Home > News > LA VIA DELLA FELICITA' PER RIPRISTINARE RESPONSABILITA' E VALORI MORALI A SAN MICHELE

LA VIA DELLA FELICITA' PER RIPRISTINARE RESPONSABILITA' E VALORI MORALI A SAN MICHELE

 LA VIA DELLA FELICITA' PER RIPRISTINARE RESPONSABILITA' E VALORI MORALI A SAN MICHELE

 

 

 

Non è facile rimanere integri in una società che ci invita continuamente a fare tutto ciò che si vuole a prescindere dagli effetti che le nostre azioni produrranno sulle persone chi ci circondano. "Se lo fanno loro, perchè non anche io"? È la giustificazione per qualsiasi azione non etica, che farà entrare le persone in una spirale discendente, perdere i sani valori che ciascuno di noi ha innati, contribuendo così a creare una società in cui ognuno vive in funzione di se stesso e dei propri interessi incurante degli altri.

"Cerca di trattare gli altri come vorresti che gli altri trattassero te" recita il titolo di uno dei 21 precetti della "Via della Felicità", il codice morale non religioso, completamente basato sul buon senso, scritto dal filosofo L. Ron Hubbard. Basterebbe che ognuno di noi ristettasse questa semplice regola aurea per creare una società più giusta e vivibile per tutti.

Nel pomeriggio di lunedì 12 febbraio i volontari della Fondazione hanno distribuito i libretti de "La Via della Felicità" in via Podgora e strade limitrofe, in San Michele, portando così in tutte le case un messaggio di pace e di civile convivenza in uno dei quartieri di Cagliari dove la convivenza è diventata sempre più difficile a causa dello spaccio e uso di droga.



Commenta l'articolo

 
 

I più cliccati

Stesso autore

"QUEI SOLDI SPORCHI E MALEDETTI DALLA DROGA MI HANNO ROVINATO LA VITA"


      "Negli anni '90 ho spacciato tutti i tipi di droga – ha confessato ai volontari un ex tossicodipendente e spacciatore di via Podgora a San Michele – ho guadagnato tantissimi soldi, ora non ho più niente. Ho fatto otto anni di carcere e ho ancora dei processi in corso. Mi hanno sequestrato tutto, anche la casa. I soldi della droga sono sperchi e m (continua)

INFORMAZIONE E PREVENZIONE, IL BINOMIO VINCENTE CONTRO LA DROGA.

INFORMAZIONE E PREVENZIONE, IL BINOMIO VINCENTE  CONTRO LA DROGA.
    Ormai non ci sono dubbi che non basta la sola politica di repressione, pur indispensabile per assicurare alla giustizia i criminali spacciatori, per arginare il fenomeno droga che, a vedere dalle cronache quotidiane, sembrerebbe inarrestabile. Il dio "evasione" attraverso la droga è diventato il rifugio comune usato da moltissimi ragazzi e tanti altri non pi&ug (continua)

DISTRIBUITI A ELMAS I LIBRETTI CON LA VERITA' SULLA MARIJUANA E GLI ANTIDOLORIFICI

	DISTRIBUITI A ELMAS I LIBRETTI CON  LA VERITA' SULLA MARIJUANA E GLI ANTIDOLORIFICI
    Marijuana e antidolorifici sono le droghe più abusate tra i giovanissimi alla ricerca dello sballo facile. Le menzogne sulla marijuana messe in giro ad arte dagli spacciatori e da certi luminari della "prevenzione" stanno facendo passare il punto di vista che le droghe cosiddette "leggere" siano da considerare alla stregua di un gioco per trascorrere una (continua)

QUARTU S.ELENA LIBERA DALLA DROGA

QUARTU S.ELENA LIBERA DALLA DROGA
      Consapevoli che più che un titolo è una speranza, i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology proseguono instancabili con le attività di diffusione dei corretti messaggi riguardo la droga. Con una distribuzione che avverrà martedì 22 maggio ancora centinaia di persone potranno rendersi consapevo (continua)

IL CORAGGIO DEI VOLONTARI NEL DIFFICILE QUARTIERE DI SAN MICHELE. IL PUSHER: "E' L'UNICO LAVORO CHE CI OFFRE IL QUARTIERE"

IL CORAGGIO DEI VOLONTARI NEL DIFFICILE QUARTIERE DI SAN MICHELE.  IL PUSHER:
 Il quartiere di San Michele a Cagliari è da anni considerato il punto di riferimento e di ritrovo dei pusher. I tossicodipendenti da tutto l'hinterland e il medio campidano arrivano a frotte e sanno bene dove trovare senza problemi la "merce" per lo sballo quotidiano. "Tutti i giorni – denuncia un commerciante locale – assistiamo allo spaccio alla luce (continua)