Home > Altro > Gli insuccessi dei figli colpe dei genitori

Gli insuccessi dei figli colpe dei genitori

Gli insuccessi dei figli colpe dei genitori

 Gli errori dei genitori

Gli errori frequenti da cui Business Insidermette in guardia sono sei e portano tutti a crescere figli destinati, in base a studi sociologici, a non avere successo nella vita da adulti. Il primo è quello di essere genitori troppo autoritari, perché in questo modo si scoraggia una comunicazione aperta e si facilita il radicamento di una serie di inibizioninei ragazzi.

Il secondo è consentire di stare davanti alla televisione sin dalla prima infanzia. Apparentemente stare incollati al piccolo schermo è strettamente collegato all’incapacità di comprendere i problemi di matematica.

Terzo errore è quello di gridare, atto inutile e controproducente nel lungo periodo, così come il ricorso (quarto errore) agli schiaffi o, peggio, a forme più gravi di violenza. Si tratta di atti che lasciano tracce indelebili e che sono destinati a creare disturbi cognitivi.

Il quinto comportamento da evitare è cercare di tenere tutto sotto controllo, trasformandosi in quelli che vengono definiti “genitori-elicottero”, proprio perché tentano di arrivare dappertutto: il risultato sarà quello di aumentare la probabilità che da adulti i propri figli soffrano di ansia e depressione.

Infine, non bisogna essere emotivamente distanti dai propri figli. A volte i loro piccoli problemi possono apparire insignificanti, ma non lo sono e troppo distacco può tradursi in traumi emotivi ed insicurezze.

Nelle famiglie si interagisce poco e male i genitori purtroppo tendono a sfogare la loro insoddisfazione sui figli e questo è quanto di più sbagliato si possa fare.

Forse accusare i genitori di essere i principali responsabili dei futuri insuccessi dei figli è un po’ esagerato, se non addirittura arrogante, ma resta il fatto che, studi e numeri alla mano, taluni comportamenti si siano rivelati controproducenti.

Cerchiamo di smussare ogni angolo 

finché si è in tempo.

Gianluca Santoni investigatore | figli | comunicazione | web |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Il Profondo Significato delle Bomboniere Solidali Battesimo


Aperitivo e spettacolo a Napoli: fare il turista e trascorrere del tempo libero nella propria città è un dovere


OPERAZIONE CALMA PLANETARIA - PROGRAMMI E RISULTATI


INIZIA IL CORSO GRATUITO ON-LINE - BAMBINI


26 GIUGNO: GIORNATA MONDIALE ONU PER LA LOTTA ALLA DROGA


 

Ieri...

Stesso autore

Corinaldo tragedia alla lanterna

Corinaldo tragedia alla lanterna
 Corinaldo. Tragedia alla Lanterna Azzurra.    L’autrice Marina Paterna dichiara: “Dove stanno le parole per esprimere la rabbia? Ci sono solo numeri: 490 i ragazzi registrati dal contapersone, tra i 1.400 e i 2.000 i ragazzi effettivamente presenti. Quanti i biglietti realmente venduti? Ma oggi di quale sicurezza parliamo? È chiaro che nel locale moltissime son (continua)

L’autrice Marina Paterna chiede: “Fermiamoci ad ascoltare. Impariamo a leggere ogni cosa, anche i silenzi. Iniziamo dall’osservare, anche le più insignificanti cose ci parlano di noi.”

L’autrice Marina Paterna chiede: “Fermiamoci ad ascoltare. Impariamo a leggere ogni cosa, anche i silenzi. Iniziamo dall’osservare, anche le più insignificanti cose ci parlano di noi.”
 Strage di Paternò. “Tragedia per la nostra città.”  L’autrice Marina Paterna chiede: “Fermiamoci ad ascoltare. Impariamo a leggere ogni cosa, anche i silenzi. Iniziamo dall’osservare, anche le più insignificanti cose ci parlano di noi.”   Ho ascoltato il sindaco e credo nel suo dolore. Siciliano come me, dal cuore grande c (continua)

Santino Di Matteo si racconta e chiede aiuto

Santino Di Matteo si racconta e chiede aiuto
 Santino Di Matteo si racconta e chiede aiuto. Proteggetemi.   Nel libro HO SCONFITTO la mafia. IO SONO VIVO! L’autrice Marina Paterna immortala in un capitolo la sua confessione. 36 un numero, un’ossessione. 36 un capitolo. Sono gli stessi minuti in cui decide di scappare per raggiungere suo figlio Giuseppe. 36 sono anche i suoi anni, gli stessi in cui decide di cambiare l (continua)

Santino Di Matteo si racconta e chiede aiuto

Santino Di Matteo si racconta e chiede aiuto
 Santino Di Matteo si racconta e chiede aiuto. Proteggetemi.   Nel libro HO SCONFITTO la mafia. IO SONO VIVO! L’autrice Marina Paterna immortala in un capitolo la sua confessione. 36 un numero, un’ossessione. 36 un capitolo. Sono gli stessi minuti in cui decide di scappare per raggiungere suo figlio Giuseppe. 36 sono anche i suoi anni, gli stessi in cui decide di cambiare l (continua)

Serata Donne al centro

Serata Donne al centro
            In collaborazione con la Fondazione Margherita Hack                          Con il Patrocinio Regione Lazio – Assessorato alla Cultura 1 municipio     Teatro degli Eroi  - 22 novembre     La  nostra associazione vuole essere un (continua)