Home > News > CIO' CHE NON CONOSCI DELLA DROGA PUO' UCCIDERTI.

CIO' CHE NON CONOSCI DELLA DROGA PUO' UCCIDERTI.

CIO' CHE NON CONOSCI DELLA DROGA PUO' UCCIDERTI.

 

 

 

"Ciò che non conosci della droga può ucciderti" è lo slogan scritto sullo striscione che i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology usano per comunicare ai giovani i pericoli causati dalla droga.

La droga ogni giorno miete migliaia di vite umane, e la maggior parte di loro sono giovanissimi. Coloro che dovrebbero essere la parte di società da tutelare perchè sono il nostro futuro, sono i più esposti e i meno protetti.

Martellati dalle sirene degli spacciatori che promettono libertà e felicità, se si "libereranno" dei pensieri e problemi che li assillano assumendo le loro droghe, si infilano in un tunnel la cui luce che vedono in lontananza non è quella "libertà" promessa dai pusher ma un treno a gran velocità che li travolgerà con tutti i loro sogni e la voglia di vivere.

Informare e prevenire sono questi gli unici obiettivi delle iniziative dei volontari, sicuri che solo la conoscenza de "la verità sulla droga" starà alla base della decisione consapevole di non farne mai uso e per questo nella serata di mercoledì 17 ottobre hanno distribuito altre centinaia di opuscoli informativi nelle case delo quartiere Bandinu.

Convinti che, come scriveva il filofofo L. Ron Hubbard: "la droga priva la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l'unica ragione di vivere", i volontari di Olbia persistono nella distribuzione di migliaia di libretti informativi e a divulgare il messaggio di vivere liberi dalla droga in tutti i quartieri della città.

Info: www.noalladroga.it

 

 



Commenta l'articolo

 
 

Ieri...

Stesso autore

LA LOTTA CONTRO IL TEMPO DEI VOLONTARI DI SCIENTOLOGY: ARRIVARE PRIMA DEGLI SPACCIATORI

 LA LOTTA CONTRO IL TEMPO DEI VOLONTARI DI SCIENTOLOGY:  ARRIVARE PRIMA DEGLI SPACCIATORI
      Non mollano la presa, i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology, da quello che in molti considerano il peggior male del nostro tempo: la droga. I numerosi arresti e gli ingenti sequestri di stupefacenti effettuati dalle Forze dell'ordine negli ultimi tempi stanno a testimoniare l'aumento del traffico e dello spaccio nella nostr (continua)

L'ORGOGLIO E LA PERSEVERANZA DEI VOLONTARI DI OLBIA

  L'ORGOGLIO E LA PERSEVERANZA DEI VOLONTARI DI OLBIA
    Non capita a tutti i gruppi di volontariato di continuare con azioni settimanali per oltre 30 mesi. Molto spesso i componenti del gruppo si stuffano e piano piano le azioni di diradano per poi esaurirsi definitivamente. Non così per i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Missione della Chiesa di Scientology di Olbia, che da oltre 2 anni e mezzo, (continua)

SPORT E PREVENZIONE LE ARMI PER SCONFIGGERE LA DROGA

SPORT E PREVENZIONE LE ARMI PER SCONFIGGERE LA DROGA
    I volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology non si fanni sfuggire le opportunità che si presentano per diffondere il loro mantra: no alla droga, si alla vita. Così la 22^ edizione della maratonina "Città di Uta" che si è tenuta nella mattinata di domenica 18 novembre, diventa l'occasione per uni (continua)

COMUNITA' LA COLLINA: PRESENTATO IL PIU' RECENTE LIBRO SCRITTO DAL PROFESSOR ALDO NATALE TERRIN

COMUNITA' LA COLLINA: PRESENTATO IL PIU' RECENTE LIBRO  SCRITTO DAL PROFESSOR ALDO NATALE TERRIN
        Cultura e Comunità La Collina dimostrano ancora di andare a braccetto: nella serata di giovedì 15 novembre, Don Ettore Cannavera, ha ospitato un altro sacerdote, il professor Aldo Natale Terrin, teologo e profondo conoscitore delle religioni, della loro storia e autore di oltre 40 libri sulle forme antiche e nuove di religiosità e spiritualit&a (continua)

GIU' LE MANI DAGLI ADOLESCENTI L'IMPEGNO GLOBALE DEI VOLONTARI NEL COMBATTERE LE DROGHE.

GIU' LE MANI DAGLI ADOLESCENTI  L'IMPEGNO GLOBALE DEI VOLONTARI NEL COMBATTERE LE DROGHE.
    L'attacco dei pusher è dei più subdoli e malvaggi: attirare in tutti i modi gli adolescenti nel mondo della droga creando così una generazione di tossicodipendenti. Un progetto criminale che, se andasse in porto, toglierebbe ogni possibilità di futuro ai ragazzi e alla società intera. Promuovere il messaggio che esistano droghe "leggere" (continua)