Home > Cultura > Sballare con l'alcol ed i suoi effetti a Desenzano

Sballare con l'alcol ed i suoi effetti a Desenzano

Sballare con l'alcol ed i suoi effetti a Desenzano

Distribuiti 250 opuscoli di prevenzione dal titolo "La Verità sull'Alcol" a Desenzano. L'iniziativa vuole dare alle famiglie l'occasione di dialogo su un argomento che spesso viene evitato quasi per pigrizia. In realtà i genitori sono i primi responsabili della preparazione dei figli ad affrontare una realtà esterna alla famiglia, non sempre ben intenzionata.

Alcol, droga legale

Sebbene sia classificato come sedativo, è la quantità di alcol consumato a determinarne l’effetto. La maggior parte delle persone bevono per il suo effetto stimolante, come una birra o un bicchiere di vino presi per “rilassarsi”. Ma se una persona consuma più di quello che il suo corpo può gestire, allora sente l’effetto sedativo dell’alcol. Comincia a sentirsi “stupido” o perde coordinazione e controllo.

L’overdose di alcol causa effetti sedativi ancora più seri (incapacità di provare dolore, intossicazione in cui il corpo vomita il veleno e alla fine l’incoscienza o, peggio, coma o decesso da grave overdose tossica). Queste reazioni dipendono da quanto se ne consuma e quanto velocemente.

La prevenzione dalla droga, attraverso l'opera dei volontari di "Mondo libero dalla droga", oggi è arrivata a Desenzano dove oltre 250 libretti "La verità sull'Alcol" sono stati posizionati nelle cassette postali delle abitazioni.

La più ampia campagna "La verità sulla Droga" è per i giovanissimi. Loro hanno bisogno di informazioni per evitare di cadere nella trappola e spesso per aiutare i loro amici a starne lontani. Questo è il motivo per cui molti volontari ogni settimana distribuiscono centinaia di opuscoli informativi per la provincia.

Questi semplici opuscoli permettono di esaminare le proprie scelte in modo libero e senza l'influenza di persone verso le quali spesso nasce un senso di rifiuto.

Gli interessati possono trovano una informazione completa, quanto oggettiva, che affronta gli argomenti in modo semplice, ma non banale.


Informiamo in continuazione

Riteniamo che l’istruzione sia portatrice di cambiamento. Solo se ben informati, i giovani sono in grado di prendere decisioni consapevoli ed utili a condurre una vita libera dalla droga ed in armonia con il prossimo ed i propri cari.

Attingendo a decenni di esperienza nel campo della prevenzione alla droga, il programma "La Verità sulla Droga" comunica in modo efficace i fatti reali relativi all’uso di droga, sia su base individuale sia tramite comunicazioni ad ampio raggio.

Dato che fornire ai giovani fatti puri e semplici sui danni che la droga è in grado di causare, aumenta notevolmente le loro possibilità di rifiutarla di propria iniziativa, La Verità sulla Droga è un programma molto richiesto come strumento educativo da scuole, forze dell’ordine e svariati settori della società.

La campagna "La verità sulla droga" è stata istituita dalla Chiesa di Scientology. Tutte le attività della associazione sono non confessionali, non discriminatorie e non a fine di lucro. I materiali di comunicazione sono disponibili per chiunque li voglia esaminare ed utilizzare per contribuire alla prevenzione sui giovani affinché, loro per primi, crescano nella consapevolezza della piaga che l'uso di sostanze viene a determinare nelle loro vite.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

 

Droga | Prevenzione | Hubbard | Scientology | Marijuana | Cocaina | Hashish | Ecstasy | Sostanze | Alcool | Farmaci | legalizzazione |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Ieri...

Stesso autore

Continuiamo la Prevenzione dalla Cocaina per fermarla

Continuiamo la Prevenzione dalla Cocaina per fermarla
La ricerca dello sballo sembra sia un punto di conquista sociale tra i ragazzi. Ma la strada che sembra facile diventa presto la più dolorosa. Per prevenire scelte sbagliate oltre 400 libretti "La verità sulla cocaina" sono stati distribuiti questa settimana a Padenghe. Informare per far conoscere la Cocaina per prevenire Distribuire opuscoli informativi sulla Cocaina &eg (continua)

Farsi di alcol per sembrare simpatici.

Farsi di alcol per sembrare simpatici.
Il periodo della adolescenza è quello in cui si sperimentano le prime relazioni sociali. La compagnia degli amici diventa un riferimento molto importante. Per avere successo i ragazzi e le ragazze ritengono di dover stupire in qualche modo ed ecco che l'alcol diventa lo strumento per almeno "sembrare" simpatici invece di imparare ad "essere" simpatici. Sembrare simpatic (continua)

Diffondiamo i valori morali nel modo delle imprese

Diffondiamo i valori morali nel modo delle imprese
I valori tradizionali sono particolarmente sostenuti da chi è abituato a lavorare per produrre benessere per sè e per altri. Questa settimana un imprenditore che sostiene la campagna "La Via della Felicità" ha distribuito decine di libretti che illustrano il valore dei valori proprio ad altri imprenditori con l'intento di diffondere una sempre più vasta e cond (continua)

I Diritti Umani per combattere il diffondersi dell'egoismo

I Diritti Umani per combattere il diffondersi dell'egoismo
Promuovere i Diritti Umani è una azione che favorisce una maggiore consapevolezza di uguaglianza e contribuisce a isolare il senso diffuso di egoismo. Diffondere i Diritti Umani sanciti nel Dicembre del 1948 dalle Nazioni Unite Alcuni volontari dell'Associazione per i Diritti Umani e Tolleranza Onlus, hanno distribuito decine di opuscoli a Gavardo rendendo disponibile a molte fa (continua)

Gli scientologist bresciani celebrano il terzo anniversario della vittoria legale in Belgio

Gli scientologist bresciani celebrano il terzo anniversario della vittoria legale in Belgio
Gli scientologist bresciani lunedì 11 marzo hanno ricordato l'ultima vittoria legale ottenuta in Belgio e che ha sancito, anche per quella nazione, lo status di religione per Scientology. Il Belgio riconosce la religione di Scientology L'11 marzo 2016, il Tribunale di Bruxelles ha respinto un caso che coinvolgeva una dozzina di scientologist, la stessa Chiesa belga e l'ufficio europe (continua)