Home > Economia e Finanza > Tassi di interesse, la Banca centrale di Polonia non cambia

Tassi di interesse, la Banca centrale di Polonia non cambia

La Banca centrale della Polonia ha deciso di confermare il costo del denaro in una giornata molto tesa, caratterizzata da una feroce tensione con la stampa locale. 

Dopo il meeting di politica monetaria infatti, la Narodowy Bank Polski ha negato l'accesso a molti giornalisti alla conferenza avvenuta dopo la riunione del Consiglio. Si trattava della prima grande conferenza della NBP dopo lo scoppio dello scandalo dell'ex capo del comitato di vigilanza finanziaria, e la decisione di non ammettere i giornalisti è parso un modo malcelato di evitare domande imbarazzanti al presidente Glapińskim.

La decisione sul costo del denaro

costo del denaroAl di là di questa polemica, come detto la Narodowy Bank Polski ha confermato i tassi d'interesse all'1,50%. Questo valore minimo del costo del denaro fu raggiunto nel marzo del 2015 (l'ultima stretta risale invece addirittura al 2012). In realtà la decisione di politica monetaria, che era ampiamente attesa, è passata in secondo piano ne' ha avuto grandi effetti sul mercato valutario. A muoverlo infatti sono soprattutto le vicende globali, soprattutto quelle relative alla tregua USA-Cina siglata a margine del G20 di Buenos Aires.

Sui migliori broker online affidabili abbiamo visto che la coppia USD-PLN è rimasta stabile a 3,7770, così come la coppia EUR-PLN (4,2856). La valuta polacca a ottobre ebbe un picco negativo, che spinse le due coppie rispettivamente a 3,83 e 4,34 ma da allora c'è stato un lieve recupero (tuttavia pochi giorni fa l'euro-zloty ha toccato un massimo di quattro settimane oltre 4,288).

Consiglio: se volete fare investimenti, bisogna approfondire prima l'argomento trading online recensioni dei broker e opinioni.

Tornando all'azione della NBP, la scelta di non toccare il costo del denaro risponde alla doppia esigenza di tenere viva la crescita economica (i dati macro recenti non convincono) e spingere l'inflazione che è stata di recente vista al ribasso all'1,2%, quindi ancora lontana dal target del 2,5% (valore medio del range 1,5-3,5%). Finché l'inflazione essa non risalirà nella parte superiore del range obiettivo, difficilmente la NBP farà qualche mossa. I mercati infatti ritengono improbabile che possa esserci una stretta monetaria prima della fine del 2019, dopo quindi la mossa attesa dalla BCE.

zloty | polonia | broker online affidabili | trading online recensioni | recensioni broker opinioni |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Mutui: anno nuovo, cambiamenti in vista


I derivati sono il male assoluto?


Inflazione in Europa: ecco come sfruttarla (con prudenza) nel Trading


Mercati, diversificare per cogliere la ripresa


Imprese, banche e confidi: un’alleanza per la crescita


 

Ieri...

Stesso autore

Commercio internazionale, la tregua USA-Cina fa gioire i mercati

Migliora in modo deciso la propensione al rischio sui mercati, e questo spinge al ribasso il dollaro. La spinta in tal senso è arrivata dalla tregua siglata tra Stati Uniti e Cina sul commercio internazionale. La pace sul commercio internazionale Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il premier cinese Xi Jinping, hanno infatti discusso della questione del commercio internazionale (continua)

Oro in declino, quotazione ormai prossima a scendere sotto 1200 dollari

Il dollaro spinge e l'oro scivola. Nelle ultime settimane il metallo giallo anziché tornare a psingere verso l'alto- come molti analisti ritenevano - ha finito per scivolare ancora più in basso. La quotazione del metallo prezioso ha toccato il livello più basso da un mese a questa parte, penalizzato dalla corsa del biglietto verde. Dollaro e oro La politica aggressiva della (continua)

Yuan ancora sotto pressione a causa della guerra dei dazi

La nuova escalation che sta avvenendo riguardo alla guerra commerciale fà ancora fanni allo Yuan. La valuta cinese infatti è scesa fino a un minimo di 10 anni nei confronti del dollaro, e la situazione non sembra essere affatto vicina a una soluzione. La guerra dei dazi e lo yuan La situazione è molto delicata. Da un lato ci sono gli Usa che potrebbero presto varare nuove ta (continua)

Tassi di interesse BCE, un sondaggio di Bloomberg rivela: "Negativi fino al 2020"

I tassi di interesse negativi spariranno dall'Europa nel gennaio 2020. Questa è la convinzione di un gruppo di economisti che hanno risposto a un sondaggio di Bloomberg. Essi prevedono che il liftoff (cioè l’avvio cioè del processo di normalizzazione del costo del denaro) comincerà a settembre 2019, mentre verso la fine del 2020 l'istituto centrale comincerà (continua)

Criptovalute, lo sbarco in Borsa come regalo per i 10 anni di vita?

Le criptovalute si apprestano a compiere 10 anni di vita. Nel novembre del 2008, viene caricato su SourceForge il progetto di una moneta matematica. L'ideatore fu tale Satoshi Nakamoto, ma questo nome è uno pseudonimo dietro al quale nessuno ha mai scoperto chi si celava. Il bilancio di questo decennio è senza dubbio positivo. Di strada ne è stata fatta, di ombre ne restano ta (continua)