Home > News > VINNATUR: SEMPRE PIÙ CONTROLLI E ANALISI PER I VIGNAIOLI NATURALI

VINNATUR: SEMPRE PIÙ CONTROLLI E ANALISI PER I VIGNAIOLI NATURALI

VINNATUR: SEMPRE PIÙ CONTROLLI E ANALISI PER I VIGNAIOLI NATURALI

 

Presentati i risultati delle ricerche condotte dall'Associazione e gli obiettivi per il futuro. Da luglio controlli estesi a 50 aziende campione

 

Ancora più controlli e un'attenzione sempre maggiore al rapporto tra uomo e terroir. Questo l'obiettivo di VinNatur, l'associazione viticoltori naturali, per l'immediato futuro.

Durante l'ultima assemblea dei soci il consiglio direttivo e il presidente Angiolino Maule hanno annunciato un forte aumento dei controlli tra gli associati. Le aziende campione non saranno più dieci, come lo scorso anno, ma cinquanta. Ognuna di queste verrà sottoposta ad una serie di verifiche eseguite da parte degli enti CCPB, Valoritalia, Suolo e Salute e ICEA, che avranno il compito di valutare il rispetto del disciplinare di produzione Vino VinNatur da parte della cantina, dal terreno alle attrezzatture, dalla vigna all'imbottigliato.

Angiolino Maule e Stefano Zaninotti, biologo di Vitenova Vine Wellness, hanno presentato i numeri della sperimentazione e i risultati delle verifiche realizzate dall'Associazione VinNatur dal 2011 ad oggi.

Lo scopo di queste indagini è di dare al viticoltore alcune informazioni scientifiche accurate sul suo terroir, in modo che questi possa operare per preservare la condizione del suo terreno o attivarsi per migliorarla, imparando sul campo. "Quanto più togliamo sostanze estranee al vigneto, tanto più ci avviciniamo alla sua vera essenza - afferma Angiolino Maule - Ma dobbiamo ricordarci che in natura il vuoto non esiste e che ogni volta che io intervengo sul mio terreno subito qualcos'altro si verifica e quindi ne altera l'equilibrio. Attraverso il lavoro che stiamo facendo in collaborazione con Vitenova ci proponiamo di migliorare il rapporto tra l'uomo e la terra, in modo che i vini diventino piena espressione del terroir a cui appartengono, con viti più equilibrate, che non necessitano di trattamenti, per preservare l'ambiente vigneto in modo sempre più naturale. In cantina abbiamo imparato a fare vini senza difetti senza aggiungere null'altro che bottiglia e tappo. Nel vigneto non abbiamo ancora questa conoscenza. Il nostro obiettivo è quello di arrivare ad avere un terreno talmente vivo che la pianta si difenda da sola".

 

 

Press info:

 

Anna Sperotto

 

Carlotta Flores Faccio

 

 

 

 

 

 

VinNatur – Associazione Viticoltori Naturali
L’associazione VinNatur nata nel 2006 riunisce piccoli produttori di vino naturale da tutto il mondo che intendono difendere l’integrità del proprio territorio. Scopo dell’associazione è unire le forze di questi vignaioli per dare ad ognuno maggior forza, consapevolezza e visibilità condividendo esperienze, studi e ricerche. Scopo dell’associazione è anche quello di promuovere la ricerca scentifica e divulgare la conoscenza di tecniche naturali e innovative. Negli anni sono nati diversi progetti di ricerca tra le aziende associate e alcune Università e Centri per la Sperimentazione.
Alla nascita le aziende aderenti a VinNatur erano 65. Oggi sono
190, per un totale di 1500 ettari di vigna che producono 6 milioni e 500 mila bottiglie di vino naturale, di cui circa 5 milioni in Italia. Per associarsi i viticoltori devono accettare di sottoporre i propri vini all'analisi dei pesticidi residui, per poter garantire la genuinità dei vini. Villa Favorita è l'evento che permette all'Associazione VinNatur di vivere e di ampliare nel tempo i propri traguardi.
www.vinnatur.org

doppi controlli |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

VILLA FAVORITA 2017: LA RICERCA PRIMA DI TUTTO


VINNATUR: I VINI NATURALI ALL'OMBRA DELLA LANTERNA


Latteria Sociale Valtellina realizza progetti di sviluppo degli istituti scolastici della Valtellina


