Home > Cultura > Prima Guerra Mondiale,Ricordo e Diritti Umani

Prima Guerra Mondiale,Ricordo e Diritti Umani

Prima Guerra Mondiale,Ricordo e Diritti Umani

 Il sacrificio degli uomini sia in guerra che in casa, sacrificio di tanti e quando diciamo uomini dobbiamo intendere anche le donne i bambini,tutti ! Uno studio sviluppato dal demografo italiano Giorgio Mortara nel 1925, basato su dati ufficiali del governo, stimò in 651.000 i militari italiani caduti durante il conflitto, così ripartiti: 378.000 uccisi in azione o morti per le ferite riportate, 186.000 morti di malattie e 87.000 invalidi deceduti durante il periodo compreso tra il 12 novembre 1918 e il 30 aprile 1920 a causa delle ferite riportate in guerra. Da non dimenticare i morti civili,i danni materiali e l'attacco di influenza denominata spagnola. Quest'anno ricorre il Centenario della fine della Grande Guerra,centinaia di manifestazioni si sono svolte su tutto il Territorio Nazionale e molte continueranno anche nel futuro, compito di ciascuno di noi e' non far dimenticare e che tutto il Sacrificio fatto dai nostri nonni non vada disperso,che le nuove generazioni non perdano il Valore del Ricordo! In questo contesto la F.I.D.C.A. -Federazione Italiana dei Combattenti Alleati- ha cercato di essere presente sia nelle Cerimonie svolte sul Territorio Nazionale che all'Estero-Caporetto- per il Rispetto e l'Onore di chi adesso non ce' più.Nel contempo far sempre rammentare il sacrificio di chi e' rimasto a casa:donne,anziani,bambini,anche Loro si sono sacrificati e nello stesso tempo anche quelle Persone che hanno subito danni psico-fisici permanenti.Alle manifestazioni hanno partecipato Personaggi autorevoli che con la loro presenza hanno valorizzato il sentimento intrinseco di Patria,parola che non dobbiamo mai dimenticare e nello stesso tempo non farci catturare da pseudo masturbazioni mentali espresse da individui che non hanno ancora capito il Valore di questa Parola!La Patria e' unica ed indivisibile!In questo contesto Uomini come il Presidente Nazionale FIDCA Cav Eugenio Montalto impegnati a non far dimenticare la Memoria Storica ,uomini e donne che quotidianamente offrono il loro impegno anche per la sicurezza stessa delle Celebrazioni come Michele Vidon e Stefania Zampieri e la MV Consulting-scorta a SAR Emanuele Filiberto e non solo,e persone che si offrono perchè il tutto non si perda come Samuele Basso dell'Azienda Mograph ARTS ,che realizza i reportage e che rimangano a memoria per le future generazioni; uomini che prendono ferie per nessere presenti nelle varie celebrazioni.Grazie a queste disponibilità e volontarietà onoriamo i Nostri Caduti!

Prima guerra | FIDCA | Montalto | Vidon | caduti | patria |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Nancy Miracle - " Mi mamá es Marilyn Monroe y tengo pruebas"


I 30 Diritti Umani > Senigallia


I 30 Diritti Umani


I diritti umani sono una conquista!


Mostra multimediale a Barletta Italia – 100 anni di immigrazione


La Chiesa di Scientology di Melbourne : prima Chiesa ideale di Scientology sotto la Croce del Sud


 

Ieri...

Stesso autore

I Giovani sono senza Valori?

I Giovani sono senza Valori?
  I Giovani sono senza valori?   Intervista della LIDU di Udine al giovane Vidon Michele,volontario nei Corpi Ausiliari e nell’appoggiare le Iniziative del Club per l’Unesco di Udine e della LIDU.   Gentilissimo Michele oggi abbiamo il piacere di intervistarLa poiche’ ci ha colpito il Suo impegno in Ambito sociale ed in difesa dei bambini e per la Sicurezza i (continua)

Prima Guerra Mondiale,Ricordo e Diritti Umani

Prima Guerra Mondiale,Ricordo e Diritti Umani
 Il sacrificio degli uomini sia in guerra che in casa, sacrificio di tanti e quando diciamo uomini dobbiamo intendere anche le donne i bambini,tutti ! Uno studio sviluppato dal demografo italiano Giorgio Mortara nel 1925, basato su dati ufficiali del governo, stimò in 651.000 i militari italiani caduti durante il conflitto, così ripartiti: 378.000 uccisi in azione o morti per le (continua)

Seminario introduttivo alle attivita' di sicurezza ed autodifesa

Seminario introduttivo alle attivita' di sicurezza ed autodifesa
 PROGRAMMA:OGRAMMA   ORE 09:00   Accredito e accesso partecipanti.   ORE 09:10   Presentazione dell’istituto, cenni storici e descrizione del programma sicurezza ed autodifesa per personale di FF.AA. e Polizia. Relatore e responsabile generale della formazione:   Prof. Cav. Antonio Merendoni   Intervento di presentazione sui programmi di S.E.R.E (continua)

Non piu' Guerre tra di noi

Non piu' Guerre tra di noi
  MAI PIU' GUERRE TRA DI NOI Mostra di cimeli e veicoli storici della Prima Guerra Mondiale Mostra di cimeli e veicoli storici della Prima Guerra Mondiale Ricordi ed immagini a cento anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale. Realizzazione : Associazione CRCS ONLUS, con la collaborazione di Collezionisti privati:Prostamo,Pederzani,Cossatti,Ciani,Castagna. Da (continua)

Il volontariato con i giovani e la scuola, sostegno alla funzione educativa e alla cura della famiglia

CONFERENZA  SULLA  SANITA’  ED  IL  VOLONTARIATO ORGANIZZATA DALLE ASSOCIAZIONI A.I.R.H. Associazione Internazionale Regina Elena  O.N.L.U.S. A.C.O.S. Associazione Cattolica Operatori Sanitari  O.N.L.U.S.                Con il Patrocinio: Del Comune di POZZUOLO DEL FRIULI (UD) e dell’ASL 2 - Bassa (continua)