Home > Cultura > Brusciano “Il Silenzio Non Ripaga”. Piazza XI Settembre riconquistata cantando dagli studenti della “De Filippo-De Ruggiero”. (Scritto da Antonio Castaldo)

Brusciano “Il Silenzio Non Ripaga”. Piazza XI Settembre riconquistata cantando dagli studenti della “De Filippo-De Ruggiero”. (Scritto da Antonio Castaldo)

Brusciano “Il Silenzio Non Ripaga”. Piazza XI Settembre riconquistata cantando dagli studenti della “De Filippo-De Ruggiero”. (Scritto da Antonio Castaldo)

A Brusciano,  Sabato 27 Gennaio, Giornata della Memoria, presso l’Istituto Comprensivo Statale “De Filippo-De Ruggiero, diretto da Fortuna Parma, a conclusione di un progetto educativo sulla legalità è stato svolto il convegno “Il Silenzio Non Ripaga”, curato dalla giornalista Monica Cito la quale ha ringraziato per la collaborazione aavuta, Marianna Giannino, Pietro Mingione e per le donazioni di materiali assicurate da Delducaprint di Marigliano; Mondadori Point e Ansedima Sas di Brusciano. Sono intervenuti il Sindaco di Brusciano, Avvocato Giuseppe Romano, con il saluto istituzionale di apertura; il Sostituto Procuratore del Tribunale di Avellino, Vincenzo D’Onofrio; il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Castello di Cisterna, Tommaso Angelone; il Coordinatore Provinciale di “Libera” Associazione Nomi e Numeri Contro le Mafie; il Rapper Mimmo Taki, al secolo Domenico Modola.

Il Magistrato Vincenzo D’Onofrio, ha magnetizzato i ragazzi con il racconto della sua esperienza di vita e di lavoro, figlio dello stesso territorio, Pomigliano d’Arco, dove da adolescente, ignaro, assiste alla silenziosa dazione di danaro da un commerciante ad un giovane entrato ed uscito dal negozio in rigoroso silenzio. «La camorra- ha precisato il dott. D’Onofrio- compie azioni criminali apparentemente legali che sono controllate da camorristi. Ora, chi paga il pizzo tende a non pagare le tasse allo Stato e questo comporta la riduzione dei servizi sociali, infrastrutture, scuole, strade. La profonda differenza sta nel fatto che tutti questi soldi presi dalla camorra si trasformano in droga, armi. Certo la criminalità sta anche in Svezia, in Norvegia, ma senza gli elementi caratterizzanti mafiosi: la violenza e l’omertà. In Italia abbiamo un primato quello di tanti giudici uccisi. Questi lavoratori per fare il loro mestiere, o andare a passeggio con la propria famigli, devono essere affiancate da persone armate. Io sono scortato dal 1999 perché faccio il mio mestiere. Il magistrato  - ha concluso il Sostituto Procuratore- fa il mestiere di farsi i fatti degli altri. Se tutti si fanno i fatti degli altri, non potranno uccidere tutti. Incominciate, di fronte ai soprusi, a farvi i fatti degli altri!».

Considerati il poco tempo disponibile, una imbarazzata preside ha permesso ad Antonio D’Amore di “Libera”, appositamente invitato per la manifestazione, di dare una telegrafica comunicazione: «La paura è superabile se non restiamo soli  e la legalità non basta se non ci mettiamo accanto le parole come giustizia e diritti acquisiti. Pensiamo all’ammontare dei 60 miliardi della corruzione in Italia e ad un possibile Piano Marshal delle politiche sociali, della cultura e del lavoro. Difendiamo le nostre città e i buoni progetti per amministrarle!”.

Il bruscianese Mimmo Taki, rapper ex studente della De Filippo, ha risposto all’invito a presentarsi alla platea studentesca per «lanciare un messaggio per non restare in silenzio. Lo faccio spronandovi a convogliare le vostre energie  per dare positività a quello che vi circonda, dedicatevi alle cose che vi piacciono: la musica, l’arte, il disegno. Ma ricordatevi di non tralasciare lo studio perché esso ci permette di pensare con la nostra testa e non con quella degli altri. E ricordatevi ancora che impegnandovi da soli siete stelle nel buio, invece con tutti quanti assieme possiamo sperare che “Schiare Juorno”».

