Home > Pubblica amministrazione > Il Ruolo Primario dello Studio Legale nella Richiesta di Revisione del Processo

Il Ruolo Primario dello Studio Legale nella Richiesta di Revisione del Processo

Il Ruolo Primario dello Studio Legale nella Richiesta di Revisione del Processo

 Il ruolo dello studio legale delle difesa deve fornire all'assistito di cui ha accettato il mandato la miglior difesa possibile.

Questo compito è particolarmente importante durante tutta la fase processuale in cui le parti in causa dibatteranno con le varie argomentazioni le proprie tesi difensive o accusatorie che siano a seconda dei diversi ruoli della difesa e del pubblico ministero.
Escludendo i casi in cui il processo arrivi ad una assoluzione dell'imputato, anche dopo la sentenza il ruolo dello studio legale rimane centrale nella tutela del proprio assistito esistendo la possibilità di chiedere una revisione del processo.
La revisione del processo è una procedura che richiede un impegno uguale se non maggiore da parte degli avvocati dello studio legale che per giustificare tale richiesta di revisione devono portare nuove prove che non sono state mai presentate durante i gradi di giudizio precedenti.
La revisione rimane una procedura di non semplice esecuzione in quanto si tratta di una richiesta di riapertura di un procedimento che ha già passato tre gradi di giudizio, per questo motivo è opportuno richiedere una revisione del processo solo in quei casi n cui esistano nuove prove ed indizi che sollevino nel giudice dubbi importanti sulla veridicità della sentenza già emessa in precedenza.
Per ottenere l'ammissibilità della revisione del processo da parte del giudice, lo studio legale deve effettuare ricerche meticolose che riescano a portare alla luce prove nuove concrete che motivino una riapertura del procedimento processuale.
Le indagini difensive richiedono competenze specifiche in tale ambito, per questo esistono alcuni studi legali specializzati in revisione del processo che si basano su nuclei investigativi formati da esperti e periti che hanno capacità ed esperienza nel raccoglimento delle prove al pari delle autorità.
In questa fase penalisti revisionisti devono collaborare con periti ed investigatori in modo da riuscire a identificare nuove prove solide e concrete che possano indurre il giudice a chiedere una riapertura di un processo già concluso con una sentenza definitiva.
La complessità di tale compito richiede la massima professionalità operativa ed etica da parte di ogni professionista coinvolto nella richiesta di revisione del processo, solo così potranno essere presentati elementi sufficientemente utili alla riapertura del processo penale.
 

revisione processo | studio legale | indagini investigative | gradi di giudizio | processo penali | processo |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

L’evoluzione e le prospettive delle norme volontarie per le aziende


NESSUN INDENNIZZO A #RAFFAELE #SOLLECITO


Pexidartinib riduce le dimensioni del Tumore tenosinoviale a cellule giganti (TGCT)


CONFESSIONE INCOMPATIBILE CON MESSA ALLA PROVA


Nel nome del figlio. Le valenze trasformative della Consulenza Tecnica d’Ufficio nei casi di separazione genitoriale.


Il sonno e i suoi disturbi


 

Ieri...

Stesso autore