Home > Primo Piano > AUTOSTRADE PER L’ITALIA :I PONTI SALTANO, LA GENTE MUORE E CI SI PREOCCUPA DELLE PENALI!

AUTOSTRADE PER L’ITALIA :I PONTI SALTANO, LA GENTE MUORE E CI SI PREOCCUPA DELLE PENALI!

AUTOSTRADE PER L’ITALIA :I PONTI SALTANO, LA GENTE MUORE E CI SI PREOCCUPA DELLE PENALI!
AUTOSTRADE PER L’ITALIA :I PONTI SALTANO, LA GENTE MUORE E CI SI PREOCCUPA DELLE PENALI! Le tristi cronache di questi giorni, impongono una breve riflessione. Mentre oltre quaranta famiglie piangono per la morte dei loro cari, i nostri capi di governo si arrovellano intorno alla possibilità e alle conseguenze di una revoca della concessione riconosciuta sin dal 2007 a Autostrade per l’Italia. Al di là del fatto che la sensazione è quella che si voglia distogliere l’attenzione dal vero problema – ben quarantacinque vittime! – v’è da dire che la circostanza per cui lo Stato possa essere, in caso di effettiva revoca, sottoposto all’obbligo di dover corrispondere una penale che pare si aggiri intorno ai 20 miliardi di euro, è un’ipotesi che toccherebbe noi cittadini Italiani solo di riflesso ma certo non rincuora le vittime del tragico evento né ci rassicura sul fatto che simili tragedie non si verifichino più. Il solito rimbalzo di responsabilità; la ricerca spasmodica di coloro che abbiano fattivamente siglato il contratto “capestro”; l’enunciazione ad opera di Autostrade di tutti gli impegni assunti, degli obblighi assolti, non danno e non tolgono nulla alle povere vittime di oggi o a quelle di domani. Ben può continuare l’Amministratore delegato di Autostrade a declinare tutti i lavori eseguiti, gli obblighi perfettamente assolti in ottemperanza del contratto di concessione: questo può bastare per difendere Autostrade dagli attacchi di Stato Italia ma non sarà sufficiente per “lavarsi le mani” di fronte alle vittime. Lo dimostrano le decine di ponti esistenti in Italia per i quali da anni si denunciano inefficienze e pessima manutenzione eppure, continuano ad essere parole al vento o addirittura l’ennesima occasione per fare ideologia politica o addirittura economica. Nella “guerra politica” verso lo Stato potrà forse bastare l’aver assolto agli obblighi derivanti dal Contratto; nei confronti delle vittime bisognerà dimostrare di aver adottato ogni cautela per evitare che il tragico evento si verificasse; NOXA CAPUT SEQUITUR: la colpa segue il colpevole. @Produzione Riservata Studio Legale Cimino www.studiolegalecimino.eu

AVVOCATO | AVVOCATO A ROMA | AVVOCATO ROMA | AVVOCATO CIMINO | GELSOMINA CIMINO | STUDIO LEGALE CIMINO | STUDIO LEGALE | STUDIO LEGALE ROMA | AUTOSTRADE PER L ITALIA | SOCIETA AUTOSTRADE | PONTE MORANDI | PONTE GENOVA | CROLLO PONTE | PONTE | A 10 | MINISTERO INFRASTRUTTURE | MINI |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

L'1 dicembre a Bari, in occasione del Medimex, assegnazione del premio italiano videoclip indipendente (PIVI)


Nessun viaggio è definitivo.


SLALOM DI COPPA DEL MONDO A CAMPIGLIO, SI IMPONE HIRSCHER, SBALORDISCE YUASA


India: con Evolution Travel alla scoperta di una terra magica


8 nuove cataste d'autore a Mezzano di Primiero, borgo trentino dove le cataste di legna diventano opere d'arte


Sicurezza stradale: Fabrizo Palenzona (Aiscat) al via il Progetto "La scuola ti guida"


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Ieri...

Stesso autore

VIOLENZA DOMESTICA: ALLONTAMENTO DA CASA ANCHE PER IPOTESI LIEVISSIME

VIOLENZA DOMESTICA: ALLONTAMENTO DA CASA ANCHE PER IPOTESI LIEVISSIME
La Corte Costituzionale con la sentenza n. 236 del 14 dicembre 2018 ha dichiarato illegittima la norma che attribuisce al Giudice di Pace la competenza sul reato, tentato o consumato, di lesioni volontarie lievissime in danno del #figlio naturale, in tal modo introducendo nel nostro sistema, la possibilità che il Tribunale possa ordinare l’allontanamento dalla casa familiare anche di chi è indagat (continua)

SOS AVVOCATO

SOS AVVOCATO
SCRIVICI PER UNA CONSULENZA ONLINE ti risponderemo via email Hai bisogno di un Avvocato online gratis? Lo Studio Legale Cimino attraverso un Gruppo dedicato di professionisti, è in grado di assicurare una consulenza legale online gratuita finalizzata a conoscere sin da subito se una determinata questione sia meritevole di tutela legale. Ricorrere alla consulenza legale on line gratuita, sign (continua)

FOTO HARD A MEZZO POSTA?: NON E’ MOLESTIA. LO DICE LA CORTE DI CASSAZIONE

FOTO HARD A MEZZO POSTA?:  NON E’ MOLESTIA. LO DICE LA CORTE DI CASSAZIONE
FOTO HARD A MEZZO POSTA?: NON E’ MOLESTIA Con la sentenza n. 40716/2018 la Corte di Cassazione penale interviene sul ricorso proposto da un imputato ritenuto responsabile del reato di cui all'articolo 660 c.p., per aver inviato alla persona offesa numerose missive con accluse foto a contenuto erotico oltre a messaggi sconvenienti e sgraditi. Ai sensi dell’art. 660 c.p. “Chiunque, in un luogo pu (continua)

Regime 41/Bis VIA LIBERA ALLA PREPARAZIONE DI CIBI COTTI ANCHE PER I CONDANNATI AL CARCERE DURO

Regime 41/Bis  VIA LIBERA ALLA PREPARAZIONE DI CIBI COTTI ANCHE PER I CONDANNATI AL CARCERE DURO
VIA LIBERA ALLA PREPARAZIONE DI CIBI COTTI ANCHE PER I CONDANNATI AL CARCERE DURO Regime 41/Bis Con la sentenza n. 186/2018 la Corte Costituzionale ha statuito sulla questione di legittimità sollevata da un magistrato di sorveglianza di Spoleto, nell’ambito del procedimento di reclamo avanzato da un detenuto in regime differenziato, avverso il dettato dell’art. 41 bis (cd carcere duro) comma 2 q (continua)

IL PAPA PREFERISCE CONFONDERE I RUOLI

IL PAPA PREFERISCE CONFONDERE  I RUOLI
“L’ITALIA PAESE DI SANTI, POETI E AVVOCATI”: IL PAPA PREFERISCE CONFONDERE I RUOLI L’intervento del Sommo Pontefice al corso “Matrimonio e Famiglia” tenutosi in San Giovanni in Laterano e conclusosi solo alcuni giorni fa con parole pesanti verso gli Avvocati apostrofati come “approfittatori e speculatori” della lite coniugale, non può che suscitare qualche riflessione. Com’è noto, Papa Bergog (continua)