Home > Keyword : Sicilian Music Wave cliccata 88 volte

A “Sicilian Music Wave” arrivano Mattaliano e Gallina. Il 27 novembre un concerto tra improvvisazioni e melodie scelte per un pubblico appassionato di viaggi sonori ideali

A “Sicilian Music Wave” arrivano Mattaliano e Gallina. Il 27 novembre un concerto tra improvvisazioni e melodie scelte per un pubblico appassionato di viaggi sonori ideali
Un’immersione tra le musiche del mondo e le musiche di Giovanni Mattaliano con il brano “Nuvole” (per clarinetto e pianoforte) in prima italiana, poi ancora "Spirit" e "Luz". In programma omaggi, in forma di suite, al tango di Piazzolla con cinque brani, alle raffinatezze di Puccini e Louis Armstrong, nel dialogo confinante e consonante di luoghi e di storie musicali che ricordano tante sonorità vissute tra le memorie della sensibilità umana e artistica. Un programma per un duo speciale ed eclettico, espresso dai fiati di Giovanni Mattaliano e dal pianoforte di Claudio Onofrio Gallina, insieme in scena, tra improvvisazioni e melodie scelte nell'incontro con un pubblico appassionato di viaggi sonori ideali Appuntamento spumeggiante quello con la musica da camera previsto per sabato 27 novembre alle 19 presso la chiesa di San Giovanni Decollato, sita nell’omonima piazzetta a Palermo, per il nuovo appuntamento di “Sicilian Music Wave”, rassegna organizzata da Ars Nova Palermo in collaborazione con l’associazione “Parco del Sole”.Sul palco saliranno Giovanni Mattaliano al clarinetto accompagnato da Onofrio Claudio Gallina al pianoforte. Si tratta di «un’immersione tra le musiche del mondo e le musiche di Giovanni Mattaliano con il brano “Nuvole” (per clarinetto e pianoforte) in prima it...

musica | musica da camera | Sicilian Music Wave | Palermo |


“Pardon, i signori gradiscono del Satie?” A “Sicilian Music Wave”, sabato 13 novembre, arriva il primo appuntamento con la musica francese

“Pardon, i signori gradiscono del Satie?” A “Sicilian Music Wave”, sabato 13 novembre, arriva il primo appuntamento con la musica francese
“Pardon, i signori gradiscono del Satie?” è il titolo della serata che vedrà sul palco Franco Vito Gaiezza, piano e voce narrante, la soprano Miriam Bissanti e, al flauto, Stefan Mircea Cutean. In programma musiche di Erik Satie, Jacques Offenbach e Francis Poulenc. Continua a Palermo della chiesa di San Giovanni Decollato, sita nell'omonima piazza, la rassegna “Sicilian Music Wave” organizzata da Ars Nova Palermo in collaborazione con l’associazione “Parco del Sole”.
 Il prossimo appuntamento è per sabato 13 novembre, alle ore 19, primo dei due incontri in cui si rende omaggio alla musica francese esplorando i suoi autori. “Pardon, i signori gradiscono del Satie?” è il titolo della serata che vedrà sul palco Franco Vito Gaiezza, piano e voce narrante, la soprano Miriam Bissanti e, al flauto, Stefan Mircea Cutean. In programma musiche...

musica | musica da camera | Sicilian Music Wave | Palermo | Erik Satie |



 

[1]

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Ultime notizie

Caro bollette, gli italiani tagliano su luci e svago: tra le rinunce colazione al bar e piattaforme streaming

Caro bollette, gli italiani tagliano su luci e svago: tra le rinunce colazione al bar e piattaforme streaming
Contro il caro bollette gli italiani scelgono di spegnere le luci, di rinunciare alla colazione al bar e a una parte degli abbonamenti alle piattaforme streaming. E’ quanto emerge da un’indagine condotta da Condexo, azienda che si occupa di gestioni condominiali, che ha deciso di sondare l’opinione delle famiglie alle prese con gli aumenti dei costi di elettricità e gas. Il nuovo anno per gli (continua)

Il ruolo delle piattaforme digitali nel processo di attuazione della Direttiva RED II

Il ruolo delle piattaforme digitali nel processo di attuazione della Direttiva RED II
Il recente recepimento della Direttiva (UE) 2018/2001 (cd. RED II) del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 dicembre 2018, sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili ad opera del Decreto legislativo 8 novembre 2021, n. 199, impone due considerazioni: 1) una breve riflessione sistematica sul ruolo delle policies di digitalizzazione al fine di semplificare l’apparato burocratico relativo al comparto energetico e 2) un primo commento sul ruolo delle piattaforme digitali nell’ambito del processo di transizione energetica in atto.  di Gabriella De Maio, Diritto dell'energia | Dipartimento di Giurisprudenza | Federico II - Socio AIDR e componente dell’Osservatorio AIDR per la Digitalizzazione dell’Ambiente e dell’Energia Il recente recepimento della Direttiva (UE) 2018/2001 (cd. RED II) del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 dicembre 2018, sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili ad oper (continua)


Seares chiude il 2021 con un round di investimento da 900.000 euro

Seares, startup innovativa toscana attiva nel settore degli accessori per la nautica, ha chiuso il 2021 con un round di investimento complessivo da 900.000 euro, sottoscritto dal Fondo Rilancio Startup di CDP Venture Capital Sgr, Selected Investments e altri investitori privati. Fondata nel 2018 con l’obiettivo di rivoluzionare l’ormeggio di imbarcazioni e strutture galleggianti, Seares ha già avviato la produzione e la commercializzazione dei suoi sistemi di ormeggio hi-tech Seadamp: smorzatori meccatronici dedicati all’ormeggio delle barche, che sono in grado di migliorarne comfort e sicurezza, recuperando energia dal moto ondoso. Una soluzione applicabile anche a porti (continua)

Delocalizzazioni, i consulenti: «All’estero poche tasse e alta qualità della vita. L’Italia deve svegliarsi»

A VR & Partners si rivolgono le aziende che vogliono delocalizzare in Bulgaria: «Bisogna attuare politiche fiscali competitive col resto d’Europa, le multe non servono» «Meno tasse, non più multe». Mentre l’Italia discute l’introduzione di micro-sanzioni per cercare di frenare l’emorragia di imprese che trasferiscono i loro stabilimenti all’estero, la delocalizzazione continua a cancellare centinaia di posti di lavoro ogni anno in tutta Italia. «È un fenomeno che bisogna comprendere, senza campanilismi e retorica», dice Roberto Maggio, founder (continua)

Terra del Fuoco: la tentazione della fine del mondo

Nell'estremo sud della Patagonia argentina, dove l'Oceano Atlantico incontra l'Oceano Pacifico, tra foreste di lenga, laghi e ghiacciai millenari, Visit Argentina ti invita a scoprire l'avventura dei confini australi Immagina di arrivare a quel punto in cui il mondo finisce. Da un lato, le ultime Ande. Dall'altra parte, il mare. Davanti a te, l'immensità e oltre, l'Antartide. Quel punto si trova nella provincia più meridionale dell'Argentina: Terra del Fuoco, Antartide e Isole dell'Atlantico del Sud.Destinazione mitica per spedizionieri e pionieri, la Terra del Fuoco conquista l'anima di migliaia di viaggiator (continua)