Home > Musica > Un doppio Enzo Avitabile chiude le feste regalando un imprevisto concerto

Un doppio Enzo Avitabile chiude le feste regalando un imprevisto concerto

Un doppio Enzo Avitabile chiude le feste regalando un imprevisto concerto

Si è svolto ieri Domenica 6 gennaio 2019, l’attesissimo concerto di Enzo Avitabile dal titolo “Sacro Sud”, presso la chiesa di S. Maria di Costantinopoli  a Cappella Cangiani. Atteso al punto tale, che l’artista ha deciso di anticipare l’orario del concerto per riproporne un altro a seguire, in modo da accontentare la mole di pubblico accorso, che altrimenti sarebbe rimasto deluso.

Avitabile, che è stato anche il direttore artistico della rassegna “Sacro Sud – Anime Salve” sigillata dal suo concerto, ha parlato di una manifestazione studiata e pensata con il Comune di Napoli, assieme al sindaco Luigi De Magistris e all’Ass. al Turismo ed alla Cultura Nino Daniele, che ha portato dieci concerti in sette chiese diverse della città.

Accompagnato da Gianluigi Di Fenza alla chitarra, Marco Pescosolido al violoncello ed Emidio Ausiello alle percussioni a formare un quartetto acustico che ha coinvolto i presenti in una magica atmosfera, Enzo Avitabile ha aperto il concerto con Don Salvato’, che ha definito come “…una canzone di libertà”.
Dopo aver pubblicamente ringraziato Black Tarantella per la collaborazione alla realizzazione dei concerti in rassegna, e la comunità che lo ha accolto, il musicista ha raccontato dettagli della sua infanzia:
“Da piccoli andavamo in giro, e sentivamo canticchiare Faccia gialla. Solo crescendo ho capito che si rivolgessero a San Gennaro; il problema dei napoletani è che il miracolo non lo chiedono, lo esigono! La vita non è acqua ma è sangue, ed ogni uomo va rispettato perché è sangh’ e nun é acqua”. 

E così, via con la musica del Sacro, esperienza spirituale e musicale personale, e di un Sud non inteso come posizione geografica ma come fede che vive nella strada, nel popolo, nella realtà di tutti i giorni. Una preghiera spontanea onorata dalla ricerca di devozioni al tempo stesso nuove e tradizionali, cantate e pregate, scritte oggi da Avitabile nel cemento: il recupero dei gioielli del passato nella civiltà urbana. Un messaggio natalizio che ha posto le sue radici in una fede fatta di speranza e coscienza. 

La rassegna, come detto realizzata grazie anche al prezioso lavoro di “Black Tarantella”, ed affidata alla dinamica professionalità della  “xeventi&Communications” per la comunicazione, è rientrata nel più ampio progetto “Musica del Sud: identità e rivoluzione”, ideato e curato dall'Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli e finanziato dalla Regione Campania a valere sul Programma operativo complementare (POC) 2014-2020 – piano strategico regionale per la cultura e i beni culturali- programmazione 2018.

 



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Brusciano: Festa dei Gigli in Onore di Sant’Antonio di Padova. Incipit con la Processione del Santo promossa dalla Comunità Interparrocchiale guidata dal Parroco Don Salvatore Purcaro. (Scritto da Antonio Castaldo)


Basilica di San Domenico Maggiore Vinicio Capossela in Leitourghia d’inverno


Viaggio in Italia Live - Alice alla Chiesa di Santa Maria Donnaregina Nuova


Emozioni e antiche percussioni con Mohammad Reza Mortazavi


Il Cantico delle Creature ed Enzo Avitabile chiudono il 6 gennaio 2019 “Musica del Sud: identità e rivoluzione”


Positano Teatro Festival – Premio Annibale Ruccello IX Edizione dal 29 luglio al 10 agosto 2012


 

Ieri...

Stesso autore

Alla Basilica di San Domenico Maggiore con I Fuochi della Filosofia

Alla Basilica di San Domenico Maggiore con I Fuochi della Filosofia
Domenica 17 Febbraio alle ore 17,00 presso la Basilica di San Domenico Maggiore, si svolgerà l’evento intitolato “Fuochi di Filosofia” in memoria del filosofo Giordano Bruno.  L’iniziativa è organizzata nell’anniversario della sua morte, avvenuta tramite rogo per eresia, proprio nel complesso monumentale nel quale egli aveva studiato, gettando le b (continua)

Futuristi a Napoli: una conversazione con il Professor Ugo Piscopo

Futuristi a Napoli: una conversazione con il Professor Ugo Piscopo
 Sabato 16 febbraio alle ore 12,00 presso l’Archivio Fotografico Parisio sito in  Piazza del Plebiscito, l’evento culturale  “Futuristi a Napoli”. Pochi sanno che il battesimo del movimento futurista avvenne a Napoli, dove il Manifesto di Marinetti venne pubblicato il 14 febbraio del 1909 dell’editore Bideri, famoso per le sue copie delle canzoni di Pi (continua)

Conversazione al caffè Gambrinus con “Una certa idea d’Europa.

Conversazione al caffè Gambrinus con “Una certa idea d’Europa.
 Si svolgerà mercoledì 13 febbraio alle ore 18,30 presso lo storico Caffè Letterario Gambrinus un altro appuntamento nel segno del dialogo. Un incontro dedicato proprio al pensiero libero e provocatorio di George Steiner, prendendo spunto dal testo “Una certa idea d’Europa”. Per l’autore Francese, l’Europa &egra (continua)

UNA SVOLTA STORICA PER I MILITARI DELL’ESERCITO ITALIANO AVERE FINALMENTE UN SINDACATO

UNA SVOLTA STORICA PER I MILITARI DELL’ESERCITO ITALIANO AVERE FINALMENTE UN SINDACATO
Napoli – “Un sindacato per i militari dell’esercito italiano è una data storica per tutto il personale dell' Esercito, una vera e propria conquista”. Così il Consigliere Regionale, Generale Carmine De Pascale Capogruppo della Lista De Luca Presidente sulla firma apposta ieri pomeriggio dal Ministro della Difesa, alla costituzione del primo sindacato dei milita (continua)

TOUR PRESENTAZIONE LIBRO PIZZA

TOUR PRESENTAZIONE LIBRO PIZZA
Inizia  il tour ufficiale di presentazioni  del nuovo libro di Angelo Pisani “Diritto alla Pizza” (Rogiosi Editore). Il libro propone uno sguardo nuovo sugli autori e sul piatto più famoso al mondo: la pizza come diritto universale, di farla o di mangiarla al di là delle diatribe legali che si sono consumate e si consumano intorno ad essa, al di là delle (continua)