Sfuggita al controllo della stessa allarmata preside per il possibile libero accesso al microfono, una mamma è riuscita ad esternare il temuto messaggio, rivelatosi in tutta la sua genuina positività: «Iscriviamo i nostri figli alle scuole di Brusciano altrimenti il paese morirà».

Un momento assai emozionante è stato quello della lettura della lettera preparata dai ragazzi all’indirizzo di Nonno Raffaele D’Amore, che innocente ha subito il grave ferimento da  arma da fuoco mentre si trovava nel tabaccaio del centro storico sulla traiettoria di colpi sparati da ignoti ed impuniti, fino ad oggi, delinquenti, nella settimana prima del trascorso Natale. Alla manifestazione erano presenti per la famiglia D’Amore, i figli di Zio Raffaele,  Thomas, dell’Arma dei Carabinieri, ed Anthony, direttore di struttura di accoglienza turistica.

All’uscita dall’istituto scolastico i ragazzi si sono messi in corteo per raggiungere Piazza XI Settembre, senza bandiere, insegne, simboli o altro materiale comunicativo se non l’emissione dei loro cori e con lo striscione d’apertura, su lenzuolo bianco segnato con spray rosso, “Il Silenzio Non Ripaga” e quello seguente “ Chi Tace o Piega la Tesa Muore Ogni Volta che lo fa”. Su You Tube è postata la videografia del sociologo Antonio Castaldo, Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali IESUS https://www.youtube.com/watch?v=7qFGXgLOfhI&t=7s .

L’intera durata della manifestazione ha visto l’impiego di uomini, in divisa e in borghese, e mezzi delle Forze dell’Ordine. Erano presenti i Carabinieri della Caserma di Brusciano coordinati dal Comandate il Maresciallo Marco Di Palo; il Maresciallo Raffaele Di Donato, Comandante della Caserma dei Carabinieri di Marigliano, con una già lunga e proficua trascorsa permanenza in servizio a Brusciano; gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Acerra. Anche i Vigili Urbani hanno assicurato quanto di competenza.

Una volta in Piazza XI Settembre, c’è stato il saluto finale del Vice Sindaco, Licia Mocerino, che da insegnate conosce bene il mondo della scuola e le problematiche educative, per cui fiera della sua appartenenza professionale e consapevole delle responsabilità della sua carica pubblica ha espresso una chiamata generale per grandi e piccini: «con la cultura contro l’illegalità».

Alla manifestazione, nella variegata adesione individuale e collettiva della realtà locale, oltre all’iniziale presenza del Sindaco, Giuseppe Romano, si registrava quella dell’Assessore alle Attività Produttive, Patrimonio, Igiene e Sanità, l’Avvocato Alfonso Di Palma; dell’Assessore alla Sicurezza e Trasporti, Felice De Cicco; dei Consiglieri Comunali, Fabio Terracciano, Antonio Di Palma e Pina Sposito.

Del mondo dell’Avvocatura erano presenti Giuseppe Montanile, Giacomo Romano, Salvatore Travaglino e della Magistratura, il dott. Carmine Antonio Esposito, già Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Napoli. Ed ancora ex Assessori come Avvocato Angelo Di Palma, Giuseppe Negri e Nicola Di Maio, l’ex Consigliera Comunale Maria Pia Di Monda, e diversi altri rappresentanti del mondo della politica, della cultura, dell’Associazionismo, come “La Casa di Pat” con la Presidente Chiara Sena, ognuno presente a titolo personale nel rigoroso rispetto della dichiarata manifestazione apartitica e apolitica dei promotori. Del mondo del giornalismo la veterana di tante campagne di impegno civile, Anita Capasso. Scarsa la partecipazione della cittadinanza. Per tu tutti, i ragazzi e le ragazze hanno intonato, dopo "Vietato Morire" di Ermal Meta, conclusivamente il "Canto degli Italiani Inno di Mameli", ricordando che l’Italia s’è desta” e con essa, si spera, Brusciano.


