Home > Ambiente e salute > Informazioni sulla psichiatria a San Polo

Informazioni sulla psichiatria a San Polo

Informazioni sulla psichiatria a San Polo

Le alternative dovrebbero essere illustrate.

Nella medicina generale, lo standard per il consenso informato include comunicare la natura della diagnosi, lo scopo di un trattamento o di una procedura proposti, i rischi e i benefici del trattamento proposto, e informare il paziente su terapie alternative così che questi possa fare una scelta consapevole.

Gli psichiatri normalmente non informano i pazienti dei trattamenti in cui non sia necessario l’uso di farmaci, né tanto meno prescrivono sufficienti analisi mediche per poter escludere che il loro problema non sia dovuto a una condizione fisica mai curata che si manifesta come sintomo “psichiatrico”.

Non informano accuratamente i pazienti sulla natura delle diagnosi che richiederebbero informare il paziente sul fatto che le diagnosi psichiatriche sono del tutto soggettive (basate solo sul comportamento) e non hanno validità scientifico/medica (niente raggi X, esame del cervello, test di squilibrio chimico che dimostrino se qualcuno ha un disturbo mentale).

Tutti i pazienti dovrebbero avere quella che viene chiamata una “diagnosi differenziale”. Il medico si procura i dati completi e conduce un esame fisico completo, esclude tutti i possibili problemi che potrebbero causare un insieme di sintomi e descrive gli eventuali effetti collaterali delle terapie consigliate.

Ci sono numerose alternative alle diagnosi e ai trattamenti psichiatrici, comprese cure mediche standard che non richiedono alcuna etichetta degradante e propriamente psichiatrica, né nessun farmaco che altera la mente. I governi dovrebbero approvare e finanziare i trattamenti non farmacologici quali alternative alle droghe pericolose che si sono rivelate non più efficaci del placebo e più pericolose della maggior parte delle droghe da strada.

Il comitato internazionale.

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus, è un'organizzazione di volontariato non a scopo di lucro, finalizzata a investigare e denunciare le violazioni psichiatriche dei diritti umani.

Il CCDU è stato fondato in Italia nel 1979 ed è diventato una Onlus nel 2004. Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus è una organizzazione indipendente ed è collegato ideologicamente al CCHR (Citizen Commission on Human Rights), che ha sede a Los Angeles.

Il CCHR International è stato fondato nel 1969 dalla Chiesa di Scientology e dal Professor Thomas Szasz, professore emerito di psichiatria all'Università di Syracuse, Stato di New York e autore di fama internazionale. A quel tempo le vittime della psichiatria erano una minoranza dimenticata, segregate in condizioni terribili nei manicomi sparsi nel mondo. In seguito a ciò, il CCHR elaborò una dichiarazione dei Diritti Umani sulla Salute Mentale che è diventata la linea guida per le riforme nel campo della salute mentale.

Informazione | Prevenzione | Scientology | Psicofarmaci | Depressione | Stragi | Follia | Psichiatri | Mente | Psicologia | Trattamento | ADHD | Discalculia | Dislessia | Minori |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

U.S. Polo Assn.: all’87esima edizione di Pitti Immagine Uomo presenta la nuova collezione FW 15 16 e celebra il 125esimo anniversario della United States Polo Association


U.S. Polo Assn. alla 90esima edizione di Pitti Immagine Uomo con la nuova collezione Spring Summer 2017 e il debutto della prima travel collection


U.S. Polo Assn. per la prima volta a Fieracavalli con la collezione FW 2015/16


U.S. Polo Assn.: accordo di partnership con il Monte-Carlo Polo Club Il brand è sponsor tecnico dell’esclusiva Monte-Carlo Polo Cup 2016 Monte-Carlo, 15 – 18 settembre 2016


U.S. POLO ASSN. PRESENTA 125TH, LA SPECIALE CAPSULE COLLECTION PER CELEBRARE IL 125ESIMO ANNIVERSARIO DELLA UNITED STATES POLO ASSOCIATION


SPECIAL GUEST U.S. POLO ASSN. L’ATTORE NICOLAS VAPORIDIS


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Ieri...

Stesso autore

Continuiamo la Prevenzione dalla Cocaina per fermarla

Continuiamo la Prevenzione dalla Cocaina per fermarla
La ricerca dello sballo sembra sia un punto di conquista sociale tra i ragazzi. Ma la strada che sembra facile diventa presto la più dolorosa. Per prevenire scelte sbagliate oltre 400 libretti "La verità sulla cocaina" sono stati distribuiti questa settimana a Padenghe. Informare per far conoscere la Cocaina per prevenire Distribuire opuscoli informativi sulla Cocaina &eg (continua)

Farsi di alcol per sembrare simpatici.

Farsi di alcol per sembrare simpatici.
Il periodo della adolescenza è quello in cui si sperimentano le prime relazioni sociali. La compagnia degli amici diventa un riferimento molto importante. Per avere successo i ragazzi e le ragazze ritengono di dover stupire in qualche modo ed ecco che l'alcol diventa lo strumento per almeno "sembrare" simpatici invece di imparare ad "essere" simpatici. Sembrare simpatic (continua)

Diffondiamo i valori morali nel modo delle imprese

Diffondiamo i valori morali nel modo delle imprese
I valori tradizionali sono particolarmente sostenuti da chi è abituato a lavorare per produrre benessere per sè e per altri. Questa settimana un imprenditore che sostiene la campagna "La Via della Felicità" ha distribuito decine di libretti che illustrano il valore dei valori proprio ad altri imprenditori con l'intento di diffondere una sempre più vasta e cond (continua)

I Diritti Umani per combattere il diffondersi dell'egoismo

I Diritti Umani per combattere il diffondersi dell'egoismo
Promuovere i Diritti Umani è una azione che favorisce una maggiore consapevolezza di uguaglianza e contribuisce a isolare il senso diffuso di egoismo. Diffondere i Diritti Umani sanciti nel Dicembre del 1948 dalle Nazioni Unite Alcuni volontari dell'Associazione per i Diritti Umani e Tolleranza Onlus, hanno distribuito decine di opuscoli a Gavardo rendendo disponibile a molte fa (continua)

Gli scientologist bresciani celebrano il terzo anniversario della vittoria legale in Belgio

Gli scientologist bresciani celebrano il terzo anniversario della vittoria legale in Belgio
Gli scientologist bresciani lunedì 11 marzo hanno ricordato l'ultima vittoria legale ottenuta in Belgio e che ha sancito, anche per quella nazione, lo status di religione per Scientology. Il Belgio riconosce la religione di Scientology L'11 marzo 2016, il Tribunale di Bruxelles ha respinto un caso che coinvolgeva una dozzina di scientologist, la stessa Chiesa belga e l'ufficio europe (continua)