Home > Scuola e Università > Una giornata alla scoperta delle nuove professioni nel settore agrario

Una giornata alla scoperta delle nuove professioni nel settore agrario

Una giornata alla scoperta delle nuove professioni nel settore agrario

Un pomeriggio dedicato ai giovani per scoprire le professioni maggiormente all’avanguardia in ambito agrario e agroalimentare. Venerdì 12 ottobre, la Fondazione Its EAT - Eccellenza Agroalimentare in Toscana presenta a Grosseto i due nuovi percorsi di specializzazione post-diploma orientati a fornire ai giovani tra i 18 e i 29 anni quelle competenze necessarie per la valorizzazione, il marketing e la comunicazione delle aziende impegnate nel settore primario. L’Open Day, a partecipazione libera e gratuita, è in programma alle 16.30 nella sede della stessa fondazione in via Giordania 227. I corsi, di durata biennale, hanno l’ambizione di inserire i giovani nel mondo del lavoro attraverso la formazione di tecnici superiori per ruoli di cui le imprese hanno evidenziato il bisogno: il primo è denominato Enofood.com, si terrà all’Istituto Agrario di Firenze e fornirà le competenze legate alla produzione e alla promozione dei prodotti del territorio, mentre il secondo è Agri.Mktg.4.0, è ospitato dal polo universitario di Pistoia ed è orientato alla comunicazione e al marketing delle produzioni agrarie.

L’organizzazione di entrambi i percorsi poggia proprio su Grosseto dove è nata e opera la Fondazione Its EAT, una “scuola speciale di tecnologia” istituita e riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per favorire una formazione specifica volta a migliorare la competitività del sistema economico e produttivo toscano. Alla base di ogni corso c’è infatti un duplice obiettivo: da una parte di fornire ai ragazzi una concreta futura opportunità lavorativa, mentre dall’altra di garantire professionisti in grado di far crescere le imprese agrarie e agroalimentari. In quest’ottica si inseriscono anche Enofood.com e Agri.Mktg.4.0 che hanno trovato il sostegno e il partenariato di quasi sessanta realtà di tutta la Toscana, con aziende, consorzi, istituti superiori, associazioni di categoria e istituzioni che collaboreranno nelle 1.200 ore di lezioni in aula e nelle 800 ore di tirocinio. I due percorsi, infatti, avranno un taglio fortemente pratico: gli allievi avranno la possibilità di formarsi all’interno delle diverse imprese al fianco dei loro professionisti per acquisire competenze e conoscenze direttamente sul campo. L’Open Day grossetano rappresenterà l’occasione per ottenere tutte le informazioni in vista della chiusura delle iscrizioni di giovedì 18 ottobre, mentre le lezioni prenderanno il via da martedì 30 ottobre. «Enofood.com e Agri.Mkt.4.0 - spiega Paola Parmeggiani, direttrice della Fondazione Its EAT, - saranno accomunati da un’attenzione verso le nuove tecnologie e i social media come strumenti per valorizzare l’eccellenza delle produzioni toscane nel mondo, imparando anche ad analizzare le domande e le specificità dei mercati emergenti, a proporre soluzioni innovative legate al marketing e alla comunicazione, e a valorizzare la dimensione esperienziale per garantire alle aziende anche un’attrattività turistica».



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

IL FESTIVAL DEL MARE : A VENEZIA UN WEEKEND PER CELEBRARE LA MARINERIA E IL DIPORTISMO


mcTER: a Milano Bio-Gas e Biometano alla ribalta


Terme Catez ospita lo Slovenian Incoming Workshop dal 9 all’11 giugno 2016


GIGANTI DI LANGA: GENERAZIONI DI VIGNAIOLI A CONFRONTO


Hotel Design Solutions: a lezione con i professionisti dell’ospitalità


Napoli: Il successo dell’11^ edizione di Energy Med e del 3°Innovation Village. La visita del Sindaco Luigi de Magistris. (Scritto da Antonio Castaldo)


 

Ieri...

Stesso autore

Disfacar, svolta verde per l’azienda che smaltisce oltre 4.000 auto all’anno

Disfacar, svolta verde per l’azienda che smaltisce oltre 4.000 auto all’anno
4.146 veicoli smaltiti in un anno con l’obiettivo di rendere Firenze più pulita e più vivibile. Il dato, relativo al 2017, è stato presentato dall’azienda Disfacar di Scandicci che, nata nel 1965, è impegnata nel recupero e nella demolizione di automobili vecchie e inutilizzate, con un servizio che si caratterizza per l’attenzione e per il rispetto ver (continua)

Un anno alla scoperta si sé con gli incontri di Arezzo Psicosintesi

Un anno alla scoperta si sé con gli incontri di Arezzo Psicosintesi
Un anno dedicato alla scoperta e alla valorizzazione di sé con le iniziative di Arezzo Psicosintesi. L’associazione, attiva in città da venticinque anni, ha illustrato con una serata-spettacolo allo Spazio Seme il programma di conferenze, corsi, percorsi e laboratori che nei prossimi mesi proporranno momenti di riflessione e crescita personale attraverso gli strumenti della ps (continua)

Graziella Green Power nel progetto europeo per una geotermia ad emissioni zero

Graziella Green Power nel progetto europeo per una geotermia ad emissioni zero
Graziella Green Power sarà tra le realtà europee responsabili dello sviluppo di centrali geotermiche ad emissioni zero. L’azienda aretina è tra i promotori del progetto Geco - Geothermal Emission Control che, inserito nel programma Horizon 2020 dedicato alla ricerca e all’innovazione, ha ricevuto dall’Unione Europea l’assegnazione di un progetto di ric (continua)

Caremani presenta “Il calcio sopra le barricate” al Museo Amaranto

Caremani presenta “Il calcio sopra le barricate” al Museo Amaranto
L’azzurro dell’Italia e l’amaranto dell’Arezzo si uniscono in una serata di racconti di calcio e non solo. Venerdì 19 ottobre, alle 21.00, il Museo Amaranto proporrà un emozionante ritorno fino al 1968 con la presentazione del libro “Il calcio sopra le barricate”, ultima opera di Francesco Caremani che celebra il primo e unico trionfo ai Campionat (continua)

Chef Shady apre la nuova settimana de “La prova del cuoco”

Chef Shady apre la nuova settimana de “La prova del cuoco”
Chef Shady Hasbun apre la nuova settimana de “La prova del cuoco”. Lunedì 15 ottobre, il cuoco aretino tornerà protagonista del più noto programma di RaiUno dedicato alla gastronomia, mettendosi ai fornelli nella sfida culinaria conclusiva che vede appassionati di cucina e professionisti confrontarsi divisi nelle due squadre di “Pomodoro rosso” e &ldquo (continua)