Home > Altro > Importare dalla Cina prodotti a marchio CE: ecco come fare

Importare dalla Cina prodotti a marchio CE: ecco come fare

Importare dalla Cina prodotti a marchio CE: ecco come fare

 

PERCHÉ IL MARCHIO CE È COSÌ IMPORTANTE SE IMPORTI PRODOTTI DALLA CINA

Quando importi merce dalla Cina da rivendere in Italia, sai bene che i tuoi prodotti devono rispettare le normative comunitarie ed essere provvisti del marchio CE per poter entrare nel mercato europeo. In questo articolo cercheremo di fare chiarezza su come si applicano tali direttive e chi ha la responsabilità di garantire la conformità dei prodotti.

I prodotti venduti nell’UE devono essere conformi a una o più direttive della comunità europea: ci sono direttive che si applicano a prodotti specifici, altre che riguardano grandi categorie, ad esempio i sistemi elettronici con tensione di ingresso e uscita compresa tra i 50 e i 100 volt. In tal senso, il marchio CE non è una direttiva di prodotto ma un marchio di conformità che attesta che il prodotto in questione è conforme alle vigenti direttive CE.

marchio ce europa

L’applicazione della regolamentazione varia poiché ogni direttiva CE regolamenta prodotti specifici: alcune si occupano delle sostanze, altre si occupano dell’efficienza energetica, altre della sicurezza elettrica; esistono anche direttive che regolamentano l’etichettatura da applicare all’unità di prodotto, il confezionamento e il manuale d’uso. Non basta quindi apporre il marchio CE per essere in regola: i prodotti devono essere conformi ai requisiti tecnici specificati nelle direttive comunitarie e non si può vendere in UE merce non conforme alle direttive in quanto la spedizione verrebbe bloccata alla dogana, la merce sequestrata e si incorrerebbe anche in sanzioni da pagare.

QUALI PRODOTTI NECESSITANO DEL MARCHIO CE

Anche se ci sono direttive comunitarie che regolamentano prodotti specifici, la maggior parte riguarda le categorie di prodotti. Alcuni prodotti sono poi soggetti ad altri regolamenti dell’UE come la direttiva REACH specifica in merito alle sostanze che devono essere presenti nei prodotti venduti nel mercato comunitario.

Qui di seguito riportiamo un elenco dei prodotti che necessitano del marchio CE per poter passare la dogana ed essere rivenduti in Italia:

  • dispositivi medici impiantabili attivi;
  • dispositivi medici;
  • dispositivi di diagnosi medica in vitro;
  • apparecchi a gas;
  • giocattoli;
  • macchine;
  • segnali stradali verticali;
  • dispositivi di protezione personale;
  • materiali e prodotti da costruzione;
  • teleferiche per il trasporto di persone;
  • eco-design di prodotti relativi ai consumi energetici;
  • attrezzature per la misurazione della compatibilità elettromagnetica;
  • dispositivi di protezione da atmosfere esplosive;
  • bollitori per acqua calda alimentati da combustibile liquido o gassoso;
  • frigoriferi e freezer per uso domestico;
  • recipienti a pressione;
  • strumenti di pesatura;
  • strumenti di pesatura non automatici;
  • strumenti di pressione;
  • dispositivi pirotecnici;
  • dispositivi radio e per telecomunicazioni;
  • attrezzature con emissione di rumore nell’ambiente;
  • prodotti per hobby e tempo libero;

COSA SUCCEDE SE I PRODOTTI DA IMPORTARE NON HANNO IL MARCHIO CE

machio ce cina

Se i prodotti che vuoi importare in Italia vengono realizzati al di fuori dell’UE, la figura responsabile della corretta marcatura CE della merce è l’importatore stesso: ciò significa che se stai pensando di importare prodotti dalla Cina sarai tu stesso il responsabile di questa eventuale mancanza.

Questa cosa coglie di sorpresa molti importatori europei convinti che invece la responsabilità di conformità spetti a chi produce gli articoli: questo accade perché si tende spesso a parlare di produttore come responsabile, ma in verità in caso di merce prodotta fuori dall’UE produttore e importatore vengono intesi come la stessa persona.

Quando è accaduto che l’importatore non è stato in grado di dimostrare la conformità della merce alle direttive CE, la spedizione non ha superato la dogana. A volte poi non basta una sola certificazione per la stessa tipologia di prodotti, come nel caso dei giocattoli che possono avere una certificazione CE per la sicurezza, ma necessitano di un’ulteriore certificazione CE se hanno anche parti elettroniche.