IESUS Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali - Brusciano NA –



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

BRUSCIANO IL 21 AGOSTO INIZIA LA FESTA DEI GIGLI di Antonio Castaldo


BRUSCIANO SOGNA CON CLELIA CORTINI IN UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE INSIEME ALLE GIOVANI PROMESSE DELLA "MODERN DANCE". di Antonio Castaldo


BRUSCIANO GRANDIOSO INIZIO 140ESIMA FESTA DEI GIGLI IN ONORE DI SANT'ANTONIO DI PADOVA. di Antonio Castaldo


BRUSCIANO CONCLUSA LA 140ESIMA FESTA DEI GIGLI IN ONORE DI SANT'ANTONIO DI PADOVA. RICORDATO L'EROE CIVILE ANATOLIJ KOROL. di Antonio Bastaldo


Marigliano Collettivo Utopia ricorda il "77 l'Anno che non finì" (Scritto da Antonio Castaldo)


BRUSCIANO LA QUESTUA DEL GIGLIO AMICI DEL PARULANO


 

I più cliccati

Stesso autore

Napoli Gruppo Operario ‘E Zezi dopo 50 di assenza riporta la “Cantata della Zeza” in città. Patrocinio Comunale e collaborazione Associazione Sedili di Napoli. (Scritto da Antonio Castaldo)

Napoli Gruppo Operario ‘E Zezi dopo 50 di assenza riporta la “Cantata della Zeza” in città. Patrocinio Comunale e collaborazione Associazione Sedili di Napoli. (Scritto da Antonio Castaldo)
 La sfilata di Carnevale a Napoli, in Centro Storico e Decumani, ha visto il ritorno, dopo 50 anni di assenza di rappresentazione, della “Cantata della Zeza” messa in scena dal “Gruppo Operaio ‘E Zezi” di Pomigliano d’Arco fondato e diretto da Angelo De Falco, “O’ Prufessore”. L’evento Carnevale 2018 è stato voluto dall&rsquo (continua)

Napoli: Il “Gruppo Operario ‘E Zezi” dopo il 36° Corteo di Carnevale a Scampia porta martedì 13 “La Cantata della Zeza” nel Centro Storico. (Scritto da Antonio Castaldo)

Napoli: Il “Gruppo Operario ‘E Zezi” dopo il 36° Corteo di Carnevale a Scampia porta martedì 13 “La Cantata della Zeza” nel Centro Storico. (Scritto da Antonio Castaldo)
A Napoli Scampia, domenica  febbraio è stata svolta con grande partecipazione, nei mille colori partenopei, regionali e nazionali, la 36esima edizione del corteo di Carnevale del quartiere a Nord di Napoli sul tema "Mezzogiorno di fuochi, chi appiccia, chi soscia e chi stuta". La sfilata è partita da Via Monte Rosa, dal centro sociale fondato da Felice Pignataro e Mi (continua)

Napoli: Il Gruppo Operaio “E Zezi” partecipa al Carnevale 2018 con “La Canzone di Zeza”. (Scritto da Antonio Castaldo)

Napoli: Il Gruppo Operaio “E Zezi” partecipa al Carnevale 2018 con “La Canzone di Zeza”. (Scritto da Antonio Castaldo)
A Napoli l’Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco Luigi De Magistris, con l’Assessorato alla Cultura retto da Nino Daniele, e la Municipalità 4 comprendente i Quartieri di San Lorenzo, Vicaria, Poggioreale e Zona Industriale, ha concesso il Patrocinio per il Carnevale 2018 nel Centro Storico e dei Decumani che vedrà la partecipazione del Gruppo Operaio ‘E Zez (continua)

Napoli: OdG Campania "Giornalismo e deontologia professionale". Il saluto del Cardinale Sepe. (Articolo scritto da Antonio Castaldo)

 Napoli: OdG Campania
Presso la sede RAI di Napoli, sabato 3 febbraio scorso i giornalisti della Campania  hanno partecipato ad corso di sul tema: “Periferie dell’informazione e periferie delle città nella deontologia professionale”. Dopo il saluto di benvenuto di Antonio Parlati, Vice Direttore del Centro Rai di Napoli e la presentazione del Presidente dell’Ordine regionale dei gior (continua)

Mariglianella: L’Amministrazione Comunale nella costante attenzione alle fasce deboli riconferma per il 2018 il sostegno alimentare.

Mariglianella: L’Amministrazione Comunale nella costante attenzione alle fasce deboli riconferma per il 2018 il sostegno alimentare.
La Giunta Comunale di Mariglianella presieduta dal Sindaco, Felice Di Maiolo, con Assessore alle Politiche Sociali Luisa Cucca,  ha approvato con la Delibera n. 86 del 2017, l’adesione, su proposta del Responsabile del Servizio Affari Generali, dott. Francesco Principato, al Progetto “Condividere i bisogni per condividere il senso della vita” per il triennio 2018/2020 me (continua)