autore

Musica & cultura a Torella del Sannio: domenica 14 gennaio in onore del grande Pino Daniele la presentazione del libro Terra Mia degli autori Claudio Poggi e Daniele Sanzone.

Musica & cultura a Torella del Sannio: domenica 14 gennaio in onore del grande Pino Daniele la presentazione del libro Terra Mia degli autori Claudio Poggi e Daniele Sanzone.
Domenica 14 gennaio alle ore 17.30 si svolgerà presso la sala convegni “Don Antonio Cerrone” di Torella del Sannio, un paese in provincia di Campobasso, un evento esclusivo in onore del grande Pino Daniele: la presentazione del libro Terra Mia redatto dagli autori Claudio Poggi e Daniele Sanzone. La manifestazione sarà presentata dalla Pro Loco ‘Tre Torri’ co (continua)

ADDIO FERDINANDO IMPOSIMATO, ICONA DI VERITA' E GIUSTIZIA.

ADDIO FERDINANDO IMPOSIMATO, ICONA DI VERITA' E GIUSTIZIA.
E’ morto quest’oggi presso il Policlinico Gemelli di Roma il Magistrato Ferdinando Imposimato, ex giudice istruttore che si occupò di importanti processi quali l’attentato a Karol Wojtyla compiuto dall’algerino Alì Ağca o quello ad Aldo Moro. Nato a Maddaloni (Caserta), il 9 aprile 1936; pagò a caro prezzo il suo impegno nella lotta alla criminalità organizzata: nel 1983 suo fratello era s (continua)

Arte e musica: il 20 dicembre nel cuore della capitale la II° edizione del progetto.

Arte e musica: il 20 dicembre nel cuore della capitale la II° edizione del progetto.
Il progetto “Arte & Musica” nasce da un’idea di Michele Spanò, che quest’anno giunge alla II° edizione, sua anche la direzione artistica. L’evento si terrà in pieno centro, nel cuore della capitale, a due passi da Piazza di Spagna in Via dei Greci 40.   L’obiettivo principale del progetto è quello di valorizzare (continua)

COMUNICATO STAMPA - A STEADY RAIN Un noir sulla deriva della vita e sulla difficile rinascita all'Eliseo dal 17 novembre all'11 dicembre.

COMUNICATO STAMPA  - A STEADY RAIN  Un noir sulla deriva della vita e sulla difficile rinascita all'Eliseo dal 17 novembre all'11 dicembre.
Arriva a Roma "A steady rain" (Pioggia dentro): un testo di morte in un’atmosfera alla Blade Runner che reca il senso di una rinascita difficile. Uno spettacolo diretto e interpretato da Davide Paganini e Matteo Taranto, che sarà in programma all'Eliseo off dal 17 novembre all'11 dicembre 2017. L'idea di mettere in scena “A steady rain” ('Pioggia battente' da n (continua)

1 anno di Mama – 10 anni senza il numero 10

1 anno di Mama – 10 anni senza il numero 10
Il 16 novembre di un anno fa è stata costituita la nostra piccola realtà. Di ringraziamenti ne avremmo moltissimi da fare, ma a me piacciono soprattutto quelli di persona e quelli “con i fatti”, almeno di impegno, oltre che di possibile risultato. Il primo anno è stato davvero impegnativo, come gli ultimi dieci del resto. Abbiamo capito da dove venivamo, gli errori fatti, le persone da (continua)