LABORATORIO ANALISI ROMA GILAR MEDICAL HOUSE VIGNE NUOVE e al DELLE VALLI si effettua ORARIO NO STOP per il Centro Cura dell'OSTEOPOROSI


ISTINTO O RAZIOCINIO? COME IMPOSTARE LA TABELLA DI ALLENAMENTO


 

I più cliccati

Stesso autore

GOPPION: UN CAFFÈ BUONO DA 70 ANNI

GOPPION: UN CAFFÈ BUONO DA 70 ANNI
  Da tre generazioni la torrefazione trevigiana seleziona i migliori caffè al mondo. L’azienda festeggia con una crescita delle esportazioni al 19 % e tre nuove latte in edizione limitata   Goppion Caffè spegne 70 candeline. E la torrefazione di Preganziol, cittadina appena fuori Treviso, si prepara a festeggiare la ricorrenza con una crescita in positivo. Le espo (continua)

UN AMARONE SPECIALE PER I 60 ANNI DI CANTINA VALPANTENA

UN AMARONE SPECIALE PER I 60 ANNI DI CANTINA VALPANTENA
  La storica cantina di Verona festeggia con tutti i soci il sessantesimo anniversario della fondazione. Tra i viticoltori aumenta la percentuale di donne e giovani under 40 Cantina Valpantena Verona celebra i sessant’anni della sua fondazione con una grande festa che riunirà tutti gli associati in uno dei fruttai di proprietà della Cantina, nel cuore della Valpantena. C (continua)

IL 53° PREMIO BASILICA PALLADIANA A NATALINO BALASSO

IL 53° PREMIO BASILICA PALLADIANA A NATALINO BALASSO
  Giovedì 24 maggio a Villa Sesso Schiavo di Sandrigo (Vicenza) sarà premiata l’arte teatrale del commediante rodigino, tra comicità e analisi sociale   Il Premio Basilica Palladiana giunge alla cinquantatreesima edizione e omaggia Natalino Balasso. Giovedì 24 maggio 2018 a Villa Sesso Schiavo di Sandrigo (Vicenza) sarà consegnato il premio all (continua)

CONSORZIO TUTELA VINI D.O.C. BREGANZE: ELVIO FORATO ELETTO NUOVO PRESIDENTE

CONSORZIO TUTELA VINI D.O.C. BREGANZE:  ELVIO FORATO ELETTO NUOVO PRESIDENTE
  Il direttore della Cantina Beato Bartolomeo da Breganze succede a Plinio Bonollo alla guida del Consorzio. Una scelta tecnica per ridare forza alla D.O.C.   Elvio Forato, direttore ed enologo della Cantina Sociale Beato Bartolomeo da Breganze è il nuovo presidente del Consorzio di Tutela vini D.O.C. Breganze. Succede a Plinio Bonollo, rimasto in carica per sei anni, che resta (continua)

I TAPPI GREEN FANNO VOLARE LABRENTA

I TAPPI GREEN FANNO VOLARE LABRENTA
  Nuovi brevetti e l'acquisizione della tedesca Innova Korken portano il fatturato a +14% nel 2017, con stima del +20% per il 2018. In arrivo nuove assunzioni e il raddoppio dello stabilimento di Breganze La tecnologia per i tappi senza colla (No Glue System) fa mettere il turbo a Labrenta. Un aumento del 14% nel fatturato 2017 che arriva a 7.300.000 e una crescita del 20% nel primo trimest (continua)