Home > Lavoro e Formazione > Recipienti a pressione: le UNI aggiornate sulle bombole GPL

Recipienti a pressione: le UNI aggiornate sulle bombole GPL

Recipienti a pressione: le UNI aggiornate sulle bombole GPL

Tra le tante attività legate alle verifiche periodiche attrezzature di lavoro, quella delle ispezioni agli impianti a pressione riveste indubbiamente un’importanza notevole anche dal punto di vista ambientale. Anche per i recipienti a pressione, infatti, scatta l’obbligo di verifica da parte del datore di lavoro, così come stabilito dall’art. 71 comma 11 del T.U. sulla Sicurezza sul Lavoro.

Fermo restando l’imprescindibilità della marcatura CE prevista dalla Direttiva PED, ci occuperemo in questo articolo delle due norme UNI aggiornate relative alle bombole GPL, entrate in vigore lo scorso 13 luglio 2017, ovvero la UNI EN 13952:2017 e la UNI EN 1439:2017 in sostituzione delle versioni precedenti.

Nello specifico, la UNI EN 13952: 2017 specifica i requisiti per il funzionamento di un impianto di riempimento delle bombole GPL al fine di garantire che l’operazione di riempimento delle stesse avvenga in maniera sicura e controllata, mentre la UNI EN 1439:2017 specifica le procedure da adottare per la verifica delle bombole trasportabili e ricaricabili per GPL prima, durante e dopo il riempimento e si applica a recipienti di capacità d’acqua non maggiore di 150 l e dotate di valvole (EN ISO 14245 e EN ISO 15995) e non alle bombole installate in modo permanente sui veicoli.

In linea generale, il loro campo di applicazione riguarda:

bombole per GPL di acciaio saldato (UNI EN 1442) o brasate (UNI EN 12807), o norma equivalente, con spessore minimo di parete;

- bombole per GPL di acciaio saldato senza spessore minimo di parete specificato (UNI EN 14140), o norma equivalente;

- bombole per GPL di alluminio saldato (UNI EN 13110), o norma equivalente;

- bombole per GPL di materiale composito (UNI EN 14427), o norma equivalente;

- bombole sovrastampate (OMC).

Entrambe, inoltre, si applicano alle bombole conformi al Regolamento RID/ADR e anche alle bombole esistenti non RID/ADR (Regolamento internazionale inerente il trasporto di merci pericolose per strade e ferrovie), e non annoverano i requisiti per il riempimento di bombole GPL progettate ed equipaggiate per il riempimento da parte dell’utente.

Insomma, essere costantemente aggiornati anche nel campo delle verifiche periodiche impianti a pressione (gruppo Gas, Vapore e Riscaldamento) è una buona prassi che ogni azienda deve seguire a tutela dell’integrità dei propri dipendenti e di quella dell’ambiente circostante, allo scopo di poter prevenire il rischio incendi.

verifiche periodiche attrezzature di lavoro | verifica impianto messa a terra | verifica impianti di messa a terra |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Verifiche attrezzature a pressione: norma UNI 11325-12:2018


LaCLINIQUE®-Medicina e Chirurgia Estetica, la nuova frontiera della Cosmetic Surgery. Il successo di un approccio moderno.


LaCLINIQUE®-Medicina e Chirurgia Estetica, la nuova frontiera della Cosmetic Surgery. Il successo di un approccio moderno.


VIII EDIZIONE MASTER IN COMUNICAZIONE AMBIENTALE


VIII EDIZIONE MASTER IN COMUNICAZIONE AMBIENTALE


MASTER IN COMUNICAZIONE AMBIENTALE IX EDIZIONE


 

Ieri...

Stesso autore

L’offerta di inizio anno di Cambio Casa: appartamento a Talsano (TA) a prezzo d’affare

L’offerta di inizio anno di Cambio Casa: appartamento a Talsano (TA) a prezzo d’affare
  Immobiliare Cambio Casa, la tua agenzia immobiliare a Taranto, inaugura il 2019 con una proposta di acquisto ad un prezzo conveniente che merita di essere valutata con estremo interesse. In questo articolo concentreremo la nostra attenzione su un appartamento a Talsano (TA) ubicato nelle immediate vicinanze del corso principale, precisamente in via Madonna delle Grazie. Si tratta di una s (continua)

Ecobonus, un toccasana per la nostra economia. Ma la richiesta è alzare l’aliquota

Ecobonus, un toccasana per la nostra economia. Ma la richiesta è alzare l’aliquota
  Le detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie e la riqualificazione energetica, come ad esempio la sostituzione di nuovi infissi in legno, rappresentano una misura di vitale importanza per la nostra economia in grado di fornire un enorme contributo alla sua crescita. E se la conferma arriva direttamente dalle stesse istituzioni parlamentari c’è da fidarsi. Il dossier (continua)

Spray peperoncino: da strumento di autodifesa a prodotto mediatico

Spray peperoncino: da strumento di autodifesa a prodotto mediatico
  Lo spray peperoncino è sempre più al centro dell’attenzione mediatica nel nostro Paese, specialmente negli ultimi mesi. Se ne parla spesso (forse troppo) nei salotti della Tv, sui siti online di numerose testate giornalistiche, in radio e, ovviamente, sui social. Improvvisamente, l’informazione pubblica si occupa quotidianamente di questo strumento di difesa perso (continua)

Meccanica agricola: il futuro di Deutz-Fahr è sempre più Eco-friendly

Meccanica agricola: il futuro di Deutz-Fahr è sempre più Eco-friendly
  Rispetto dell’ambiente ma anche della salute di operatori e animali: in altre parole, Eco-friendly. È questa la politica aziendale che nei prossimi anni caratterizzerà gran parte della produzione di Deutz-Fahr, il colosso mondiale delle macchine per agricoltura di cui Cordini Srl è fiero di essere rivenditore in tutta Italia, anche online. L’occasione per (continua)

Manovra Finanziaria 2019: tutte le novità per autotrasporto e infrastrutture

Manovra Finanziaria 2019: tutte le novità per autotrasporto e infrastrutture
  Con l’approvazione definitiva della Legge di Bilancio 2019, arrivata dopo un iter parlamentare a dir poco complicato, il comparto autotrasporto può finalmente conoscere tutti i provvedimenti in materia trasporti per i prossimi anni. Tante le novità, dalle misure per Genova e Roma Capitale agli incentivi per le assunzioni, fino a quelli per le auto elettriche ecc. Comin (continua)