Home > Keyword : alessandro donadio ferrara sh cliccata 347 volte

Ferrara Sharing Festival: appuntamento venerdì 20 maggio alle 19.15 con il workshop “Che mercato saremo” con doppio schermo e connessioni IoT e Human Bio Feed Back

Ferrara Sharing Festival: appuntamento venerdì 20 maggio alle 19.15 con il workshop “Che mercato saremo” con doppio schermo e connessioni IoT e Human Bio Feed Back
Sotto il cappello di “Che mercato saremo. Linking people, money, emotions, places and things” si parlerà di Sharing Economy ed economie collaborative, di aziende connesse con il ‘sociale’ e di Internet of Things. Un workshop esperienziale supportato dalle tecnologie “Internet of Things” e dai sensori “Human Bio Feed Back” e da proiezioni su un doppio schermo simultaneo per affrontare le due realtà che caratterizzano ogni antefatto innovativo: il piano logico ed il lato intuitivo-emozionale Sharing Economy: un lungo processo si ...

ferrara sharing festival | che mercato saremo ferrara sharing festival | sharing economy | internet of things | social organization | social networking | fabrizio bellavista ferrara sharing festival | alessandro donadio ferrara sharing festival | paolo mamo |



 

Pag: [1]

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Ultime notizie

A Marigliano il “Four Friends”, appena aperto ha sfidato la pandemia

A Marigliano il “Four Friends”, appena aperto ha sfidato la pandemia
Con ancor più impeto, impegno e passione ha ripreso l’attività il risto-braceria mariglianese Lo Chef Antonio Terracciano, titolare della Hamburgheria, Braceria, Paninoteca, Piadineria, Birreria e Live Music “Four Friends” in via Isonzo 22/A di Marigliano NA, superato, ci si augura definitivamente, il periodo di look down, ha riaperto il locale che aveva appena inaugurato a novembre 2019 ed in pochi mesi gli aveva dato tante soddisfazioni ricevendo successo e ammirazione dalla client (continua)

L'AIUTO DI SCIENTOLOGY ATTRAVERSO LE CAMPAGNE SOCIALI

L'AIUTO DI SCIENTOLOGY ATTRAVERSO LE CAMPAGNE SOCIALI
Per portare avanti questi programmi umanitari, la Chiesa di Scientology Internazionale ha istituito una considerevole infrastruttura che produce questi materiali educativi in milioni di copie e verifica globalmente l'attuazione dei programmi. “Un essere è di valore, solo nella misura in cui può aiutare”. E' con questo spirito, espresso dal Fondatore della religione di Scientology Ron Hubbard, che le chiese di Scientology e i loro parrocchiani, patrocinano massicci programmi umanitari internazionali.Tramite un'estesa e concreta partecipazione e un generoso supporto finanziario gli Scientologist donano il loro tempo e le proprie risorse (continua)


L'AIUTO DI SCIENTOLOGY ATTRAVERSO LE CAMPAGNE SOCIALI

L'AIUTO DI SCIENTOLOGY ATTRAVERSO LE CAMPAGNE SOCIALI
Per portare avanti questi programmi umanitari, la Chiesa di Scientology Internazionale ha istituito una considerevole infrastruttura che produce questi materiali educativi in milioni di copie e verifica globalmente l'attuazione dei programmi. “Un essere è di valore, solo nella misura in cui può aiutare”. E' con questo spirito, espresso dal Fondatore della religione di Scientology Ron Hubbard, che le chiese di Scientology e i loro parrocchiani, patrocinano massicci programmi umanitari internazionali.Tramite un'estesa e concreta partecipazione e un generoso supporto finanziario gli Scientologist donano il loro tempo e le proprie risorse (continua)

ROADHOUSE RESTAURANT RIPARTE CON LO SVILUPPO APRENDO DUE NUOVI LOCALI

ROADHOUSE RESTAURANT RIPARTE CON LO SVILUPPO APRENDO DUE NUOVI LOCALI
 Roadhouse Restaurant riparte nello sviluppo della sua rete di locali in Italia con l’apertura di due nuovi ristoranti, portando a 153 il numero totale dei locali della catena. Ha aperto infatti il nuovo ristorante a Borgomanero (SP 142, altezza Via Piola), il quinto della provincia di Novara, mentre nei giorni scorsi aveva aperto il locale di Lonato del Garda (BS), a (continua)

Enorme carico della “droga dell’ISIS” sequestrato a Salerno

Enorme carico della “droga dell’ISIS” sequestrato a Salerno
Il gigantesco traffico internazionale, proveniente dalla Siria, era diretto in Europa tramite il porto di Salerno. 14 tonnellate, 85 milioni di pasticche, 1 miliardo di euro. Questi sono i numeri impressionanti del mega-sequestro di “Captagon” ad opera della Guardia di Finanza. Il carico era nascosto in grossi rotoli di carta, cavi all’interno, in modo da non essere rilevato dai normali controlli. Il Captagon è una amfetamina, in grado di inibire stanchezza, dolore e paura. L’ISIS ha fatto ampio uso di (continua)