Home > Cultura > UN CANDIDATO AL NOBEL PER LA PACE AL PREMIO NAZIONALE ALBEROANDRONICO.

UN CANDIDATO AL NOBEL PER LA PACE AL PREMIO NAZIONALE ALBEROANDRONICO.

UN CANDIDATO AL NOBEL PER LA PACE AL PREMIO NAZIONALE ALBEROANDRONICO.

 L’atto finale della dodicesima edizione del Premio nazionale Alberoandronico, sempre più ricco e accattivante. Venerdì 15 marzo h 16.00 al Campidoglio.

Roma, 13 marzo 2019: La Cerimonia di premiazione di venerdì 15 marzo alle 16, nella Sala della Protomoteca in Campidoglio, offrirà quest’anno uno spunto in più: ci sarà anche Hafez Haidar, candidato al Nobel per la Pace. “Un grande orgoglio incontrare una persona straordinaria che si è messa in gioco insieme ad altre centinaia di concorrenti e che regalerà sicuramente lustro a una manifestazione che si è ormai imposta nel panorama culturale internazionale” afferma Pino Acquafredda, Presidente dell’Associazione Alberoandronico.

Con il patrocinio dell’Assessorato alla Crescita culturale del Comune di Roma, della Città metropolitana di Roma Capitale e del Consiglio regionale del Lazio, non solo racconti e poesie, anche scrittura per immagini come la fotografia, la pittura e l’arte del cortometraggio.

Dodici anni di relazioni e passioni, di idee, di amore e di vita attorno a un Albero che, simbolicamente, viene abbracciato in nome della cultura e della partecipazione.

Questa edizione di Alberoandronico ha avuto concorrenti da tutti i continenti: ovviamente dall’Europa (Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Lussemburgo, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, San Marino, Spagna, Svezia, Turchia, oltre all’Italia naturalmente), dall’Africa (Sudan), dall’Asia (Bangladesh, Cina, Libano, Nepal e Russia); senza dimenticare l’Oceania, rappresentata dall’Australia.

Prossimo anno anche in Antartide? Mai dire mai! La forza del Premio è proprio quella di porsi sempre un obiettivo. Per questo, fondamentale il contributo  della  qualificatissima Giuria, composta da professionisti di alto livello che ha consolidato  un trasparente meccanismo che supera ogni possibile rischio di parzialità.

Continente, dal latino continere, “tenere insieme”, come la vocazione dell’Associazione che ha l’ambizione di unire amici di ogni provenienza e di ogni età. A conferma del carattere internazionale e intergenerazionale del Premio: la cultura, dunque, quale alimento della giovinezza e gioia della vecchiaia, parafrasando Marco Tullio Cicerone.

Possiamo affermare” prosegue Acquafreddache una piccola Associazione romana nata tra i Quartieri di Balduina e di Monte Mario, nel Municipio XIV di Roma Capitale, riesce a calamitare l’attenzione, ogni anno, di quasi 700 persone di tutte le età. In piena era digitale, recuperare una cultura vera, fatta di parole e di immagini e non solo di faccine, capace di coinvolgere adolescenti pieni di entusiasmo e meno giovani dotati di inesauribile energia, è motivo di orgoglio per tutti noi e costituisce sprone per continuare un’avventura entusiasmante”.

In Campidoglio, dunque, per la premiazione dei concorrenti selezionati ed un occhio a www.alberoandronico.net dove è già pubblicato il nuovo bando: Alberoandronico ha fatto 13!

 

Ufficio stampa: 339 3494120

alberoandronico | pino acquafredda | campidoglio | Hafez Haidar |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Alberoandronico: il trionfo della parola


Il volo di Monte Mario sul mondo. Alberoandronico: ancora un grande successo internazionale!


ALBEROANDRONICO SI AFFERMA NEL MONDO - I VINCITORI –


PREMIO INTERNAZIONALE ALBEROANDRONICO: UN SUCCESSO INTERNAZIONALE E INTERGENERAZIONALE


DA TUTTO IL MONDO IN CAMPIDOGLIO PER ALBEROANDRONICO - I VINCITORI –


ALBEROANDRONICO: DIECI ANNI DI CULTURA E PARTECIPAZIONE


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Ieri...

Stesso autore

DA TUTTO IL MONDO IN CAMPIDOGLIO PER ALBEROANDRONICO - I VINCITORI –

DA TUTTO IL MONDO IN CAMPIDOGLIO PER ALBEROANDRONICO - I VINCITORI –
 Con il patrocinio di Roma Capitale, Città metropolitana di Roma Capitale e Consiglio regionale del Lazio premiati poesie, racconti, libri, fotografie, cortometraggi e pittura, nella cornice unica della Sala Protomoteca del Campidoglio.. Tra i premiati il candidato nobel Hafez Haidar,l’attore Leo Gullotta e il giornalista e scrittore Paolo Borrometi. Roma 16 marzo 2019: Un&rsq (continua)

VIOLENZA FAMILIARE: I LIMITI DELLA GENITORIALITA’… SONO TUTTI BRAVI I GENITORI?

VIOLENZA FAMILIARE: I LIMITI DELLA GENITORIALITA’… SONO TUTTI BRAVI I GENITORI?
  Milano, 25 settembre 2018: Soccorso Rosa Onlus insieme a Casa dei Diritti organizzano un incontro di studio sui limiti della genitorialità, alienazione e violenza familiare. Interverranno l’Avv. Armando Cecatiello, avvocato familiarista e Presidente di Soccorso Rosa Onlus i Magistrati Laura Cosmai e Rosa Muscio della Sezione Famiglia del Tribunale di Milano e gli esperti Stefa (continua)

A Las Jobas si “punta forte” sul Fuori Salone

A Las Jobas si “punta forte” sul Fuori Salone
  Il marketplace dei lavori “fighi” lancia una campagna per la grande kermesse del design: street party diffusa con musica live insieme a Guestar, performance di professioni non convenzionali e una open air gallery in partnership con i marchi di arredamento easy-luxury Aischa e di design City Scraps affidata ad un team di giovani designer.     Milano, 12 aprile 2018: (continua)

“NOI SIAMO QUEL CHE... GETTIAMO PER TERRA”

“NOI SIAMO QUEL CHE... GETTIAMO PER TERRA”
 TIPI METROPOLITANI® AL FUORI SALONE CON “CITY SCRAPS®”, LA LINEA DI PRODOTTI CHE RACCONTA GLI SCARTI DI CITTA’ Milano, 3 aprile 2018:  “Noi siamo quel che mangiamo?”, No, “noi siamo quel che gettiamo per terra”: riadattando la celebre asserzione del filosofo Feuerbach, Tipi Metropolitani®, azienda milanese editrice del progetto (continua)

ALBEROANDRONICO SI AFFERMA NEL MONDO - I VINCITORI –

ALBEROANDRONICO SI AFFERMA NEL MONDO - I VINCITORI –
  In Campidoglio la premiazione dell’undicesima edizione  Roma, 12 marzo 2018: Festa grande venerdì 9 marzo per Alberoandronico che, nella splendida cornice della Sala della Protomoteca, ha premiato un anno di lavoro e di cultura. La Giuria, di altissimo profilo, ha valutato più di 700 opere, tra poesie, racconti, libri, fotografie e cortometraggi.  La cerimo (continua)