Home > News > “Si cerchino i veri responsabili del blocco degli esami”, il Movimento commenta l’interrogazione proposta da Di Scala (FI)  

“Si cerchino i veri responsabili del blocco degli esami”, il Movimento commenta l’interrogazione proposta da Di Scala (FI)  

“Si cerchino i veri responsabili del blocco degli esami”, il Movimento commenta l’interrogazione proposta da Di Scala (FI)   
Lanzetta: “Il blocco degli esami è un problema burocratico, non politico. Grazie al duro lavoro nostro e di Chiara Marciani sono emerse le ‘schifezze’ della formazione campana”  “Apprendiamo dagli organi di stampa che la consigliera regionale Maria Grazia Di Scala ha presentato un’interrogazione all’assessore regionale alla formazione Chiara Marciani per il blocco degli esami di chi ha già svolto corsi di formazione, in virtù degli ultimi provvedimenti che regolamentano il comparto formativo, in particolare l’ultima delibera riguardante l’accreditamento degli enti. Apprezziamo l’attenzione della consigliera Di Scala, che ha messo in luce un problema serio su cui tra noi associati già stiamo abbondantemente dibattendo. Però invitiamo la consigliera, vista la sua sensibilità, a centrare il punto: il problema non è Chiara Marciani ma qualche burocrate o dirigente che ha combinato l’ennesimo guaio”. Lo afferma Luca Lanzetta, presidente del Movimento Libero e Autonomo che rappresenta oltre 300 enti formativi campani. “Con l’assessore – spiega Lanzetta – abbiamo un ottimo rapporto e immediatamente dopo la delibera abbiamo già avviato gli incontri per correggere questo insensato blocco degli esami. Non solo, ma durante il suo mandato tante schifezze legate all’universo formativo campano sono state cancellate grazie alla sinergia con le associazioni”. “Sicuramente – continua Lanzetta – c’è stata sufficienza. Il nuovo sistema di accreditamento dovrà instaurare i laboratori interni agli enti e l’introduzione della retta minima, ricordando sempre che il libero mercato se non controllato diventa una giungla”. “Al contrario – conclude Lanzetta – ancora una volta ci troviamo costretti a denunciare come a un assessorato guidato con attenzione e competenza sembri non corrispondere una altrettanto efficace gestione da un punto di vista burocratico, gestionale, dirigenziale. Ancora una volta siamo costretti a mettere le cosiddette ‘pezze a colori’ per errori dovuti probabilmente a disattenzioni di qualcuno forse più concentrato su troppe cose affidate che sono estranee alla formazione”.


Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Deutsche Telekom e DSP Group insieme per la semplificazione dell’automazione domestica


MASTER IN ECONOMIA E GESTIONE DELLA COMUNICAZIONE E DEI MEDIA


ALLERGIE ALIMENTARI


SULLA LAGUNA SI CORRE TRA CALLI E “LANTERNE”. IL 13 NOVEMBRE TORNA IL MEETING DI VENEZIA


L’Avvocatura Nolana si mobilita in difesa dei diritti dei cittadini!!


Alimentazione decalogo online: su Merendine italiane 10 regole da tenere a mente


 

I più cliccati

Stesso autore

Lavoro, Palmeri e Lepore: “Leonardo mantiene i patti e riassume i primi 75 lavoratori ex Atitech.”

Lavoro, Palmeri e Lepore: “Leonardo mantiene i patti e riassume i primi 75 lavoratori ex Atitech.”
  Si prosegue nell'attuazione dell'accordo siglato il 31 luglio 2017 fra le Organizzazioni Sindacali, Leonardo S.p.A., Atitech Manufacturing, che prevede un serrato piano di assorbimento dei lavoratori ex Atitech nei prossimi mesi. Si procederà in due tranche (Febbraio- marzo) ad assorbire 75 dipendenti (dei 178 totali) presso lo Stabilimento di Pomigliano. Per le ulteriori risorse u (continua)

Inshalom o l'assurda partita allo ZTN

Inshalom o l'assurda partita allo ZTN
  Uno spettacolo di Maurizio D. Capuano La guerra fra Israele e Palestina rivive in questa piéce tragicomica, nella quale viene raccontata la difficile convivenza di Shlomo, israeliano, e Nassur, palestinese. All'interno di una fantomatica stazione "conta-anime", situata proprio sulla Striscia di Gaza, i due protagonisti svolgono per i rispettivi governi un sinistro lav (continua)

Inshalom o l'assurda partita allo ZTN

  Uno spettacolo di Maurizio D. Capuano La guerra fra Israele e Palestina rivive in questa piéce tragicomica, nella quale viene raccontata la difficile convivenza di Shlomo, israeliano, e Nassur, palestinese. All'interno di una fantomatica stazione "conta-anime", situata proprio sulla Striscia di Gaza, i due protagonisti svolgono per i rispettivi governi un sinistro lav (continua)

L’ assessore Sonia Palmeri a Radio Siani: “L’illegalità sfregia la cultura della nostra terra”

L’ assessore Sonia Palmeri a Radio Siani: “L’illegalità sfregia la cultura della nostra terra”
  Sonia Palmeri, assessore al Lavoro e alle Risorse Umane della Regione Campania ospite ai microfoni di Radio Siani, la Radio della Legalità, dopo essersi confrontata con i soci della cooperativa Giancarlo Siani che edita il network, è stata intervistata da Ciro Oliviero, caporedattore e volontario storico della Radio. Durante la trasmissione l’assessore ha risposto a do (continua)

Il carillon di Domenico Balsamo incanta Casalnuovo

Il carillon di Domenico Balsamo incanta Casalnuovo
  Mostra a palazzo Lancellotti, al via il 12 Gennaio inaugurata venerdì 12 gennaio 2018, ore 18,30 Domenico Balsamo trasforma Palazzo Salerno-Lancellotti di Durazzo a Casalnuovo di Napoli nel “non-luogo” perfetto. Con la mediazione dell’artista l’accesso al palazzo si trasforma per il visitatore in una esplorazione nella propria interiorità: un viaggio (continua)