Può capitare che le autorità di regolamentazione dell’UE facciano richiesta di ricevere le certificazioni dopo che la merce è arrivata a destinazione: in questo caso se l’importatore non fornisce tutti i documenti necessari la merce viene sequestrata, non la può più vendere e deve rimborsare i clienti ai quali l’ha già venduta.

In caso di merce priva del marchio CE si corre anche il rischio di gravi sanzioni pecuniarie.

COME IMPORTARE MERCE A MARCHIO CE SENZA PROBLEMI

Non tutti i produttori cinesi sono in gradi di fornire merce con il marchio CE, anzi, solo una bassa percentuale di loro è in grado di farlo, parliamo del 5-10%. Le fabbriche cinesi che producono articoli a marchio CE non è detto che possano poi applicare il marchio a tutti i loro prodotti, e bisogna quindi stare attenti.

Se a questo punto hai perso le speranze e pensi sia troppo rischioso importare dalla Cina devi sapere che una soluzione esiste: è quella di rivolgerti a Yakkyo società italiana che può aiutarti ad importare dalla Cina senza problemi. Tramite Yakkyo puoi ordinare solo prodotti conformi alle normative europee e non dovrai preoccuparti di nulla: la merce ti verrà spedita a domicilio con tutte le certificazioni necessarie.

dogane | dazi | importazioni | import |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

COMPRARE DALLA CINA E RIVENDERE ONLINE A MARCHIO PRIVATO


Acquistare packaging personalizzato dalla Cina


Come importare dalla Cina abbigliamento con il proprio marchio


Comprare all'ingrosso elettronica risparmiando: dove e come farlo


Acquistare all'ingrosso cosmetici e accessori per il make up


Dazi doganali: si pagano su tutti i prodotti?


 

Ieri...

Stesso autore

Dropshipping in Brasile: perché ora è il momento giusto per iniziare.

Dropshipping in Brasile: perché ora è il momento giusto per iniziare.
 Nell’ultimo anno i consumatori hanno speso quasi $500 miliardi in acquisti online: il mercato dell’eCommerce sta infatti crescendo ad una velocità spaventosa, registrando profitti altissimi. Se pensi che questo sia il massimo che il mercato delle vendite online possa raggiungere…vedrai che non è così. Gli esperti ritengono che entro il (continua)

Comprare su Alibaba: pro e contro

Comprare su Alibaba: pro e contro
 Alibaba è il noto e-commerce cinese di prodotti all’ingrosso che permette di acquistare articoli di vario genere mettendosi in contatto direttamente con i fornitori ed è per questo che molte aziende desiderano comprare su Alibaba. Su Alibaba come su molti altri famosi portali di vendite online, ad esempio Amazon, non è necessario registrarsi per consultare gl (continua)

Come gestire un negozio in Dropshipping durante Black Friday

Come gestire un negozio in Dropshipping durante Black Friday
 Il Black Friday è certamente un’occasione per aumentare la visibilità del proprio Store. Se anche tu, come molti altri imprenditori, stai pensando a sconti e promozioni per approfittare di questa giornata, sicuramente dovrai studiare delle tattiche di marketing. Ultimamente lo shopping sfrenato che caratterizza il Black Friday si svolge principalmente online, per questo (continua)

Forniture all'ingrosso per la propria azienda: come comprarle direttamente dalla cina

Forniture all'ingrosso per la propria azienda: come comprarle direttamente dalla cina
  PERCHÉ SCEGLIERE LE FORNITURE ALL’INGROSSO DALLA CINA PER LA PROPRIA AZIENDA L’importazione di forniture all’ingrosso di prodotti dalla Cina offre grandi opportunità per piccoli e medi imprenditori da tutto il mondo, specialmente per la grande varietà di categorie merceologiche fra cui optare. Se stai accarezzando l’id (continua)

Il Dropshipping è ora più semplice con Yakkyofy

  Il Dropshipping è ora più semplice con Yakkyofy
  Le vendite del settore e-commerce crescono a ritmi fenomenali, nel 2017 il fatturato del settore è stato pari a 2143 miliardi di dollari con una crescita del 11% rispetto all’anno precedente, inoltre ci si aspetta un fatturato di 2356 miliardi per il 2018.   Anche in Italia questo tipo di business è cresciuto notevolmente: quest’anno si prevede una crescita (continua)