Home > Cibo e Alimentazione > “Te le do io le Bollicine”, piatti stellati, champagne e spumanti il 16 luglio protagonisti al Nabilah

“Te le do io le Bollicine”, piatti stellati, champagne e spumanti il 16 luglio protagonisti al Nabilah

“Te le do io le Bollicine”, piatti stellati, champagne e spumanti il 16 luglio protagonisti al Nabilah

 Bollicine e piatti stellari. L’Associazione Italiana Sommelier e il Nabilah organizzano “Te le do io le Bollicine”. Lunedì 16 luglio, dalle ore 19.30, nel beach club di via Spiaggia Romana 15 (Bacoli), torna, come da tradizione, l'esclusivo evento che giunge alla sua X edizione e viene organizzato per festeggiare, in grande stile, la chiusura dell'anno di attività dell’AIS  con calici di champagne e spumanti. 

Decine di chef di rinomata professionalità, anche stellati, partecipano all'organizzazione di "Te le do io le Bollicine". Protagonisti, quest’anno, Pasquale Palamaro, Domenico Iavarone, Lino Scarallo, Marianna Vitale e Luciano Villani, che prepareranno deliziosi primi piatti con la pasta fornita dai pastifici gragnanesi de “La Selezione”. 
Il format della kermesse prevede: banchi d’assaggio dedicati alla somministrazione di champagne e bollicine, a cura dei sommelier dell’AIS Napoli; e postazioni food con le migliori firme del panorama gastronomico campano e italiano (antipasti, primi, secondi, pizza, panini, ostriche, formaggi e salumi). 
Tra i piatti esclusivi del menù di "Te le do io le Bollicine":  cannolo con crudo di sgombro e cappuccino caprese; “Te le do io le lumachine”; polpo, limone e bollicine;  biscuit al pistacchio, bavarese alle bollicine e composta di lamponi. 
Renderanno ancora più frizzante la serata la musica dal vivo e la selezione dei brani a cura di Ciro Cacciola, in arte dj Cerchietto, che sarà in consolle durante l’evento.

 

Programma

19.30 Start

19.30 Aperitivo + Oyster Bar

20.30 Stappo “AIS” e apertura banchi d’assaggio

21.15 Apertura punti restaurant zona Garden

22.00 Stelle e Pasta (Cooking Show e degustazioni a cura di chef stellati)

22.30 Consegna diplomi AIS Corso Sommelier n. 89

23.00 Apertura punti Sreet Food & More (zona piscina) + Champagne Bar

23.00 DJ Set

 

 

Food 

Oyster Experience a cura di Vincenzo Supino

Old Friends

Tarallificio Tonino

Malafronte Panificio

Olio Guglielmi
 
ONAF Napoli con i formaggi della famiglia BUSTI e i salumi LEVONI 

Carmasciando

Tempio dei formaggi
 
 

Kuma 65

La Locanda del Testardo

La Fescina

Liv Bistrot

Mamma Elena

Le Lune Bistrot

Il Falangone

Maria Rosaria canò

Masseria Guida

Masseria Alaia

Locanda Rei 

Mosè a Ridosso

La Playa

 

Chef Stellati

Palazzo Petrucci* con Lino Scarallo

Sud Ristorante* con Marianna Vitale

La Locanda del Borgo Aquapetra* con Luciano Villani

Indaco* con Pasquale Palamaro

Josè Villa Guerra 

 

 

Area street food

Chamade

Macelleria Hamburgheria Da Gigione

Da Pasqualino

Happy Hours

Caseari Cautero

Casa de Rinaldi

Olio e pomodoro 

 

 

 Dessert

Sweet Emotions

Pasticceria Lisita

Kiwi SunGold Zespri

 

Wine

Banco d’Assaggio PROPOSTA VINI

Una selezione di bollicine da uve autoctone italiane, dalle Alpi alla Sicilia

Metodo Classico:

Rosè Brut S-ciopét – Pelaverga – Castello di Verduno

Bianco Dosaggio Zero – Erbaluce, Timorasso, Cortese, Moscato – Erpacrife

Groppello Brut Nature Paxtibi Bianco dal Nero – Zuliani

Blanc de Sers Brut Nature – Vernaza, Valderbara, Nosiola – Casata Monfort

Vernaza Belle – Pravis

Raboso Rosato Brut Redentor – Tessère

Pignoletto Millesimato 1877 – Lodi Corazza

Lambrusco di Modena – Paltrinieri

Pas Dosé Dalnero – Montepulciano, Sangiovese – Strologo

Vinudilice – Alicante Grecanico, Minnella – I Vigneri

Nerello Mascalese Rosé Extra Brut – Murgo

Metodo Martinotti:

Timorasso Terre di Libarna Colli Tortonesi Brut - Poggio

Prosecco Superiore Brut Conegliano Matiù – L’Antica Quercia

Ribolla Gialla Brut – Komjanc

Metodo Familiare:

