Home > Cibo e Alimentazione > I Principi Carlo e Camilla di Borbone all’Archivio Storico per il ventesimo anniversario di matrimonio

I Principi Carlo e Camilla di Borbone all’Archivio Storico per il ventesimo anniversario di matrimonio

I Principi Carlo e Camilla di Borbone all’Archivio Storico per il ventesimo anniversario di matrimonio

 Principi Carlo e Camilla di Borbone hanno festeggiato a Napoli il loro ventesimo anniversario di matrimonio e i 25 anni del Movimento Neoborbonico. 

Il Principe Carlo di Borbone, Capo della Casa Reale Borbone Due Sicilie, con la moglie Camilla e le figlie Maria Carolina e Maria Chiara, con la Principessa Beatrice, hanno condiviso parte di questi festeggiamenti con parenti, amici e rappresentanti del Movimento presso l’ “Archivio Storico”, locale napoletano che omaggia la cultura borbonica in ogni suo angolo: le sale principali sono dedicate ai Re Borbone delle Due Sicilie Carlo, Ferdinando I, Francesco I, Ferdinando II  e Francesco II (con le rispettive Regine) ed all’ultimo pretendente al trono, l’erede legittimo, Sua Altezza Reale il Principe Carlo di Borbone, Duca di Castro e Gran Maestro di tutti gli Ordini Dinastici. Così sabato 3 novembre tra un brindisi, una chiacchiera e qualche foto, i Principi – che hanno particolarmente appezzato il progetto ristorativo di Luca Iannuzzi, che oltre ad essere il patron del’Archivio Storico è anche Cavaliere di Merito del Sacro Militare ordine costantiniano di San Giorgio – hanno degustato e apprezzato anche alcuni piatti proposti nel menù del ristorante. Da  più di un anno, infatti, il locale divulga un patrimonio culinario che Luca Iannuzzi ha riscoperto indagando nei testi dell’epoca e riproposto con l’ausilio di professionisti del gusto del calibro di Pasquale Palamaro, chef stellato che ha firmato il nuovo menù “borbonico” dell’Archivio.



Domenica 4 novembre le Loro Altezze Reali si sono recate presso la Chiesa di San Ferdinando per visitare il "presepe degli artisti" in cui è stata collocata una nuova statuina raffigurante l'ultimo re Napoli, Francesco II di Borbone. La famiglia reale ha poi preso parte alla Santa Messa per la festività di San Carlo, festa onomastica del Principe e della figlia, Principessa ereditaria, presso la Basilica di San Francesco di Paola in piazza del Plebiscito a cura della delegazione campana del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio. Questa cerimonia è significativamente legata alla storia di Napoli ed è l’emblema del profondo rapporto tra le tradizioni religiose, il popolo napoletano e la dinastia che fece grandi la Città e il Sud. La festa onomastica del Re e dei suoi familiari era celebrata con devozione autentica, affetto e partecipazione così come l'allestimento del presepe era un rito che dai Borbone in poi diventò una grande e diffusa tradizione artistica e culturale ancora oggi vivissima.

 

Ph. Paola Tufo  

napoli | principessa | principe | food | cibo | archivio | borbone | vomero | città | ristorante | locale | piatti | cucina | tavola |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

XVII edizione di “Tarquinia a porte aperte - Un museo nella città”


TEATRO DELL'AVOGARIA: DA STEINBECK A GOZZI, UN GENNAIO RICCO DI SPETTACOLI A VENEZIA


Al premio “Le ragioni della nuova politica” ospite Antonello De Pierro


Luoghi Storici e Musica: Napoli Palazzo Reale & Storico Caffè Gambrinus


Miti e leggende di Napoli gli alunni dell’Istituto Alberghiero “Rossini” in visita all’Archivio Storico al Vomero


Cucina Borbonica “di classe” e menu borbonico all’Archivio Storico di Napoli con lo chef stellato Palamaro


 

Ieri...

Stesso autore

Mariposa, il libro di poesie di Luigi Mollo, edito dalla casa editrice Turisa, lunedi 18 febbraio alle ore 18 presso la Libreria Raffaello al Vomero

Mariposa, il libro di poesie di Luigi Mollo, edito dalla casa editrice Turisa, lunedi 18 febbraio alle ore 18 presso la Libreria Raffaello al Vomero
La purezza del linguaggio, il convivere spontaneamente di elementi fantastici e surreali, con quelli concreti e quotidiani, caratterizzano Mariposa, singolare opera pubblicata dalla casa editrice Turisa. Lunedi 18 febbraio a partire dalle ore 18, la Libreria Raffaello nel quartiere Vomero di Napoli in Via Kerbaker, ospiterà  la presentazione di Mariposa, di Luigi Mollo.  Saranno p (continua)

Greco di Tufo, oro d'Irpinia

Greco di Tufo, oro d'Irpinia
 Nell’ “Anno nazionale del turismo lento”, anche l’Irpinia, cuore della Campania, una delle province più belle d'Italia, prepara la promozione turistica del suo territorio su più fronti insieme adIstituzioni, Enti ed associazioni, per evidenziare come ilpatrimonio culturale, artistico, religioso ed enogastronomico è parte integrante dell’iden (continua)

A Villa Alma Plena martedì 12 febbraio alle ore 20 c'è “VINI BENDATI, degustazione bendata di 8 vini da 4 regioni diverse

A Villa Alma Plena martedì 12 febbraio alle ore 20 c'è “VINI BENDATI, degustazione bendata di 8 vini da 4 regioni diverse
La serata "Vini Bendati", ideata e organizzata da Angela Merolla, si svolgerà martedì 12 febbraio 2019 alle ore 20 nella cornice di Villa Alma Plena a Caserta, rigorosamente alla cieca, senza rivelare la regione, la cantina produttrice, il vitigno e l’annata dei vini posti in degustazione. Tutto questo per rendere l’esame organolettico più oggettivo possi (continua)

VI Tappa del tour Degustì da pizzeria "Porzio", mercoledì 20 febbraio alle ore 20:00 a Soccavo, Napoli

VI Tappa del tour Degustì da pizzeria
 Degustì, il tour degustativo enogastronomico promosso dalla Luigi Castaldi Group, arrivato al suo sesto appuntamento, fa tappa presso la pizzeria “Porzio”, mercoledì 20 febbraio alle ore 20:00 a Soccavo, in via Cornelia dei Gracchi 27.   Protagonisti del menù degustazione della serata sono il pomodoro dell’azienda Di (continua)

Il 12 febbraio all’Archivio Storico, l'evento “L’Amore al tempo dei Borbone” con i piatti di chef Palamaro

Il 12 febbraio all’Archivio Storico, l'evento “L’Amore al tempo dei Borbone” con i piatti di chef Palamaro
 I Borbone delle Due Sicilie, la dinastia che ha governato il Meridione d’Italia per quasi un secolo e mezzo e che ha reso Napoli capitale della cultura europea, si è distinta non solo per le importanti opere realizzate nel Sud d’Italia, ma anche per la singolarità dei rapporti di coppia dei regnanti che si sono succeduti al trono. Il secondo capitolo di “Esper (continua)