Home > Lavoro e Formazione > Assenteismo? È legittimo il ricorso all’agenzia investigativa

Assenteismo? È legittimo il ricorso all’agenzia investigativa

Il datore di lavoro può ricorrere ad un’agenzia investigativa per accertare le cause dell’assenza dal luogo di lavoro e, quindi, il mancato svolgimento dell’attività lavorativa da parte del dipendente. È la conclusione a cui è giunta la Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con la sentenza n. 8373 pubblicata il 4 aprile scorso. Quando è legittimato, in sostanza, il datore di lavoro a rivolgersi ad un’agenzia investigativa? La Cassazione ha di fatto, precisato che l’art. 2 dello Statuto dei lavoratori non preclude all’azienda di chiedere l’intervento dell’agenzia investigativa, purché questa “non sconfini nella vigilanza dell'attività lavorativa vera e propria riservata dall'art. 3 dello Statuto direttamente al datore di lavoro e ai suoi collaboratori e giustifichi l'intervento in questione non solo per l'avvenuta prospettazione di illeciti e per l'esigenza di verificarne il contenuto, ma anche in ragione del solo sospetto o della mera ipotesi che illeciti siano in corso di esecuzione (cfr. Cass. 14.2.2011 n. 3590)”. Le garanzie dei sopra citati articoli dello Statuto dei Lavoratori, si legge ancora nella sentenza, “operano esclusivamente con riferimento all'esecuzione dell’attività lavorativa in senso stretto, non estendendosi, invece, agli eventuali comportamenti illeciti commessi dal lavoratore in occasione dello svolgimento della prestazione che possono essere liberamente accertati dal personale di vigilanza o da terzi”. “Orbene – spiega la Cassazione nel respingere il ricorso dell’ex dipendente licenziato per giusta causa - nella fattispecie il convincimento della Corte territoriale si è basato sull'esito di un'attività investigativa, oggetto anche di prova testimoniale degli investigatori, rientrante nei poteri di controllo datoriale, in quanto esercitata in luoghi pubblici, onde è stato accertato, per 10 giorni, non solo il mancato rispetto dell'orario giornaliero di lavoro ma anche che, in orario di lavoro, al di fuori dell'ufficio, il dipendente non aveva svolto alcuna attività lavorativa”. Secondo i giudici di merito, nel caso in oggetto, l’attività degli investigatori rientrava quindi tra i poteri di controllo del datore di lavoro in quanto esercitata in luoghi pubblici. La Suprema Corte ha, quindi, condiviso la decisione della Corte d’appello secondo la quale il controllo effettuato dagli investigatori non era finalizzato ad accertare le modalità dell’adempimento dell’obbligazione lavorativa bensì “le cause dell’assenza del dipendente dal luogo di lavoro concernenti appunto il mancato svolgimento dell’attività lavorativa da compiersi anche all’esterno della struttura aziendale”.   Argo2001New Agenzia Investigativa Roma Investigatore privato Roma

Agenzia Investigativa Roma | Investigatore privato Roma | Assenteismo |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Licenziamento per giusta causa: truffa e permessi ex lege 104/92


Frode , droga , mobbing


Agenzia Investigativa Roma, come differenziarle


Investigatore privato? Ecco come sceglierlo


Piccole Investigazioni Private quotidiane.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Ieri...

Stesso autore

Tecniche Seo : L'Article Marketing

Tecniche Seo : L'Article Marketing
Il reticolo di regole che riguardano il SEO rappresenta di fatto un punto di non ritorno per chi cerca di aprire un sito web e di proporre contenuti per eventuali lettori e fruitori. Esistono varie tecniche per riuscire a lavorare nel migliore dei modi da questo punto di vista, ma uno dei ritrovati sui quali si spinge un po' di più negli ultimi tempi - e da qualche anno in più anche (continua)

Analisi SEO Siti Internet : Affidarsi a un professionista

Analisi SEO Siti Internet : Affidarsi a un professionista
Abbiamo già parlato in diverse occasioni nel recente passato di quanto sia importante fare una corretta analisi SEO per poter posizionare nel migliore dei modi possibili il proprio sito web. Si tratta di una lunga serie di accorgimenti che, una volta messi in pratica, potranno rendere le varie pagine che compongono il suddetto sito trovabili con maggiore facilità nei motori di ricer (continua)

Restyling siti web, tutto ciò che c'è da sapere

Restyling siti web, tutto ciò che c'è da sapere
Rifare un sito web è oggi un’attività essenziale e possiamo dire che è lo stesso sito web a chiederla alla tua azienda: diciamo che ogni 4 o 5 anni è bene fare un restyling del sito, se non addirittura rifarlo da zero per adeguarlo alle ultime tecnologie. Consideriamo, infatti, come il tempo sul web abbia una velocità tutta sua e tutto ciò che viene (continua)

Riparare il proprio smartphone: perché conviene?

Riparare il proprio smartphone: perché conviene?
Lo smartphone è diventato un dispositivo indispensabile per la vita moderna e quando non è più in grado di garantire le prestazioni di sempre è utile capire se <strong>riparare il proprio smartphone</strong> o se pensare all’acquisto di un nuovo modello.   La scelta tra riparazione ed acquisto di un modello nuovo non è sempre semplice. In (continua)

Tecniche Seo 2019: l'uso delle directory

Tecniche Seo 2019: l'uso delle directory
Le regole relative al SEO sono entrate a fare parte in maniera ormai costante e intrusiva nel mondo della scrittura on line. Negli ultimi tempi, alcuni fattori che rendono più facile rintracciare un articolo sui motori di ricerca hanno preso il largo, quasi più di altri elementi che hanno costituito la base fondamentale del giornalismo e della scrittura di contenuti. Ora come ora, il (continua)