Schiava Belle Frizzante Sui Lieviti – Francesco Poli

Silvo Frizzante Sui Lieviti – Varietà resistenti – Villa Persani

Naturalmente Frizzante Sui Lieviti – Glera – Casa Belfi

Roncaie Frizzante Sui Lieviti – Garganega – Menti

Boschera Colli Trevigiani Frizzante Sui Lieviti – Zanon Eros

Z Frizzante Sui Lieviti – Vermentino – Quartomoro

 

Banco dedicato

Bellavista, Foss Marai, Fontanafredda

 

Banco d’assaggio collettivo

Cantine Carputo, Franciacorta Turra, Ca' del Bosco, Tenuta Cavalier Pepe, Cantine del Mare, Cantine Astroni, Contratto, Ferghettina, Montelvini, Feudi di San Gregorio, Fontanavecchia, Piatti, Sella&Mosca, Vino&Design, Cava Segura Viudas, Braida, Dogliotti, Cantine Iovine 1890, Capri Moonlight.

FOOD | BEVERAGE | CIBO | BACOLI | FUSARO | NABILAH | NAPOLI | SERATA | EVENTO | EVENTI |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Te le do io le bollicine, una serata di gusto e calici raffinati al Nabilah


MAKAY: RIEMPIRE IL VUOTO è il suo nuovo singolo che anticipa la pubblicazione della raccolta prevista per la primavera 2015, in occasione dell'uscita del film "Un viaggio senza te"


Intervista a Matteo Simone dopo la Staffetta 12xmezzora - Roma, 4 giugno 2016


Al via a Milano la Week&Food: dal 4 all’11 maggio il capoluogo lombardo si apre a tutti gli eventi dedicati al mondo dell’enogastronomia. Netaddiction è media partner ufficiale di Tuttofood e Taste of Milano


Astimusica 2012


QUATTRO MANI, CINQUE SENSI: i vini e i sapori dell’Alto Adige ambasciatori del gusto italiano


 

Ieri...

Stesso autore

Babà Re, il dolce napoletano per eccellenza si trasforma in cremoso liquore, novità delicata e morbida al rhum

Babà Re, il dolce napoletano per eccellenza si trasforma in cremoso liquore, novità delicata e morbida al rhum
Il babà, uno dei dolci più amati in Campania e probabilmente in Italia, adesso è anche un cremoso liquore. Babà Re, questo il nome della stuzzicante novità, è una “variazione sul tema” che rende omaggio al celebre dolce, nato – secondo la leggenda – in Polonia tra il XVII e il XVIII secolo ad opera del re Stanislao I, ma da tempo &l (continua)

BeCheffy”, progetto di social show cooking and Lessons per conoscere i segreti e le cucine dei grandi chef

BeCheffy”, progetto di social show cooking and Lessons per conoscere i segreti e le cucine dei grandi chef
 S’inaugura martedì 18 dicembre alle ore 18,00 a Pozzuoli (NA), presso gli spazi di Villa Taurinus, l’attività di BeCheffy, il nuovo progetto che mette insieme lezioni di cucina, socialità reale e cene negli spazi eccellenti della Campania e dell’intera Penisola. BeCheffy è la grande community dei “cuochi per passione”, di coloro ch (continua)

La raccolta fondi di "Cenando sotto un Cielo Diverso" ha consentito di acquistare l'ecografo per l'ospedale Santobono Pausilpon di Napoli

La raccolta fondi di
 “Ringrazio lo chef Michele De Leo e tutti gli altri chef, pasticcieri, panificatori, pizzaioli, produttori (oltre 100) che hanno animato sia la cena di gala svoltasi a Tenuta San Domenico a Capua che l’evento tenutosi al Tiberius di Pompei – dichiara Alfonsina Longobardi, organizzatrice della kermesse “Cenando sotto un Cielo Diverso” -. Ringrazio (continua)

L’ultima invenzione della giovane pizzaiola De Cham alla Sanità, la Millefoglie Fritta al gusto di pastiera

L’ultima invenzione della giovane pizzaiola De Cham alla Sanità, la Millefoglie Fritta al gusto di pastiera
 Da oggi nel cuore del centro storico di Napoli sarà possibile gustare la Millefritta, una millefoglie fritta al gusto di pastiera. Si tratta dell’ultima invenzione di Isabella De Cham, pizzaiola classe 1993 della Sanità, che ha pensato di friggere dei dischi di pasta e sovrapporli a mo’ di millefoglie condendoli con rivisitazione di pastiera e servito con nocciole e (continua)

Dal 14 al 16 dicembre a Sala Ichòs il Teatro delle Bambole è in scena con "Il fiore del mio Genet" a Napoli

Dal 14 al 16 dicembre a Sala Ichòs il Teatro delle Bambole è in scena con
Teatro delle Bambole torna a Napoli con un approfondimento interamente dedicato alla sua ricerca artistica. Sala Ichòs accoglie due importanti lavori del percorso artistico del gruppo. Dopo PSICOSI DELLE 4 E 48 di Sarah Kane, la compagnia presenta l’ultima produzione in ordine di tempo che è all’interno del Programma di Ricerca quinquennale “LA LINGUA DEGLI INSETTI (continua)