Home > Altro > Eros Rizzo “Colore e anima”

Eros Rizzo “Colore e anima”

Eros Rizzo “Colore e anima”

Dal 20 gennaio al 17 febbraio 2018 presso lo Spazio Espositivo Farmacia Meltias di Conselve (Padova) si terrà “Colore e anima” mostra personale del pittore estense Eros Rizzo, allievo dell’indimenticato Vladimiro Evarchi, in arte Miro. Eros Rizzo è “il pittore di Este” per antonomasia, conosciutissimo e apprezzato non solo nella sua città che omaggia dipingendone monumenti, chiese, portici e palazzi con uno stile primitivo, visionario, istintivo. In corso di mostra sabato 3 febbraio alle ore 17.30 la giornalista Cristina Sartori presenterà il suo libro "Era mia nonna”, una storia straordinaria e insieme normale di una donna veneta nata nel 1902 e morta nel 2009, a 107 anni.

Curata da Sonia Strukul, con il patrocinio della Città di Conselve, l’esposizione sarà inaugurata sabato 20 gennaio alle ore 18.00 e sarà visitabile da lunedì a sabato con orario 8.30-12.45 e 15.30-19.45. Ingresso libero. 

 

Nella personale “Colore e anima” Eros Rizzo presenta per la prima volta le vedute della città di Conselve, tra cui il Duomo di San Lorenzo e Piazza XX Settembre. Un omaggio dell’artista alla cittadina che lo ospita e che attraverso la sua tavolozza cromatica mostra come non si è mai vista, una Conselve in una dimensione di sogno. Tra paesaggi, fiori, nature morte, spicca un solo soggetto umano, l'autoritratto attraverso cui l’Artista segue con lo sguardo i presenti accompagnandoli alla scoperta del suo mondo fatto di emozioni e colore.

«Non si può non rimanere affascinati dalla forza espressiva che ci arriva dalle opere di Eros Rizzo - sottolinea la curatrice Sonia Strukul - Il candore con cui il suo sguardo di artista si posa sulla realtà che lo circonda restituisce immagini dell'anima. Uno stile che ricorda il maestro olandese Van Gogh o l'italiano Antonio Ligabue: primitivo, visionario, istintivo, il vissuto viene riversato sulla tela senza mediazioni. Non c'è tavolozza, tutto si svolge sulla tela durante l'esecuzione».

 

Ulteriore approfondimento sulle tematiche legate alla terra del Veneto e delle sue storie sarà l’incontro di sabato 20 gennaio alle ore 18.00 con la giornalista e scrittrice Cristina Sartori che presenterà il suo libro “Era mia nonna”. Una “Grande Piccola Storia” di una donna veneta di straordinaria normalità vissuta in quel Novecento “dinamico e furibondo” come riuscì ad essere lei, Ada Favero, che nei suoi centosette anni di vita ha visto tutto: dai cavalli all’uomo sulla Luna; dai centesimi di Lira a quelli dell’Euro; dai lumi a petrolio all’accensione dei lampioni elettrici. Ha vissuto due Guerre; è sopravvissuta alla febbre Spagnola; ha vissuto il dramma del profugato. Cent’anni di grandi personaggi, rivoluzioni, eventi, disgrazie e invenzioni che a stento si potrebbero contenere in un millennio.

 

eros rizzo | meltias | farmacie | silvia gorgi | renata berti | conselve | mostre a padova | veneto | bassa padovana | paesaggi | pittura a smalto | piuttra | mostre in veneto | territorio veneto | lucio merlo | roberto sannito | eventi a conselve | eventi a padova |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

ImmaginariaMente (di Giulio Pezza).


VELVET: E SEI SUBITO DIVA!


Stivaletti mon amour, le novità in fatto di calzature donna.


Natale: 10 mete da tenere sott'occhio


“Spicchi e specchi”, raccolta poetica di Daniela Taliana – recensione


TUTTO, TUTTO, NIENTE, NIENTE............


 

I più cliccati

Stesso autore

ITINERANDO, PER VIAGGIARE SENZA CONFINI

ITINERANDO, PER VIAGGIARE SENZA CONFINI
Puoi provare ad avventurarti sulle bici d’acqua (anche in giacca e cravatta e senza bagnarti), guidare una jeep, o arrampicare su pareti che riproducono cime avventurose, cavalcare in un’area tutta dedicata ai cavalli, ma anche scoprire tantissimi percorsi di cicloturismo e assaggiare l’emozione del trekking.   Tutto questo e molto altro alla Fiera di Padova, dal 9 all (continua)

Finissage mostra "In nome dell'Uomo"

Finissage mostra
Si chiude sabato 2 dicembre 2017 dalle ore 16.00 a Villa Guidini di Zero Branco (Treviso) la mostra d’arte contemporanea “In nome dell’uomo” l’arte contro la violenza sulle donne”, inaugurata sabato 11 novembre. “In nome dell’Uomo” è curata da Barbara Codogno e promossa dalla Commissione Intercomunale per le Pari Opportunità d (continua)

Gesine Arps, Mirabilia a Fano

Gesine Arps, Mirabilia a Fano
Dopo essere stata presentata con successo alla prestigiosa Accademia delle Arti del Disegno di Firenze lo scorso giugno, la mostra monografica di Gesine Arps dal titolo “Mirabilia” sarà ospitata a Palazzo Bracci Pagani di Fano dal 3 dicembre 2017 al 13 gennaio 2018. Una mostra di grande pregio che l’artista tedesca dedica all’Italia “un Paese che abito e (continua)

Ruggero Innocente / Paesaggi tra terra acqua cielo

Ruggero Innocente / Paesaggi tra terra acqua cielo
Presso lo Spazio Espositivo della Farmacia Meltias di Conselve (Padova) continuano gli appuntamenti con l’arte a cadenza mensile. Dal 25 novembre al 30 dicembre 2017 saranno protagonisti i “Paesaggi tra terra acqua cielo” di Ruggero Innocente, maestro artigiano (titolo conferitogli da Confartigianato Europa) dipinge paesaggi legati al territorio Veneto, luogo dove affondano l (continua)

In nome dell'Uomo, l'arte contro la violenza

In nome dell'Uomo, l'arte contro la violenza
Per la prima volta a Treviso l’arte contemporanea fa il suo ingresso nella lotta contro la violenza sulle donne. E lo fa attraverso un’importante mostra d’arte dal titolo evocativo “In nome dell’Uomo” che si terrà dal 12 novembre al 2 dicembre 2017 a Villa Guidini (Zero Branco, Treviso). Un manifesto di denuncia che, grazie ad un importante lavoro di (continua)