Home > News > Lo sport aiuta a stare con gli altri confrontandosi e condividendo gioia e fatica

Lo sport aiuta a stare con gli altri confrontandosi e condividendo gioia e fatica

Lo sport aiuta a stare con gli altri confrontandosi e condividendo gioia e fatica
Lo sport diventa una terapia naturale meglio di tanti farmaci, diventa un addestramento alla vita, incrementa consapevolezza nei propri mezzi e proprie capacità, incrementa fiducia in sé, aiuta a stare al mondo con una visione positiva e propositiva, l’esercizio fisico attraverso lo sport ti permette di elaborare pensieri e problemi, prendere decisioni ragionate, aiuta a pianificare progetti e mete, a stare con gli altri confrontandosi e condividendo gioia e fatica. Lo sport rende felici, incrementa consapevolezza, sviluppa autoefficacia consolidando la fiducia in se stessi di poter far qualcosa, di riuscire in qualcosa, inoltre lo sport incrementa la Resilienza, si affrontano e si superano meglio i problemi, le crisi, le difficoltà, si è più attenti e gentili. E’ importante porre tanta attenzione nelle cose che si fanno e sviluppare consapevolezza di sé e fiducia in se stessi. La motivazione deve essere solida. E’ necessario attingere alle risorse interne per perseguire le mete desiderate e cavalcare l’onda del cambiamento per seguire la direzione che porta a trasformare sogni in realtà e raggiungere obiettivi sfidanti ma non impossibili. Siamo tutti in grado di perseguire i nostri sogni. Lo stato di forma va e viene; con l’impegno, la passione e la determinazione si riesce a stare in forma il più a lungo possibile cercando di durare fino all’obiettivo ambito, così come anche le crisi vanno e vengono e si può cercare di essere pazienti, fiduciosi, rimodulare lievemente gli obiettivi per rifarsi in momenti migliori. E’ importante considerare i diversi aspetti che incidono sulla performance, sono importanti le indicazioni di un allenatore, a volte è importante anche affidarsi, per una consulenza o un ciclo di incontri, a uno psicologo che utilizza una cassetta degli attrezzi, metodi e tecniche utili a seconda della fase della preparazione o l’aspetto da migliorare, così come sono importanti il nutrizionista o le persone care di riferimento, tutti lavorano per il benessere e la performance dell’atleta. Lo sport avvicina persone, culture e mondi; rende felici e resilienti condividendo l'amica fatica che aiuta a crescere conoscendo sempre più se stessi, proprie possibilità, capacità e limiti; lo sport fa prendere direzioni per arrivare dove vuoi superando imprevisti lungo il percorso e raggiungendo mete e obiettivi difficili, sfidanti ma non impossibili se hai fiducia in te e se ti impegni con motivazione, passione e determinazione Lo sport è un mondo dove si può scaricare tensione, dove ci si può mettere alla prova, dove puoi sentire il tuo corpo, dove ti puoi testare, dove c’è un percorso, un inizio e una fine come è la vita, dove trovi tanti compagni di viaggio lungo i percorsi e fai dei tratti con qualcuno così come succede nella vita, un mondo dove si attraversano sensazioni ed emozioni, quali ansie, tensioni, paure, stanchezza, incredulità, gioia, precarietà, niente è stabile niente è per sempre. Iniziare a praticare lo sport significa occuparsi del benessere della propria salute, sia a livello fisico che mentale. Per arrivare a decidere di fare uno sport significa che la persona ha raggiunto la consapevolezza di voler star meglio, di far qualcosa per la propria persona ed una buona opportunità può essere praticare un’attività sportiva. La corsa è ideale per iniziare un cambiamento per la propria vita, è facile da praticare in quanto non comporta una spesa eccessiva per quanto riguarda le strutture e l’abbigliamento. Questa attività si può continuare sperimentando benessere e voglia di competizione con i propri amici di corsa. Matteo SIMONE http://www.psicologiadellosport.net/ http://www.ibs.it/libri/simone+matteo/libri+di+simone+matteo.html


Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Francesca Innocenti: Il mio sogno l’ho realizzato partecipando al Mondiale 24 ore


Viola Giustino e Dario Santoro vincono la “CORRENDO TRA I VIGNETI”


Emanuela Rossi: combatto e non mi arrendo finché non raggiungo l’obiettivo


Francesca Innocenti, ultrarunner: Corpo e mente sono strumenti meravigliosi


Dario Santoro vince ad Adelfia la “CORRENDO TRA I VIGNETI”


 

Ieri...

Stesso autore

Pamela Guidotti, ultrarunner: La nostra forza di volontà ci può portare ovunque

Pamela Guidotti, ultrarunner: La nostra forza di volontà ci può portare ovunque
Si fa sempre in tempo per iniziare a praticare uno sport e accorgersi dei benefici che se ne ricavano a livello di sensazioni fisiche e mentali. Di seguito Pamela racconta la sua esperienza rispondendo ad alcune mie domande: Qual è stato il tuo percorso per diventare un atleta? “Ho iniziato correndo per 3-4 Km 2/3 volte a settimana per poi aumentare gradualmente sia nei km, sia nella velocità. Ade (continua)

Un grande Aldo Zaino per l’età, classe 1935, e per essere sempre presente

Un grande Aldo Zaino per l’età, classe 1935, e per essere sempre presente
Un grande Aldo Zaino per l’età, classe 1935, e per essere sempre presente quando si tratta di correre, di presentare un libro, quando c'è una conferenza stampa di presentazione gara e atleti. Grande per raccontare e imprimere momenti di sport suoi e di altri attraverso foto che scatta prima, durante e dopo le gare e scrivendo articoli di presentazione e resoconti di gare ed eventi. Grande per ess (continua)

Presso il bar Caffettiamo (Roma) verrà presentato il libro "Lo sport delle donne

Presso il bar Caffettiamo (Roma) verrà presentato il libro
Venerdì 8 marzo alle ore 18.30 Presso bar Caffettiamo (Via Olevano Romano 35 – Roma) verrà presentato il libro "Lo sport delle donne. Donne sempre più determinate, competitive e resilienti" di Matteo Simone. Moderatrice dell'evento sarà l'ingegnere e atleta Alessandra Penna, inoltre saranno presenti, per testimoniare le loro esperienze descritte nel libro, le maratonete: Francesca Boldrini, Elisa (continua)

La corsa di Miguel per condividere lo sforzo e la fatica insieme

La corsa di Miguel per condividere lo sforzo e la fatica insieme
La corsa di Miguel cos'è? È una classica della capitale, è una gara da non mancare in ricordo di un desaparecido argentino Miguel Sanchez, lavoratore, runner, poeta. Perché partecipare? Per esserci con il cuore, il corpo e la mente; per condividere un ricordo; per condividere lo sforzo e la fatica insieme raggiungendo traguardi importanti o simbolici; un'occasione per conoscere gente uguale a noi (continua)

Panoramica 10km vincono Igor Cepraga e Paola Patta /Anna Laura Bravetti

Panoramica 10km vincono Igor Cepraga e Paola Patta /Anna Laura Bravetti
Rafał Nordwing ed Elisabetta Beltrame vincono la mezza maratona Matteo SIMONE http://www.psicologiadellosport.net/ Cosa c'è dietro lo sport? Tante salite che diventano amiche perchè poi apprezzi le discese e riconosci la cilicità della vita come nello sport. Cosa c'è dietro lo sport? Condizioni meteo avverse che possono ostacolare ma bisogna essere positivi e resiliente e da una parte a (continua)