Home > News > FORDONGIANUS: SI GIOCA UN TORNEO DI CALCIO A 5 CONTRO L'USO DI DROGA

FORDONGIANUS: SI GIOCA UN TORNEO DI CALCIO A 5 CONTRO L'USO DI DROGA

FORDONGIANUS: SI GIOCA UN TORNEO DI CALCIO A 5 CONTRO L'USO DI DROGA

 

 

 

 

Da qualche giorno è presente per le vie del paese la locandina che titola “Fordongianus Libera dalla Droga”. E' il nome del torneo di calcio a 5 che è stato organizzato dall'associazione Tomy Escursioni e da Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e che si giocherà sabato 13 ottobre nel campo al centro del paese a partire dalle 18:00.

 

Non si tratta della prima volta in cui i volontari della Fondazione fanno tappa in questo centro del Barigadu e in effetti è dalle attività precedenti e dall'amicizia con Tomy Escursioni che nasce l'evento di questo fine settimana. D'altra parte, per quanto sia un paese tranquillo e noto per la sua storia, anche a Fordongianus purtroppo il problema droga si fa sentire e talvolta costringe qualche cittadino a piangere i propri cari.

 

I volontari della Fondazione, spinti da quanto affermò il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard che disse: “la droga è l'elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale”, si occuperanno anche di distribuire a tutto il pubblico ed ai componenti delle squadre partecipanti i libretti informativi sulla droga, grazie ai quali chiunque può facilmente rendersi conto degli effetti che queste provocano al corpo e alla ragione rendendo la persona irrazionale. Il messaggio che si vuole è di vivere liberi dalla droga in quanto è una sicura certezza che in questo modo il futuro possa essere più roseo.

Info: www.noalladroga.it



Commenta l'articolo

 
 

Ieri...

Stesso autore

LA LOTTA CONTRO IL TEMPO DEI VOLONTARI DI SCIENTOLOGY: ARRIVARE PRIMA DEGLI SPACCIATORI

 LA LOTTA CONTRO IL TEMPO DEI VOLONTARI DI SCIENTOLOGY:  ARRIVARE PRIMA DEGLI SPACCIATORI
      Non mollano la presa, i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology, da quello che in molti considerano il peggior male del nostro tempo: la droga. I numerosi arresti e gli ingenti sequestri di stupefacenti effettuati dalle Forze dell'ordine negli ultimi tempi stanno a testimoniare l'aumento del traffico e dello spaccio nella nostr (continua)

L'ORGOGLIO E LA PERSEVERANZA DEI VOLONTARI DI OLBIA

  L'ORGOGLIO E LA PERSEVERANZA DEI VOLONTARI DI OLBIA
    Non capita a tutti i gruppi di volontariato di continuare con azioni settimanali per oltre 30 mesi. Molto spesso i componenti del gruppo si stuffano e piano piano le azioni di diradano per poi esaurirsi definitivamente. Non così per i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Missione della Chiesa di Scientology di Olbia, che da oltre 2 anni e mezzo, (continua)

SPORT E PREVENZIONE LE ARMI PER SCONFIGGERE LA DROGA

SPORT E PREVENZIONE LE ARMI PER SCONFIGGERE LA DROGA
    I volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology non si fanni sfuggire le opportunità che si presentano per diffondere il loro mantra: no alla droga, si alla vita. Così la 22^ edizione della maratonina "Città di Uta" che si è tenuta nella mattinata di domenica 18 novembre, diventa l'occasione per uni (continua)

COMUNITA' LA COLLINA: PRESENTATO IL PIU' RECENTE LIBRO SCRITTO DAL PROFESSOR ALDO NATALE TERRIN

COMUNITA' LA COLLINA: PRESENTATO IL PIU' RECENTE LIBRO  SCRITTO DAL PROFESSOR ALDO NATALE TERRIN
        Cultura e Comunità La Collina dimostrano ancora di andare a braccetto: nella serata di giovedì 15 novembre, Don Ettore Cannavera, ha ospitato un altro sacerdote, il professor Aldo Natale Terrin, teologo e profondo conoscitore delle religioni, della loro storia e autore di oltre 40 libri sulle forme antiche e nuove di religiosità e spiritualit&a (continua)

GIU' LE MANI DAGLI ADOLESCENTI L'IMPEGNO GLOBALE DEI VOLONTARI NEL COMBATTERE LE DROGHE.

GIU' LE MANI DAGLI ADOLESCENTI  L'IMPEGNO GLOBALE DEI VOLONTARI NEL COMBATTERE LE DROGHE.
    L'attacco dei pusher è dei più subdoli e malvaggi: attirare in tutti i modi gli adolescenti nel mondo della droga creando così una generazione di tossicodipendenti. Un progetto criminale che, se andasse in porto, toglierebbe ogni possibilità di futuro ai ragazzi e alla società intera. Promuovere il messaggio che esistano droghe "leggere" (continua)