Home > Cibo e Alimentazione > Il novembre de “La prova del cuoco” prende il via con chef Shady

Il novembre de “La prova del cuoco” prende il via con chef Shady

Il novembre de “La prova del cuoco” prende il via con chef Shady

Il mese di novembre de “La prova del cuoco” prende il via con chef Shady. Il più importante programma di RaiUno dedicato alla cucina andrà in onda anche nella festività di Ognissanti di giovedì 1 novembre con una puntata che avrà ancora per protagonista il noto chef aretino che, per l’occasione, volerà direttamente da Gerusalemme agli studi di Roma. Chef Shady, infatti, ha trascorso gli ultimi quindici giorni in Terra Santa per tenere un corso di formazione orientato a far crescere cuochi locali specializzati in cucina italiana e capaci di riproporla in futuro nel loro territorio. Il percorso si è prima aperto con una selezione nelle scuole di un gruppo di ragazzi a cui proporre questo iter professionale, poi ha previsto una serie di lezioni dedicate a pasta fresca, pasta secca e risotti dove i prodotti palestinesi sono stati utilizzati come basi per realizzare i piatti tipici anche della tradizione toscana e aretina. L’iniziativa è promossa dall’Ambassador Hotel Jerusalem e continuerà anche nei prossimi mesi, con chef Shady che passerà lunghi periodi a Gerusalemme per fornire ai suoi allievi conoscenze e tecniche necessarie per concretizzare questo progetto di incontro tra la gastronomia italiana e quella mediorientale.

Di ritorno dalla Palestina, l’aretino si recherà immediatamente nella trasmissione diretta da Elisa Isoardi dove parteciperà alla sfida conclusiva che vede appassionati di cucina e professionisti sfidarsi ai fornelli divisi nelle due squadre del “Pomodoro rosso” e del “Peperone verde”. Chef Shady fa parte del team di questa edizione de “La prova del cuoco” e, di puntata in puntata, sta ricevendo apprezzamenti dalla conduttrice e dai giudici per la sua capacità di proporre una cucina capace di unire prodotti tipicamente italiani a profumi orientali garantiti da spezie e erbe aromatiche, dando così alla trasmissione un tocco esotico e internazionale. Nella sua ultima puntata, proprio prima di partire per la Palestina, ha realizzato uno speciale tacchino impanato al gusto di hommos con farina di ceci, semi di sesamo, limone, cumino e maionese all’aglio, spiegando la peculiarità e gli accostamenti di ogni ingrediente. Domenica 4 novembre, infine, chef Shady sarà impegnato anche nella vicina Firenze per un evento di beneficenza, preparando due piatti salutari e adatti anche per chi fa sport da servire nel buffet dell’AILoveRunning dell’Associazione Italiana Leucemia. «“La prova del cuoco” - spiega chef Shady, - rappresenta uno stimolo sempre nuovo per ideare piatti innovativi con i prodotti messi a disposizione dallo staff della trasmissione, un’opportunità per confrontarmi con colleghi di tutta Italia e, ovviamente, un’occasione per far parlare di Arezzo. Questa puntata si colloca proprio all’indomani del mio ritorno da Gerusalemme dove ho insegnato tante ricette ai miei allievi ma dove, allo stesso tempo, sono stato arricchito di nuove conoscenze che potrò riportare ora su RaiUno e nella quotidianità della mia cucina».



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

“La prova del cuoco”, chef Shady riparte dall’en-plein di consensi


COOKING FOR ART CONQUISTA LA MILANO DA GUSTARE!


Chef Shady apre la nuova settimana de “La prova del cuoco”


Intervista di Alessia Mocci a Marco Incardona ed al suo Domande al silenzio


Antonella Clerici ; Le vite segrete di una diva


Ambra Romani - "Una dolcissma passione..."


 

Ieri...

Stesso autore

Terragno della commissione antimafia incontra i giovani aretini

Terragno della commissione antimafia incontra i giovani aretini
I giovani di Arezzo a confronto con il tema delle infiltrazioni mafiose. Venerdì 23 novembre, alle 17.30, l’Urban Creativity Lab di via Leone Leoni ospiterà un dibattito con Francesco Terragno della commissione antimafia della Regione Lombardia che spiegherà le dinamiche del fenomeno mafioso nel centro-nord Italia e che illustrerà il suo lavoro quotidiano per cont (continua)

“In farmacia per i bambini”, torna la raccolta di medicinali per i più piccoli

“In farmacia per i bambini”, torna la raccolta di medicinali per i più piccoli
Torna “In farmacia per i bambini”, il tradizionale appuntamento di beneficenza ospitato dalle Farmacie Comunali di Arezzo per sostenere l’attività dell’Istituto Thevenin. L’iniziativa, in programma martedì 20 novembre in occasione della Giornata Mondiale dei Diritti dell’Infanzia, è promossa nelle farmacie di tutta Italia dalla Fondazione F (continua)

Un laboratorio di cucina per bambini tra sapori e colori autunnali

Un laboratorio di cucina per bambini tra sapori e colori autunnali
Bambini in cucina per un pomeriggio all’insegna dei sapori e dei colori dell’autunno. Sabato 17 novembre tornano gli appuntamenti della Banda Piccoli Chef che, in collaborazione con Aisa Impianti e Coldiretti Arezzo, permetteranno a tanti giovani cuochi tra i due e i quattordici anni di vivere un divertente laboratorio dove realizzare tante ricette con prodotti freschi e di stagione. L (continua)

Le Acli a confronto su trasformazioni e difficoltà della famiglia

Le Acli a confronto su trasformazioni e difficoltà della famiglia
La famiglia nel 2018, tra difficoltà e trasformazioni. Questo è il tema del dibattito in programma alle 21.00 di venerdì 16 novembre nei locali del circolo Acli di Ruscello che, aperto alla partecipazione e al contributo di tutti, rappresenterà un’occasione di confronto e di approfondimento per una dettagliata analisi delle diverse situazioni familiari. L’in (continua)

Proxima Music avvia il progetto dell’orchestra stabile giovanile

Proxima Music avvia il progetto dell’orchestra stabile giovanile
Parte il progetto dell’orchestra stabile giovanile di Proxima Music. La scuola di musica aretina si appresta ad avviare un nuovo corso gratuito che, da inizio dicembre, proporrà a bambini e ragazzi un’esperienza artistica d’insieme volta ad arricchire la loro formazione individuale e a dar vita ad una formazione capace di integrare il suono di tutti gli strumenti a corda, (continua)