Home > Scuola e Università > Pino Sondelli, direttore della fotografia, incanta gli studenti dell'Orientale con una lezione speciale

Pino Sondelli, direttore della fotografia, incanta gli studenti dell'Orientale con una lezione speciale

Pino Sondelli, direttore della fotografia, incanta gli studenti dell'Orientale con una lezione speciale

Prosegue il ciclo di incontri con professionisti nell'ambito della settima arte, quella cinematografica, organizzati dal prof. Francesco Giordano, docente e videomaker, all'interno del Laboratorio di Produzioni Audiovisive Teatrali e Cinematografiche presso l' Università l'Orientale di Napoli,  entrato nel vivo con importanti risultati in termini di feedback degli studenti e crescita delle competenze teoriche e pratiche. L'ultimo protagonista in ordine di tempo, ma non per importanza, è stato Pino Sondelli, direttore della fotografia, regista, autore, nonchè direttore dell'Accademia di Belle Arti di Nola. Il suo prezioso intervento, risultato particolarmente affascinante per gli studenti, si inserisce all' interno dello studio della grammatica dell'immagine, del valore e del significato espressivo di una inquadratura tecnica cinematografica, passando per le basi di una corretta composizione, fino al percorso tecnico e artistico della luce, indagando il senso psicologico e analitico di un'immagine e dei colori. Un campo complesso, pieno di sfaccettature e concetti, che Sondelli ha provato a racchiudere in poco tempo, riuscendo a carpire l'interesse e la curiosita' degli allievi del prof. Giordano, che hanno iniziato a interrogarsi su se stessi, I propri movimenti nello spazio, lo sguardo sulle cose e sull'altro, il campo dell'attenzione visiva e della percezione. In particolare Pino Sondelli, nel suo dialogo-confronto con I ragazzi, ha abbandonato la veste di docente per entrare in contatto con I suoi interlocutori e dare vita ad una comunicazione vera, fatta di dialogo e scambio reciproco di emozioni, perchè, come sostiene Sondelli: "Solo in questo modo le persone comunicano realmente". Alla base della comunicazione e definizione di un contenuto e della sua espressione c'è la luce. "Il colore della luce crea un' atmosfera ed è cio' che vogliamo racchiudere nell'inquadratura e vogliamo comunicare". In base  alla quantità di impulsi elettro-magnetici che noi assorbiamo dalla luce costruiamo un'immagine. "Le inquadrature - spiega Sondelli - sono frammenti di realtà e l'immagine è una scrittura in un'inquadratura, dunque attravers quali inquadrature scegliamo comunichiamo un messaggio rispetto ad un altro". Gli studenti, partecipanti attivi dell'incontro, stimolati ad esprimere sensazioni, domande, stati d'animo, sono stati coinvolti nella realizzazione di un vero e proprio set di regia televisiva, con il posizionamento di telecamere e luci, mostrando poi  praticamente come varia il contenuto comunicato se si modificano I raggi di luce nello spazio. Nella fattispecie è stato fondamentale l'intervento dell'attore e regista teatrale Franco Maione, che ha letto un testo in una determinata atmosfera costruita con l'uso delle luci, naturali e artificiali. Questo espediente è stato importante per introdurre un altro aspetto, quello del suono, che al pari della luce condiziona e costruisce il contenuto che si sceglie di comunicare e che ha un valore molto forte sotto il profilo emozionale. Esiste infatti una frequenza sonora, anche nella voce, che crea stati d'animo particolarmente forti. Non poteva mancare nell'intervento di Pino Sondelli una riflessione sull'evoluzione del linguaggio cinematografico alla luce dell’avvento della digitalizzazione  e la conseguente velocità del cambiamento che non possono non coinvolgere gli operatori della settima arte, alle prese con una realta' sempre piu' ipertecnologica e liquida, per dirla alla Bauman. Pino Sondelli ha pero'lanciato una provocazione: "la macchina fotografica è davvero solo quella che siamo abituati a considerare tale oppure è qualcosa che già possediamo naturalmente attraverso I nostri occhi?". Ad ognuno la sua risposta.

 



Commenta l'articolo

 
 

I più cliccati

Stesso autore

La cucina campana e veneta insieme per una sera nei piatti della cena evento al Nereidi di Amalfi

La cucina campana e veneta insieme per una sera nei piatti della cena evento al Nereidi di Amalfi
Le Nereidi Restaurant di Amalfi ospiterà Sabato 18 agosto ore 20.30 la cena-evento “PADOVA-AMALFI  Andata e Ritorno” organizzata dalla giornalista e food blogger Angela Merolla. Direttamente dal ristorante Tola Rasa di Padova lo chef Luca Tomasicchio realizzerà con lo chef resident Carlo Verde, una cena dai piatti di mare più espressivi del Veneto e (continua)

Ultima tappa di iBand a Casoria, appuntamento alla Royal Music per il talent musicale di La5

Ultima tappa di iBand a Casoria, appuntamento alla Royal Music per il talent musicale di La5
 In prima visione assoluta a dicembre 2018, andrà in onda su La5 Mediaset iBand, il nuovo programma prodotto dalla Sunshine Production. Sarà il primo talent show rivolto alle band, ai gruppi di voci, ai cori e ai cori gospel. Un contest questo, per scoprire nuovi talenti musicali, ideato per i giovani e dare loro l'opportunità di esibirsi live, proponendo così la p (continua)

“Stelle e dolcezze” dello chef pasticcere Pietro Macellaro all’Hotel Le Agavi di Positano il 10 agosto

“Stelle e dolcezze” dello chef pasticcere Pietro Macellaro all’Hotel Le Agavi di Positano il 10 agosto
“Stelle e dolcezze”, in programma venerdì 10 agosto alle ore 22, è l'evento enogastronomico della notte di San Lorenzo. Il maestro pasticcere Pietro Macellaro, 3 Torte Gambero Rosso e Medaglia d'Oro 2017/2018 agli International Chocolate Awards, proporrà le ghiotte creazioni della sua Pasticceria Agricola Cilentana sulla “Terrazza Alma” nella notte dell (continua)

“Cruditè e Champagne” a Positano

“Cruditè e Champagne” a Positano
Nell’affascinante contesto del borgo marinaro di Positano, mercoledì 8 agosto alle ore 20.30 presso “Ohimà Brasserie” si terra “ Cruditè e Champagne” una cena raffinata a cura dello chef Emanuele Mosca,con gli Champagne de la Maison DeutzAy- France, in abbinamento ai suoi piatti. Sorto da qualche mese in pieno centroa Positano,il ristorante &ldqu (continua)

Te le do io le bollicine, una serata di gusto e calici raffinati al Nabilah

Te le do io le bollicine, una serata di gusto e calici raffinati al Nabilah
Le bollicine sono un ottimo accompagnamento a tavola e si abbinano particolarmente bene alla pasta, in quanto effervescenza e sapidità compensano la tendenza dolce presente nell’amido. In occasione della X edizione di “Te le do io le Bollicine”, l'evento svoltosi lunedì 16 luglio al Nabilah (prestigioso beach club napoletano), cinque chef stellati hanno de (continua)