Home > Altro > InPost Italia sceglie Ricoh per la gestione della propria rete di locker

InPost Italia sceglie Ricoh per la gestione della propria rete di locker

Il leader nella produzione di armadietti automatizzati per la consegna di pacchi si affida a Ricoh per l’assistenza tecnica al proprio network di locker distribuiti su tutto il territorio italiano. 10.000 parcel lockers e oltre 100.000.000 pacchi gestiti in oltre 20 Paesi del mondo, 10.000 dipendenti a livello globale: sono i numeri di InPost, azienda polacca leader nella produzione di locker automatizzati che consentono il ritiro e la consegna di merci e alimenti 24h/7, 365 giorni all’anno. Queste soluzioni self-service danno ai consumatori la libertà di ritirare pacchi e merci in qualunque momento, migliorando così la gestione del cosiddetto “ultimo miglio”. La carta vincente dell’e-commerce Gianluca Gabriele, Country Manager di InPost Italia, spiega: “In Polonia siamo leader in questo settore disponendo di una rete di 5.000 parcel locker per l‘invio e la ricezione di pacchi, a cui si aggiungono i nuovi locker refrigerati per la ricezione della spesa. I locker stanno rivoluzionando il mondo dell’e-commerce dando un nuovo impulso al mercato e diventando sempre più popolari tra gli operatori di questo settore”. Forte delle competenze maturate, qualche anno fa InPost ha deciso di espandersi in altri Paesi. L’Italia è una delle aree geografiche prioritarie per questa azienda grazie alla partnership con Poste Italiane e alla Rete Punto Poste che può contare su 350 locker installati su tutto il territorio. L’obiettivo di InPost è arrivare entro il 2021 a 600 locker mediante la propria rete, aumentando così la capillarità dei servizi in particolar modo nelle città principali. Tra le aziende che hanno scelto di avvalersi della rete di locker vi sono Avon, CheGiochi, Decathlon, ePrice, Ibs, Libreria Scolastica, Libreria Universitaria, Made in Cucina, Prima Infanzia, SportIT e Webster. L’innovazione passa dall’assistenza tecnica Per garantire ai consumatori servizi efficienti e sempre disponibili, l’assistenza tecnica e la manutenzione preventiva sono due aspetti di assoluta rilevanza per i quali InPost si è rivolta a Ricoh, player di riferimento del settore IT. Mediante i servizi di Smart Lockers System Integration, Ricoh si occupa della gestione a 360° degli armadietti automatizzati con progetti che includono l’installazione e la manutenzione. Gianluca Gabriele commenta: “In Ricoh abbiamo trovato rilevanti competenze e know-how nella gestione di infrastrutture tecnologiche distribuite sul territorio. Oltre ad una capillare rete di assistenza tecnica, Ricoh offre scalabilità e flessibilità, nonché possibilità di personalizzare i servizi che ci offre sulla base delle nostre specifiche necessità. Inoltre, Ricoh è un player internazionale con una forte presenza locale nei principali Paesi europei e questo per noi è fondamentale dal momento che ci stiamo espandendo e continueremo a farlo nei prossimi anni. Lavorare in partnership con un brand così importante come Ricoh riconferma la nostra leadership di mercato e ci consente di porci al meglio nei confronti dei nostri clienti attuali e potenziali”.


Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Ricoh a Fespa 2017


Ricoh: un doppio festeggiamento per la stampa di produzione


Ricoh a emissioni zero entro il 2050


A Viscom 2018 Ricoh costruisce il futuro della stampa


Ricoh: un mese per l’ambiente


The Art of the New e la stampa digitale Ricoh


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Ieri...

Stesso autore

Ricerca Ricoh: le persone sono alla base dell’innovazione

Da una nuova ricerca Ricoh emerge i dipendenti delle aziende europee diventino sempre più parte dei processi di innovazione. Il 59% dei 3.300 manager coinvolti nella nuova ricerca Ricoh sulle Pmi afferma che l’innovazione è una priorità assoluta. Il fattore più importante che spinge le Pmi ad affrontare il cambiamento riguarda l’evoluzione delle esigenze dei clienti, ma non solo: molte azien (continua)

Ricerca Ricoh: le richieste dei consumatori spingono le Pmi ad innovare

Da una nuova ricerca Ricoh emerge come le Pmi europee ritengono che i prodotti e servizi offerti cambieranno nei prossimi cinque anni per riuscire a rispondere alle nuove aspettative dei clienti. Il 59% dei 3.300 manager coinvolti nella nuova ricerca Ricoh sulle Pmi afferma che l’innovazione è una priorità assoluta. La netta maggioranza del campione (91%) pensa di modificare, almeno in parte, i (continua)

Ricoh lancia una nuova soluzione large format flatbed UV per i mercati Sign & Display e Décor

Con una velocità che arriva a 64,6m2/h su supporti fino a 11 cm di spessore, la nuova Ricoh Pro™ TF6250 offre grande flessibilità per applicazioni che spaziano dall’interior decoration alle graphic arts, dal packaging alla visual communication. Ricoh Pro™ TF6250 è la nuova soluzione large format flatbed UV che si affianca a Ricoh Pro™ T7210. Con una velocità di 64,6m2/h e dimensioni massime di (continua)

Pmi: senza innovazione si rischia di restare indietro

Da una ricerca Ricoh è emerso come le Pmi di tutta Europa concordano sul fatto che la propria azienda potrà fallire entro il 2020 se non riuscirà a trasformarsi per rispondere ai cambiamenti attualmente in atto nel mercato. La rivoluzione digitale sta trasformando in maniera profonda i rapporti tra le aziende, Pmi in primis, e il mercato. In questo contesto si parla sempre più della necessità (continua)

Ricerca Ricoh: tempo di cambiamenti per le Pmi

Secondo una nuova ricerca Ricoh le Pmi di tutta Europa si sentono coinvolte nelle trasformazioni che stanno rivoluzionando il mercato, ma poche sono pronte a cavalcarle. Il termine innovazione è molto abusato e questo purtroppo rende difficile per un’azienda capire come e quando innovare. Nonostante ciò, le imprese concordano sull’importanza di trasformarsi rapidamente. Questo è quanto emerg (continua)